Giuseppe Cossentino novembre 9, 2009 \\

Dopo il perdono

di Giuseppe Cossentino - Afragola


I personaggi del racconto - Simona Scalise, 32 anni, la protagonista femminile. Pur molto bella (ha un corpo da modella, lunghi capelli rossi, grandi occhi verde-dorato e una chiostra di denti bianchi perfetti) non ha mai puntato sul fascino fisico per farsi strada. E’ una giovane donna rigorosa, perfezionista e severa, ma anche ricca di umorismo e calore umano, che esige il massimo da sé e dagli altri. Simona lavora a PRIMOVIDEO, una piccola ma seguitissima TV privata della Lombardia e all’inizio del romanzo ha appena ricevuto una prestigiosa carica: responsabile del settore cronaca e costume. Pur lavorando sodo in redazione, Simona compare spesso in video come opinionista e presentatrice. I suoi commenti pacati e obiettivi, il suo modo di porgersi rasserenante e alla mano, hanno fatto di lei un personaggio molto seguito ed amato. L’esistenza e lo stesso carattere di Simona sono stati condizionati da una maternità precoce, ma responsabilmente accettata: aveva diciannove anni quando rimase incinta di un compagno di università che si diede vilmente alla fuga tornando nella sua città d’origine. Fu grazie all’aiuto dei genitori che Simona riuscì a crescere la figlia Sara, a terminare gli studi e conquistarsi l’indipendenza economica. Indurita e disillusa da quella relazione giovanile, la nostra protagonista è vissuta sola e respingendo ogni avance, ogni corteggiamento. Fino all’incontro con Miche Massa, 36 anni, protagonista maschile del nostro racconto. Da sette anni sposato con Simona: un matrimonio “sudato” come una espugnazione, una conquista impossibile. Ma nulla riuscì a fermare Michele: un uomo travolgente, testardo, inarrestabile. Dal matrimonio sono nati due gemelli, Biagio e Francesco, che all’inizio del racconto hanno 6 anni. Michele Massa è proprietario e direttore della Charme, una società di casting che seleziona nuovi personaggi da lanciare in TV e nel mondo dello spettacolo. Nei suoi lussuosi uffici, situati nel cuore di Milano, “sfila” una panoramica di varia umanità. Le prime selezioni vengono fatte dai suoi collaboratori: a lui arrivano i personaggi più dotati. E le ragazze più belle,spesso sfrontate e disposte a tutto pur di ottenere una scrittura. Ma Michele Massa, al di là del suo potere professionale, è un uomo obiettivamente carismatico ed affascinante: ha un corpo d’atleta, un sorriso da divo, uno sguardo vivo e intelligente…Pur innamoratissimo della moglie, la sua fedeltà è venuta meno. E’ capitato due anni prima con Manuela, una giovane e intraprendente press-agent…Fu una botta di sesso senza alcuna implicazione sentimentale, ma Simona fu ugualmente ferita, destabilizzata…Virginia Maggi, 24 anni, star emergente e antagonista sentimentale di Simona. Scoperta dalla società di Michele Massa, che la tiene sotto contratto e gestisce la sua carriera, Virginia è stata lanciata da un reality show: dopo la vittoria ha esordito come co- protagonista di una fiction televisiva in costume di grande successo e si sta dischiudendo per lei una luminosa carriera di attrice. Virginia ha una storia molto dolorosa alle spalle: figlia di una prostituta e di un cliente occasionale, è stata adottata da una coppia inadeguata e priva di affettuosità. Ed è proprio questa sua storia che muove Michele ad un sentimento di pena,pietà e solidarietà e tenerezza verso Virginia, sentimenti molto vicini all’amore. Michele trova in Virginia quello che Simona non riesce più a dargli: la fiducia totale, l’allegria e l’ammirazione. Ma non abbandonerebbe mai la moglie e i figli per lei. Nonostante tutto, Simona resta per Michele la donna più importante della sua vita. Gabriele De Santis, 40 anni, direttore generale e azionista della rete PRIMOVIDEO, ha investito tutti i suoi interessi e le sue aspettative sul lavoro. E’ un uomo concreto, brusco, di poche parole: la sola persona che riesce a comunicare con lui è Simona, della quale è segretamente innamorato da tempo. Di lei ama il rigore, la bella intelligenza, la disponibilità umana. E non capisce come possa stare accanto ad un uomo inaffidabile e “leggero” come Michele…Tutti i colleghi parlano del suo idillio con Carolina, ma sua moglie sembra cieca e sorda: e questo gli fa rabbia…
Sviluppo del racconto - Michele Massa ha accompagnato Virginia a Taormina: la sua pupilla ha ricevuto un premio come personaggio emergente della TV ed ha voluto dividere con lei questo importante riconoscimento. Michele ignora che un fotografo li ha seguiti ed ha ripreso inequivocabili momenti della loro intimità: quando lui entra nella stanza di lei furtivamente e del bacio appassionato davanti alla porta e di quando soprattutto la mattina seguente si imboccano amorosamente. Tre giorni dopo è la figlia Sara, prima di andare a scuola, a scorgere in un’edicola lo
scottante scoop che strilla a caratteri cubitali il tradimento di Michele Massa. Per Sara è il crollo di ogni sicurezza; sconvolta e umiliata, marina la scuola e comincia a vagare per la città con le lacrime agli occhi… Anche Simona ha visto il giornale con lo scoop, ma l’angoscia per la sparizione della figlia ha sopraffatto ogni sentimento…Quando, alle dieci di sera, Sara torna spettinata e con gli occhi gonfi e rossi…respinge l’abbraccio di Michele e chiede ad entrambi di lasciarla sola. A sua volta, Simona respinge il tentativo di Michele di spiegarsi: in quel momento potrebbe dirgli solo di andarsene…Simona sfoga le sue amarezze al suo capo, Gabriele: quello che più la offende è di essere stata tradita con una ragazza come Virginia, furba, ambiziosa, innamorata solo di sé stessa. Non ha mai creduto alla storiella dell’infanzia infelice…Gabriele per la prima volta osa dire a Simona che Michele non la merita: è solo un inaffidabile, vuole passare tutta la vita a perdonarlo? Simona ribatte che il marito è stato sempre un padre attento e premuroso anche con la figlia non sua…Simona la sera stessa litiga violentemente con Michele dopo avergli comunicato le sue intenzioni di partire per l’Egitto come inviata per un servizio molto qualificante per la sua rete dato che lei fu la sola giornalista otto anni prima ad incontrare Fatma in Afghanistan e adesso Fatma ha deciso che la sola giornalista che vuole incontrare è lei. Michele prega Simona di non partire: potrebbe essere rischioso, potrebbe ricever delle ritorsioni e delle minacce dato che Fatma è la donna più odiata dagli integralisti islamici. Se vuole, potrebbe parlare lui con Gabriele e mandare un’altra persona come inviata. La moglie ribatte che Gabriele parte con lei. Il volto di Michele si trasforma improvvisamente in una maschera astiosa e, adesso che capisce tutto, spiega che Gabriele è finalmente riuscito ad intrufolarsi tra loro, ma Gabriele non è tanto l’uomo perbene che vuole far sembrare: la sta solo corteggiando al fine di portarsela a letto come ha fatto con le altre ingenue come lei…Simona chiude le luci e va a coricarsi senza neanche starlo a sentire più. Prima di salire sul jet privato che li porterà in Egitto, Gabriele nota che Simona sta male, non riesce a perdonare suo marito per la seconda volta ed ha solo voglia di cambiare aria! Simona è sul jet con Gabriele quando all’improvviso si trovano nel mezzo di una violenta turbolenza che provoca danni al motore e l’aereo precipita. Simona e Gabriele saranno morti? Michele è con Virginia e le spiega che tra loro c’è stato solo del buon sesso quando sente alla radio che il jet della PRIMOVIDEO è precipitato…Michele è sconvolto…Il jet è sulle montagne. Gabriele è ancora vivo, ma gli fa male la testa, poi trova Simona ferita e debole. Ha tanto freddo ed ha perso sangue dal braccio. L’uomo cerca di riscaldarla come può e spera che qualcuno venga a salvarli…I soccorsi sono già in azione… Michele sente che la moglie è ancora viva e promette ai figli che la madre ritornerà presto da loro…Sara accusa invece il padre di essere l’unico responsabile di quello che è accaduto…Intanto Gabriele cerca di riscaldare Simona con il proprio corpo; lei crede di morire assiderata e per la prima volta nella sua vita ha paura. Gabriele la consola, quella incredibile situazione di disagio, l’incredibile disperazione, l’impressione di non avere speranze di salvezza li avvolge e fa scattare in loro il bisogno di aggrapparsi a qualcuno, la voglia di ricevere calore e speranza per l’ultima volta. Senza accorgersene, si ritrovano stretti in un abbraccio e finiscono col fare l’amore! Mentre Michele freme di sapere notizie dai soccorsi…proprio quando fra i ghiacci Simona e Gabriele temono che per loro sia giunta la fine, vengono tratti in salvo dai soccorsi…ma le loro condizioni sono gravi…Michele è felice che la moglie è salva e ribadisce a Virginia che adesso deve solo pensare a salvare il suo matrimonio…I dottori si mostrano ottimisti: sia Simona che Gabriele se la caveranno…Michele e Sara tirano un sospiro di sollievo e sono al capezzale di Simona che riabbraccia marito e figlia, ma si sente terribilmente in colpa ripensando a quello che è accaduto tra lei e il suo capo su quelle dannate montagne! Tre settimane dopo…Gabriele confessa a Simona che la ama da sempre e non ha alcuna intenzione di rinunciare a lei dopo quello che hanno condiviso e passato insieme…Simona cerca di fargli capire che si è trattato solo di un momento di disperazione per entrambi che credevano di morire su quelle montagne…Simona adesso è felice con Michele, ma è profondamente attanagliata dal segreto che porta nel cuore, non vuole essere lei adesso la causa della fine di un’armonia che si è stabilizzata dopo tanto tempo. Ma continua ad avere strani capogiri quando un giorno scopre con orrore di avere un ritardo! Compra il test di gravidanza, lo fa e scopre effettivamente di essere incinta…Di chi sarà il bambino: di Michele o di
Gabriele? Simona rivela a Gabriele che è incinta, lui invece è preoccupato per qualcosa e confessa a Simona che è tornata una sua ex, sieropositiva, che crede che anche lui abbia contratto il virus dell’ HIV. Simona è sconvolta, quindi sia lei che Michele ed il bambino potrebbero aver contratto l’ HIV…Simona e Gabriele si sottopongono al test. Per caso in ospedale c’è Virginia per donare il sangue e scopre che entrambi hanno fatto il test dell’ HIV . Il dottore rivela a Simona e Gabriele che non sono sieropositivi, sono sanissimi. Virginia allora affronta Simona e le rivela di sapere tutto del test ed è facile intuire che è andata a letto con il suo capo…Simona disperata piange e spiega che è successo sul jet quando credevano di morire assiderati…Virginia ribatte che non può tenere un piede in due staffe, deve dire la verità a Michele, altrimenti lo farà lei, non può permettere che raggiri l’uomo che lei ama di più al mondo. Simona torna a casa frastornata, dove Michele l’accusa di essere solo una sgualdrina, ha sentito Virginia e sa tutto della tresca con Gabriele, gli fa solo schifo; mentre lui era disperato per la sua scomparsa, lei si faceva il suo capo, si deve solo vergognare. Simona piange: quell’episodio non ha significato niente per lei. Ma Michele la spinge via violentemente e Simona cade rovinosamente per le scale. Portata d’urgenza in ospedale, la donna perde il bambino…Fuori della stanza di Simona, Gabriele e Michele arrivano alle mani accusandosi a vicenda della morte del bambino che poteva essere di uno di loro…Mentre Simona decide di non vedere nessuno dei due, è troppo depressa e sconvolta per la morte del suo bambino…Simona e Michele rompono definitivamente; lui, ubriaco, passa una notte con Virginia che, raccomandata alla TV di Simona, rischia di soffiarle il posto , ma Simona ha la meglio grazie a Gabriele che ha capito che per lei non può essere più di un suo amico e capo…Quando all’improvviso Simona trova delle rose decapitate nel suo cassetto e giungono continue telefonate fatte da una voce inquietante che la minacciano di morte! Simona è terrorizzata, come nota Michele che passa a casa per vedere Sara e i gemelli e le chiede che cosa le stia capitando…Lei gli rivela che è perseguitata da un maniaco…Michele crede che sia Gabriele che non si è rassegnato alla loro storia, mentre Simona crede che si tratti di Virginia scalzata dal posto della sua TV e che si vuole vendicare. L’ipotesi che la donna sia la persecutrice di Simona viene confermata da un nastro di video sorveglianza che sembra indicarla come l’autrice del gesto intimidatorio. Simona resta nel dubbio e nella paura. Si sente pedinata continuamente; infatti il misterioso maniaco che la perseguita le sta sempre alle calcagna e un giorno tenta anche di aggredirla nel parcheggio della TV, ma l’arrivo casuale e tempestivo di un sorvegliante lo dissuade dai suoi propositi criminali. Simona, in un momento così difficile della sua vita, si riavvicina a Michele e i due, dopo un lungo periodo di incomprensioni, sembrano ritrovarsi. Ma il maniaco, chiunque egli sia, dimostra che le sue minacce non sono a vuoto: si nasconde a casa di Simona per aggredirla a volto coperto. Simona è terrorizzata dal maniaco che la minaccia con un coltello e farnetica su alcuni conti in sospeso con lei e che la ucciderà, prima o poi…Simona è messa sotto la protezione di una guardia del corpo e non le resta che sfogarsi con Michele, domandandosi chi possa essere il maniaco e di cosa voglia vendicarsi…Frattanto il misterioso maniaco rapisce Gabriele e lo costringe ad attirare Simona alla TV dove l’attende per sfogare il suo insensato odio su di lei…Al suo arrivo, Simona trova Gabriele privo di sensi e quando chiama in aiuto il bodyguard (nel frattempo accoltellato dal folle)si trova davanti proprio il maniaco:si tratta di una giovane donna che Simona conosce, un ex flirt di Michele, Manuela, che posa il suo sguardo soddisfatto e squilibrato su di lei. E svela le ragioni del suo odio:anni prima lei stava con Michele che poi l’ha lasciata per tornare dalla sua mogliettina, ma adesso lei morirà e loro potranno essere di nuovo felici. E se ne va dopo aver appiccato un incendio e chiuso dentro Simona e Gabriele che restano in balia del fumo e delle fiamme. L’unica speranza per loro è resistere fino all’arrivo dei soccorsi…Gabriele, intossicato, ha perso i sensi e Simona non sa che fare per aiutare l’amico: le sue invocazioni sembrano cadere nel vuoto ed anche lei perde i sensi... quando vengono strappati alle fiamme dai pompieri. Simona è rimasta grevemente ustionata al volto e viene portata d’urgenza in ospedale, mentre Gabriele, ristabilitosi, fornisce agli agenti un identikit della folle che viene acciuffata. Il momento in cui Simona vede l’ustione che le deturpa il viso, è uno dei più brutti della sua vita. Quell’ustione l’ha privata della sua bellezza e a niente valgono le rassicurazioni di Michele. Simona precipita nell’insicurezza giorno dopo giorno non trovando la forza di reagire, vergognandosi di farsi vedere in pubblico…Ma l’amore di Michele e l’affetto dei suoi figli, trionfa anche su questo drammatico momento, le farà acquisire il coraggio per un’operazione di chirurgia plastica che le farà riacquistare la bellezza perduta e vivere il suo amore con Michele, senza più intralci.

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy