Salvatore D'Aprano (I classificata) novembre 27, 2009 \\

Étranger

J'erre, éternel étranger

parmi l'océanique foule

et malgré l'incessant

fourmillement humain

de l’heure de pointe,

j'ai l'impression de me trouver

dans une déserte nécropole

où la douleur chevauche

un étalon noir.

Ma vie d'exilé est accrochée

au filet du destin.

Je cherche désespérament

une main amie dans cette lande

qui n'est pas la mienne,

mais mon cri de détresse

se perd dans le labyrinthe

de l'indifférence.

Je serais toujours étranger.

Et mon errance continue

dans ce douloureux cul-de-sac

parmi des regards hostiles,

enchaîné..

 

 

Salvatore D’Aprano   Montréal   Canada

 

 

MOTIVAZIONE

 

Il canto dell’emigrato investe tutte le note delle umane emozioni, soprattutto le più dolenti e fiere, le più amare che ripiegano su toni bassi e cupi  .

Si sveste la parola d’ogni illusione e si propone nuda e scarna nella constatazione della realtà.

Il verso s’incrina in un grido di angosciosa rassegnazione, di consapevole inadeguatezza che da voce personale si estende alla dimensione  intensa e toccante di una profonda solitudine.

 

Anna Bruno

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy