Sudafrica una delle vergogne dell'umanità... giugno 23, 2016 \\

IN SUDAFRICA UN DRONE CATTURA LE LINEE INVISIBILI CHE SEPARANO I RICCHI DAI POVERI - IL FOTOGRAFO: ''L'APARTHEID È STATA ABOLITA 22ANNI FA, MA LE BARRIERE E LA DISUGUAGLIANZA ESISTONO ANCORA''
Per il suo nuovo progetto "Unequal Scenes" il fotografo Johnny Miller di Città del Capo si è affidato all’occhio onniveggente di un drone. "Le differenze sociali sono a volte difficili da vedere da terra. Dall’alto le cose appaiono per quello che sono," scrive Miller...

Da http://www.boredpanda.com
 
Per il suo nuovo progetto "Unequal Scenes" il fotografo Johnny Miller di Città del Capo si è affidato all’occhio onniveggente di un drone per dimostrare le discrepanze sociali che convivono fianco a fianco in Sudafrica.
 
"Le differenze sociali sono a volte difficili da vedere da terra. Dall’alto le cose appaiono per quello che sono," scrive Miller.

 
Questi quartieri divisi da linee invisibili nacquero, alcuni ' a tavolino' altri naturalmente, come risultato delle politiche di apartheid che imponevano per legge la segregazione razziale. Tali politiche furono abolite 22 anni fa, ma "molte delle barriere e diseguaglianze che crearono, ancora esistono."

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy