IL CINEPANETTONE VA DI TRAVERSO A DE LAURENTIIS