Gianmarco Dottori in esclusiva ..la buona musica luglio 17, 2014 \\

La buona musica con Gianmarco Dottori...Intervista in esclusiva per la Napoli Cultural Classic.... 

Gianmarco Dottori in concerto...
Quanto conta per te la musica come passione oltre che come lavoro?

La musica per me rappresenta la "mia forma di espressione" ed è una valvola di sfogo: un modo per raccontare il mio mondo.La musica è imprescindibile dalla mia vita, perchè è la vita stessa.
 Tante partecipazioni importanti come cantante creando  cover interessanti e  duetti spettacolari: qual è l’artista più  vicino a te per le emozioni che ti ha  trasmesso portandolo in scena o in tv?

Amo cantare le mie canzoni, ma spesso accade che debba "portare in  scena” canzoni dei miei grandi maestri; sicuramente Lucio Dalla e la sua musica hanno lasciato il segno nella mia vita artistica e non. Poco tempo fa ho suonato davanti a più di 20 mila persone a Piazza Maggiore a Bologna e per l'occasione ho voluto cantare "Anna e Marco".  E' stata un'emozione forte, perché tentare di entrare "in punta di piedi" in una canzone così importante non è stato facile; l'ho fatto con rispetto provando, nel mio piccolo,a rendere omaggio all'arte del grande Lucio.

 E’ stata costruttiva la tua esperienza a The Voice o ritieni che sia stato un semplice passaggio ?

The voice è stata un'esperienza bellissima, fatta di incontri e di emozioni nuove; mi ha fatto crescere moltissimo artisticamente. Per uno come me, che arriva dalla “strada” e dai locali,  ritrovarmi in televisione all'inizio è stato spiazzante, poi mi ha concesso  l'opportunità di confrontarmi con una nuova “dimensione” musicale.
The Voice ha rappresentato una tappa di un percorso intrapreso più di 10 anni fa ormai; un piccolo traguardo nella mia carriera artistica.

    Tu nasci come cantautore speciale e particolare...

Sono semplicemente un ragazzo che scrive canzoni e dà "peso alle parole"; amo raccontare di me e del mio mondo e quando salgo sul palco non suono mai per me stesso, ma per chi ho di fronte. Cerco il contatto emotivo, e a volte fisico, con il mio pubblico portandolo spesso a dividere e condividere il palco insieme a me. I concerti si fanno insieme al pubblico: non c'è artista senza pubblico e viceversa. Chi  viene ad ascoltarti è parte integrante della tua arte, uno strumento in più!

 A cosa ti stai dedicando ora e quali sono i tuoi prossimi impegni?

Attualmente sono impegnato a scrivere, lavorando ai mie vecchi brani, come ho sempre fatto, e scrivendone dei nuovi. A settembre uscirà il mio nuovo pezzo che, fin d'ora posso assicurare,  non deluderà le aspettative,quindi sarà soltanto una questione di tempo.Nel frattempo continuerò a suonare, sarò in giro per l'Italia con la mia chitarra in spalla; aggiorno costantemente la mia pagina facebook con le date dei miei concerti...quindi “buttate un occhio"!!

 C’è spazio per il tuo lavoro in Italia?

La musica purtroppo sta rischiando di diventare "usa e getta"  e  per chi scrive canzoni come me sarebbe necessaria  un'attenzione maggiore;  tutto sta diventando molto più complesso. Io ritengo di essere fortunato perchè vivo a Roma che è la “capitale” del cantautorato; quindi nella mia città c'è sicuramente, rispetto a molte altre realtà, una maggiore attenzione e più spazio per i progetti di "musica originale".  Sarebbe necessario riportare la gente nei locali e nelle piazze; e solo la musica potrebbe riuscire a fare ciò.

Che cosa pensi del nuovo modo di fare produzioni musicali  attraverso il web ?

  Il web è diventata un' arma potentissima e necessaria; ormai tutte le grandi produzioni lavorano tramite il web. E' ovvio che lì dove non esiste un supporto esterno (una major o un'etichetta discografica), il lavoro diventi più duro, ma di certo non meno gratificante. Attraverso il web basta un video, girato come si deve, e un pizzico di fortuna  e si ottiene grande visibilità.

Ti hanno mai proposto di fare l’attore ?

Si, ma non vi dirò da parte di chi ... ah ah ah ah! Per altro, molte volte è accaduto di aver avuto un ruolo di comparsa, quasi per gioco; dal video di “ciao e arrivederci” di Gianluca Grignani (nel quale sono stato il suo bassista) ad “Attacco allo Stato”, nel quale sono stato  una comparsa al fianco di Raul Bova. Ma fare l'attore non è il mio mestiere, anche se il cinema è tra le mie più grandi passioni.

Come artista ti sei ispirato a qualcuno in particolare ?
Mi sono ispirato principalmente alla tradizione cantautorale italiana, da Rino Gaetano a De Gregori, passando per Lucio Dalla. Amo le parole e chi sa dare loro il giusto peso, ma  purtroppo sempre meno artisti riescono a farlo.

Riesci a trovare spazio anche per altro? per l’amore?  la famiglia? gli amici?

La musica è il fulcro della mia vita attorno al quale gravita praticamente l'intera  giornata, ma non è l'unico motore della mia vita. L'amore è ciò che più mi spinge e completa il quadro. Ho sempre con me la mia fidanzata e i miei amici; e la mia famiglia mi è sempre vicina in ogni momento. La musica non pregiudica gli affetti, ma (nel mio caso) li fortifica.

Un sogno nel cassetto?

Uno stadio pieno tutto per me, può andare bene?
REDAZIONE NAPOLI CULTURAL CLASSIC

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy