SCHUMACHER HA FIRMATO PER LA MERCEDES dicembre 29, 2009 \\

A VOLTE RITORNANO (DALLA PENSIONE) – SCHUMACHER HA FIRMATO PER LA MERCEDES: IL 7 VOLTE CAMPIONE DEL MONDO SARÀ IL PIÙ VECCHIO (E IL PIÙ RICCO) PILOTA DI FORMULA 1 – 7 MLN L’ANNO PER RINVERDIRE I FASTI DEL SUO PASSATO E QUELLI DI UNA F1 IN CRISI NERA – LUCHINO NON GRADISCE: “QUELLO CHE VA ALLA CONCORRENZA È UN SUO GEMELLO”… 

Michael Schumacher è di nuovo un pilota di Formula 1. Dopo un mese di trattativa, ha accettato il contratto annuale da 7 milioni che la Mercedes (ex Brawn Gp) gli ha offerto e ha strappato quello triennale (da consulente) che lo legava alla Ferrari. Assieme al pezzo di carta ha lacerato un rapporto umano e sportivo che lui stesso definiva «indissolubile».
«Maranello è la mia seconda famiglia» aveva ripetuto l'ultima volta non più tardi di tre mesi fa. Il problema è che questa famiglia non gli consentiva di tornare in pista, perché Felipe Massa è guarito, Fernando Alonso è arrivato e la terza monoposto rimane nel libro dei sogni.
 
È la Bild, tabloid tedesco solitamente bene informato su vita e miracoli del kaiser, a certificare l'accordo con la casa tedesca, avversaria della Ferrari negli ultimi anni come partner della McLaren. La Mercedes ha cominciato la trattativa a fine ottobre ad Abu Dhabi, dove uno Schumi spensierato e festaiolo vestiva per l'ultima volta la divisa rossa d'ordinanza. In agosto l'ex campione aveva riassaporato il gusto della Formula 1: chiamato a sostituire Massa, si era dovuto arrendere per un problema al collo, due microfratture alle vertebre cervicali che adesso sono guarite.
 
«La voglia gliel'ho fatta tornare io», ha detto Luca Montezemolo, che si è detto «deluso» come presidente della Ferrari. «Sul piano personale, invece, resteremo sempre amici. Quello che va alla Mercedes non è lui - ha scherzato - ma un suo gemello».
La firma sul contratto - giura la Bild - è stata posta ieri sera nel quartier generale della Mercedes Gp a Brackley, in Inghilterra. Il nuovo team è la nazionale tedesca dei motori: Schumi farà coppia con il connazionale Nico Rosberg, 24 anni. Sarà una bella sfida con la McLaren, che ha due piloti inglesi (l'ex campione del mondo Lewis Hamilton e quello in carica Jenson Button) e con la stessa Ferrari, che risponde con l'inedita formazione latina Massa-Alonso.
 Da oggi Schumi seguirà un percorso segnato: in fabbrica lavorerà con gli ingegneri per la realizzazione di un abitacolo su misura e discuterà di strategia e metodi di lavoro con Ross Brawn, che torna a dirigerlo. Poi andrà in vacanza, il 3 gennaio festeggerà il 41º compleanno, si allenerà come un decatleta, abolirà alcol e sigari. Dal 2 febbraio a Jerez, Spagna, potrà guidare la monoposto del 2010 nei test di precampionato. E il 14 marzo sarà al via del Gran premio del Bahrein, prima puntata del 2010.
 
Sarà il pilota più anziano, togliendo a Rubens Barrichello anche questo onore, e il più ricco, perché i 7 milioni di ingaggio si sommeranno ai 20 degli sponsor. Difenderà il blasone di sette titoli mondiali e di tutti i record che detiene, vittorie, pole position, punti e giri più veloci. Rilancerà l'immagine sfiorita della F1, però rischierà di offuscare la propria, perché le monoposto sono cambiate e gli anni sono passati. Era il 22 ottobre del 2006 quando, posteggiata la Ferrari ai box, si era congedato commosso.
L'addio gli era pesato. Nelle parole (ormai è chiaro che per lui hanno un valore relativo) era un pensionato felice. Per passare il tempo correva in kart, correva in moto, correva in taxi (per far prima si sostituì un giorno al conducente autorizzato). Cercava un surrogato della Formula 1. E, non trovandolo, aumentava i dosaggi. L'incidente in moto del febbraio scorso l'ha indotto a darsi una calmata e a tornare sulle quattro ruote. La Ferrari gli ha offerto un assaggio, ma non ha potuto garantirgli il pasto completo. Ci hanno pensato gli ex nemici della Mercedes.


CLICCA QUI PER VISUALIZZARE LA GALLERIA COMPLETA

 

 

 

 

 

 

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy