Erminia Mazzoni... vi racconto il mio amore per Benevento..... luglio 8, 2016 \\

Gran parte della Sua vita dedicata alla politica; prima deputato della Camera poi europarlamentare, attualmente neo vice sindaco di Benevento. Da dove nasce questa dedizione?
Formazione familiare e passione personale senz'altro hanno rappresentato la spinta ad accettare di volta in volta nuove avventure, che mi hanno portato a sperimentare esperienze istituzionali molto belle in Provincia, in Regione, alla Camera e poi al Parlamento Europeo.
Lei nei sui mandati politici precedenti si è contraddistinta per una serie di iniziative politiche per promuovere la "legalità". Quali iniziative pensa di adottare quale vice sindaco, per un territorio come quello Beneventano  negli ultimi anni oggetto di una preoccupante escalation della criminalità?
Sono già al lavoro sul piano triennale trasparenza e sul piano anticorruzione. Il sito del Comune deve essere più chiaro e consentire ai cittadini l'accesso a tutte le informazioni su attività amministrativa, personale e giunta e consiglio;  la rotazione dei dipendenti, prevista dalle linee Anac per ridurre il rischio che possano crearsi relazioni particolari tra amministrazioni ed utenti, con il consolidarsi di situazioni di privilegio, verrà realizzata a breve.
Per alcuni settori particolarmente sensibili, come lavori pubblici, urbanistica e sociale chiederemo la vigilanza  preventiva dell'Anac e infine con le autorità preposte al controllo del territorio, dal Prefetto alle forze dell'ordine alla procura, vorrei stipulare un patto di collaborazione per promuovere la cultura della legalità all'interno dell'amministrazione e tra i cittadini.

 Benevento è una città con un importante patrimonio culturale non adeguatamente utilizzato in termini di crescita e sviluppo. Quali sono i progetti della neo giunta in merito?
Il recupero e la valorizzazione. Gli investimenti sono importanti e le risorse vanno ricercate prevalentemente tra i fondi europei. Sicuramente il patrimonio storico, artistico e culturale sarà il filo conduttore del programma strategico di sviluppo della città, che spero di poter presentare tra le iniziative europee nell'ambito della Agenda Urbana.  L'assessore alla cultura ha già avviato la ricognizione dello stato del patrimonio - monumenti, teatri, musei - e delle eventuali attività in corso, ma senza perdere tempo ha già chiesto la convocazione di una giunta straordinaria per approvare due inizitive urgenti  per promuovere il nostro territorio cittadino.

Ha scritto sul social "Restituire a Benevento la sua bellezza, curando la sua anima, si può! Il mio mantra. Sarò "sprovveduta" al punto da rendere possibile quello che molti pensano sia impossibile" . Ci spiega l'impossibile ?
Albert Einstein diceva "Tutti sono convinti che una cosa sia impossibile finchè arriva uno sprovveduto che non lo sa e la realizza". Da anni percepisco una profonda rassegnazione. La città si è opacizzata, è stata colpita da eventi, naturali e non, che ne hanno minato la credibilità e l'attrattività, è la provincia della Campania meno positiva, in termini di PIl e Lavoro, il suo arredo urbano e ambientale è fatisciente, la vivibilità è peggiorata...e il comune è in predissesto.
Impossibile invertire la tendenza?! No. Si può con una semplice ricetta: amministrazione aperta e dialogante, cittadini impegnati e partecipi, idee chiare su punti di forza della città e criticità, competenza e professionalità a servizio del comune, responsabilità politica, civile e morale.
Ci racconta brevemente quali sono state le Sue emozioni,  nell'essere nominata vice sindaco di Benevento?
Ho sempre detto che il mio percorso, partito dall'Ente Provincia e arrivato fino a Bruxelles non fosse poi così casuale perchè governare una città, la propria, è per me la più alta delle responsabilità. E aggiungo qui la più stimolante delle emozioni.

Le rende merito la circostanza che Lei è stata sempre aperta ad ogni progetto propostole se valido e meritevole, al di là dell'orientamento politico di chi glielo proponeva. Quali iniziative politiche intendete adottare come giunta per l'affermazione di questo modus operandi meritocratico ?
Per quanto mi riguarda ho chiesto alla giunta di poter lavorare a un cluster sociale usando lo strumento della programmazione comunitaria CLLD che prevede la costruzione con il contributo di tutte le rappresentanze del territorio cittadino di un programma partecipato di amministrazione La selezione avviene sulle idee, sulle proposte e sulle capacità 
Il resto lo faranno le misure di cui ho parlato che renderanno il palazzo del comune tacciabile

Che cosa pensa dell'associazionismo per la promozione della cultura?
Credo serva a promuovere la conoscenza e a stimolare la partecipazione intorno a presidi culturali

Tanti talenti eccellenti  beneventani in ogni campo, che sono stati costretti ad andare a lavorare in altri luoghi. Ritiene che sia un'utopia lontana che questa città dia la possibilità a questi talenti di non essere costretti ad andare via?
Sicuramente
L'obiettivo è per me offrire la possibilità di sceglie in modo da non vivere il lavoro fuori dai confini come una firma di moderna emigrazione.

Ci racconta quali sono le Sue passioni, oltre la politica?
La musica, il tango, viaggiare

Qual è il suo sogno nel cassetto?
Ho un "settimino". Qualche cassetto l'ho già aperto e alcuni sogni li sto vivendo
Il resto verrà.
A cura di Katiuscia Verlingieri

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy