Paltrinieri..orgoglio italiano... agosto 10, 2015 \\

Kazan 2015: Pellegrini e Paltrinieri orgoglio italiano
SUN YANG NON SI PRESENTA E PALTRINIERI SI PRENDE UN ORO SENZA SFIDA - IL CINESE È NOTO PER ESSERE STRAVAGANTE MA L’ABBANDONO DI UNA FINALE MONDIALE NELLA SUA SPECIALITÀ PREFERITA NON È SOLO MISTERIOSO, È SOSPETTO
Istrionico. La proposta di matrimonio all’amico Mack Horton inginocchiato dopo gli 800 metri e i siparietti con il compagno di allenamenti Detti. Del resto si è presentato nel 2012, da matricola, con l’acconciatura più assurda del secolo….

Giulia Zonca per stampa.it
 
PALTRINIERI
Paltrinieri si prende un oro senza sfida e non certo per colpa sua. Sun Yang non si presenta al secondo round. Non lo dice a nessuno, si scalda come gli altri poi sparisce. E’ noto per essere stravagante ma l’abbandono di una finale mondiale nella sua specialità preferita non è solo misterioso, è sospetto.
Greg non si lascia distrarre e chiude in 14’39”67, migliora il personale di 20 centesimi e piazza il nuovo record europeo
 Greg Paltrinieri, 20 anni, due medaglie a Kazan- oro e argento
Un nome da raccontare lettera per lettera. 
 sun yang es
Garanzia. Greg non sbaglia mai un appuntamento importante, da che si è fatto notare agli Europei del 2012 ha sempre portato a casa il risultato e in progressione. Quinto in finale alla prima Olimpiade, a 17 anni. Bronzo ai Mondiali di Barcellona 2013 e oro qui.
 
Resistenza. Serve per nuotare 18 chilometri al giorno, distanza che lui di certo non patisce.
 

Energia. Una carica inesauribile e non solo in gara. E’ sempre in movimento, sempre ansioso di andare da qualche parte, di competere con qualcuno, di sperimentare e muoversi.
 
Gioco. Elemento fondamentale della sua esistenza. Non concepisce lo sport come rigore, riconosce e soffre la fatica, sa che gli serve disciplina ma per fortuna si rifiuta di limitare tutto al conto delle ore di allenamento e clausura.
 
Onestà. Quando non gira lo dice, quando non funziono è sincero e quando sta bene e ci crede ci tiene a farlo sapere. Senza paura.
 
Risata. Non gli manca mai, ogni rivalità è alimentata dalle battute, dagli sms ironici. Non sdrammatizza, è che proprio non gli piacciono i toni melodrammatici che prendono certi confronti. 

 
Istinto. Lo segue per uscire allo scoperto nel momento giusto, per accelerare in vasca quando fa la differenza e per cambiare rotta quando serve voltare pagina. Adora il gruppo ma non il branco e di solito annusa le situazioni da cui è meglio tenersi alla larga.
 
Opportunità. Le ha colte tutte al volo. Il trasferimento nel centro federale di Ostia prima ancora di avere davvero voglia di allontanarsi da casa, lo sponsor .
 
Popolare. Piace, molti commenti sui capelli lunghi, all’australiana, sul codino da podio, sulle scarpe da cestista. Sung Yang, il suo rivale, avrà quattro uomini intorno, lui ha molti occhi addosso. E quasi tutti lontani dal bordo vasca.
 
Anticonformista. Le mode lo intrigano, ma di solito ha la sua musica, il suo basket, la sua vita a Ostia, i suoi amici a Carpi. Le etichette non gli restano attaccate facilmente.
 

Leale. Ha avuto molte offerte: cambiare tecnico, cambiare squadra... Ha sempre detto di aver impostato il lavoro e il gruppo fino ai Giochi 2016 e mantenuto fede alla parola. Nonostante ogni stagione qualcuno ci provi. 
 
Tifoso. Della Juve, del Carpi per ragioni di territorialità, dei New York Knick.
Rassicurante. Non depista e quando vuole vincere lo dice prima. Molto poco italiano.
 
Iperattivo. Non riesce a staccare, non riesce a entrare in modalità riposo. Ha bisogno di motivazioni fresche e di uno smartphone in mano per collegarsi con la Nba. Consuma un sacco di energie.
 
Nonchalance. Non subisce le gare o per dirla con le sue parole «non mi impanico».
 
Iconoclasta. Ha distrutto Sun Yang, anche se prima del via, e si è preso il titolo dell’uomo che in Cina è praticamente un’immagine sacra.
 
Esterofilo. Adora la cultura americana, soprattutto quella sportiva, si è allenato per un periodo in Australia e vorrebbe fare una lunga esperienza lontano dall’Italia. Dopo Rio.
 
Realista. Sarà il cronometro che lo ha abituato così ma Paltrinieri non è tipo da grandi discorsi o grandi sfoghi o grandi sogni. 
 
Istrionico. La proposta di matrimonio all’amico Mack Horton inginocchiato dopo gli 800 metri e i siparietti con il compagno di allenamenti Detti. Del resto si è presentato nel 2012, da matricola, con l’acconciatura più assurda del secolo. Ciuffi di capelli sopravvissuti alla rasatura, portati con grande disinvoltura.
 
 Gregorio Paltrinieri dà spettacolo! Argento negli 800 stile libero a Kazan 2015
Di Francesca Galluzzo
 
Gregorio Paltrinieri
Ultimo aggiornamento Il 05/08/2015 alle 20:22 - Pubblicato on 05/08/2015 at 18:08Fenomenale prova di Gregorio Paltrinieri, medaglia d'argento negli 800 stile libero alle spalle di un Sun Yang che mai come oggi si è dovuto sudare la vittoria. Record europeo per l'azzurro, 7.40.81
Un grande Gregorio Paltrinieri si aggiudica la medaglia d'argento negli 800 stile libero. Fenomenale prova del fondista allenato da Stefano Morini che oggi ha fatto veramente paura anche al dominatore di questa distanza, il cinese Sun Yang. Una gara dettata da un ritmo altissimo fin dall'inizio e da passaggi forsennati, come il 3.49.72 dell'australiano Mark Horton ai 400. Paltrinieri si è messo fin da subito nelle posizioni di testa sperando di scrollarsi di dosso un sempre attento Sun Yang, ma il cinese non si è fatto impressionare dagli attacchi altrui ed è rimasto in scia ai primi due, Horton e Paltrinieri appunto, fino ai metri finali. A due vasche dall'arrivo Horton ha cominciato a risentire della stanchezza e a quel punto è stato Paltrinieri a provare l'affondo. Per un attimo l'impressione era stata quella che ce la potesse fare, ma Sun Yang ha scaricato la sua micidiale accelerazione e a 50 metri dalla fine ha effettuato il sorpasso. Per Greg un'ottima medaglia d'argento, impreziosita da un 7.40.81 che è il nuovo record europeo.

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy