Danilo Gallinari dicembre 2, 2009 \\


CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA GALLERIA COMPLETA

 

Danilo Gallinari  è un cestista italiano di livello mondiale.
Figlio del cestista Vittorio Gallinari, è un'ala di 208 centimetri, da molti considerato una delle migliori promesse del basket italiano nonché uno dei migliori cestisti italiani in circolazione. Gioca in NBA per i New York Knicks.
Dopo aver iniziato a giocare prima a Livorno e poi per alcune squadre di Lodi, esordisce a soli 16 anni nella stagione 2004-2005 in Serie B1 con il Casalpusterlengo.
Rilevato dall'Olimpia Milano nel 2005, è stato ceduto in prestito all'Edimes Pavia dove, nonostante un brutto infortunio, mette in mostra le sue doti vincendo il titolo di miglior giocatore italiano della Legadue con più di 14 punti di media a partita.
Dalla stagione 2006-07 fa parte del roster dell'Armani Jeans Milano. Chiude un anno molto buono, culminato con la conquista del premio destinato al miglior Under-22 del campionato, con 10,9 punti (52,5% da due, 30,4% da tre e 82% ai liberi) in stagione regolare cui vanno aggiunti 4 rimbalzi e 1,7 recuperi in 26' scarsi sul parquet. Grazie alle sue prestazioni raggiunge con la sua squadra la post season. Nei playoff le cifre si alzano ancora e chiude con 11,5 punti, 3,7 rimbalzi e 2,1 recuperi.
La stagione 2007-08 è quella della sua definitiva consacrazione anche a livello europeo. Con la maglia biancorossa dell'Armani Jeans Milano, infatti, Danilo disputa per la prima volta anche la Eurolega, massima competizione europea per club, chiudendo, nonostante l'eliminazione al primo turno di Milano, con 14,9 punti, 4,2 rimbalzi, 1,5 assist, 1,4 rubate e una media di 6,2 falli subiti a partita. Il suo massimo in Eurolega lo scrive nella penultima giornata a Tel Aviv contro il Maccabi, mettendo a referto 27 punti. Anche nel campionato italiano le sue cifre si fanno notare: 17,5 punti, 5,6 rimbalzi, 2 recuperi e 1,3 assist di media, secondo miglior marcatore italiano della competizione.
Il 23 aprile 2008 si è dichiarato eleggibile per il Draft NBA. Il giorno dopo ha ricevuto il Rising Star Trophy, premio destinato al miglior Under-22 dell'Eurolega, selezionato dai 24 coach delle formazioni che hanno preso parte a questa edizione della massima competizione europea per club. Gallinari ha chiuso la stagione di Eurolega con 14,9 punti di media a gara, miglior realizzatore dell'Olimpia Milano e tra i primi tre nelle voci rimbalzi, palle recuperate e stoppate della formazione biancorossa.
Il 30 aprile 2008 ha vinto il premio di miglior giocatore della stagione regolare del campionato italiano. Nella votazione della giuria composta da giornalisti, allenatori e capitani, l'ala ha preceduto Gianmarco Pozzecco (Pierrel Capo d'Orlando) e Shaun Stonerook (Montepaschi Siena).
Nazionale [modifica]
Convocato dal coach Carlo Recalcati nella nazionale italiana per l'All-Star Game 2006 disputato a Torino, si è aggiudicato la gara del tiro da 3 punti battendo in finale Michael-Hakim Jordan (Pallacanestro Cantù) con 14/25, a fronte dell'8/25 dell'avversario.
Gallinari è stato convocato per numerose altre gare amichevoli disputate dalla nazionale, ma ha dovuto rinunciare agli Europei 2007 a causa di un infortunio occorso durante la preparazione estiva con la nazionale. Proprio gli infortuni sembrano il suo tallone d'Achille: dalla stagione 2005-06 ne ha patito almeno uno per campionato; questo gli ha impedito di prendere parte anche alle gare di qualificazione agli Europei 2009, pur avendo presenziato a parte degli allenamenti e delle amichevoli della Nazionale.
NBA [modifica]
Il 27 giugno 2008, al Draft NBA, viene chiamato alla sesta scelta assoluta dai New York Knicks del neo-coach Mike D'Antoni. Fischiato dal pubblico di casa presente al Madison Square Garden, che avrebbe preferito un atleta di casa data la poca dimestichezza che hanno in America con l'Eurolega e le brutte stagioni della franchigia della Grande Mela, nella sua prima conferenza stampa da giocatore dei Knicks dichiara: «Toccherà a me guadagnarmi gli applausi. Sono contentissimo. New York mi ricorda Milano, questa per me è la soluzione migliore».[1] Danilo è l'unico giocatore non statunitense scelto tra i primi diciannove rookie. Sul numero di maglia non ha avuto dubbi: «Sono nato l'8 agosto del 1988. Il mio numero non può che essere l'otto», proprio come in precedenza all'AJ.
Dopo un'estate costellata di problemi alla schiena, il 30 ottobre fa il suo esordio in NBA a Miami contro gli Heat, bloccandosi con uno 0/3 dal campo in appena tre minuti di impiego.[2]
Dopo due sole partite, il riaggravarsi dei problemi alla schiena lo costringe a un lungo stop.
Il 17 gennaio 2009 torna in campo contro i Philadelphia 76ers, mettendo a segno 6 punti (0/1 da due e 2/3 da tre), 1 assist e 1 stoppata in 16' di gioco. Durante la preseason il suo coach Mike d'Antoni lo definisce il miglior tiratore visto nella sua vita. Alla prima giornata del campionato NBA realizza 22 punti conditi da 7 triple.
Il 31 ottobre 2009, contro i Philadelphia 76ers, stabilisce il suo career high con 30 punti (1/6 da due, 8/16 da tre, 4/4 dalla lunetta), una stoppata, 3 assist e 3 rimbalzi in 41' di gioco.
Caratteristiche tecniche
Gallinari è un giocatore atipico poiché nonostante sia 208 cm è dotato di una buona tecnica di tiro sia dai tiro da 3 punti che dalla lunetta come dimostrano le sue medie di tiro in Italia. È inoltre un buon penetratore e, pur ricorrendo meno frequentemente in NBA a questo fondamentale, è probabilmente uno dei giocatori europei con più opzioni offensive in penetrazione.
Palmarès
• Miglior giovane della Serie A: 1
2006-2007
• Rising Star Trophy (Miglior giocatore Under-22 dell'Eurolega): 1
2007-2008
• Miglior giocatore della Serie A: 1
2007-2008

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy