Vincenzio Vivenzio tra i protagonisti di "Io Vivrò" .... ottobre 10, 2017 \\

Descrivi il tuo giorno lavorativo perfetto.
Non ho un'idea  precisa del mio giorno lavorativo perfetto... non sono amante della perfezione ma dei particolari. Penso che alzarsi la mattina  o anche la sera per fare il lavoro che si desidera.....nel mio caso lavorare sodo su un set, sia molto più importante e appagante.

Se potessi svegliarti domani con una nuova dote, quale sceglieresti?
Mi piacerebbe molto saper suonare il pianoforte, la sua melodia mi incanta, quindi magari svegliarmi domani con un talento innato nel saperlo suonare, mi renderebbe felice. Magari quando potrò, prenderò qualche lezione, almeno per poterlo toccare.
A chi sei più grato per la tua passione artistica?
 Sono grato al cinema, alla musica, e ai libri con i quali sono cresciuto, augurandomi che possano sempre nutrire la mia anima.
Cambieresti qualcosa nel mondo del cinema e della televisione in cui ti sei formato?
 Il mondo del cinema e della televisione in cui mi sono formato e continuerò a formarmi, mi hanno reso l'attore che sono oggi. 
Quindi più che cambiare qualcosa, mi sto rimboccando le maniche, per cercare di crescere e migliorare.

Cosa conta di più nell'amicizia?
La fiducia e il rispetto reciproco, nutrire dei sentimenti reali.
Sei stato protagonista del corto "Io Vivrò" diretto da Domenico Morra, dove hai affrontato la tematica della violenza sulle donne. Raccontaci come nasce questo progetto e cosa ti ha spinto ad accettarlo.
Sono stato uno dei protagonista dello short film "Io Vivrò" diretto da Domenico Morra, prodotto da Artistikamente , promosso dalla cooperativa Amira e finanziato dal comune di Napoli. E' un progetto a forte impatto sociale, ambientato  a Napoli, approfondisce il tema della violenza sulle donne, dell'amore e dell'ossessione tra giovani e adolescenti.
Ho accettato questo ruolo già dopo aver letto la sceneggiatura. Avere la possibilità di poter raccontare un tema oggi molto diffuso sopratutto tra ragazzi. Molti dei quali ne sono vittima, e  che per paura , per un amore insano, non hanno il coraggio di raccontarsi e denunciare. Nonostante la tematica di questo film, è stato entusiasmante lavorare con dei professionisti , con ragazzi molto giovani, anche per la prima volta davanti alla macchina da presa, che hanno messo il cuore e la passione mettendo in gioco le proprie emozioni.
Qual'è il tuo ricordo più caro in riferimento alla tua collaborazione al festival CortoCulturalClassic?
Sicuramente la perfetta sinergia che si è creata con gli altri Attori, ma anche con grandi registi presenti alla premiazione, hanno reso una serata importante non impegnativa, e quindi me la sono goduta.
Risultati immagini per vincenzo vivenzio venezia
E del festival di Venezia cosa ci racconti ... ti abbiamo visto sfilare sul famoso red carpet.
La 74 mostra del Cinema di Venezia è stata un' esperienza magnifica. Ero ospite alla prima del film "Victoria e Abdul" diretto da Stephen Fears con l'incredibile Judy Dench. E' stata la prima volta che salivo su un red carpet cosi importante, ed è stata un'emozione che faccio fatica a descrivere. Non vi nego che ero molto imbarazzato quando attraversavo il tappeto rosso , ma a quanto pare un imbarazzo che è piaciuto molto alla folla di fotografi , che mi hanno dedicato degli scatti meravigliosi.
I tuoi progetti futuri?
A breve uscirà una miniserie  web "EPAC" di 6 episodi in onda nazionale. Questo progetto affronta le tematica di una patologia nota che è l'Epatite C, che vede 5 pazienti che non si conoscono tra di loro, fare un viaggio sia fisico che mentale. Ognuno di loro con una diversa e forte personalità, si trovano a doversi confrontare con questa malattia, su come è stata contratta, sulle possibili cure, ma sopratutto con se stessi. Mi vedrete nel ruolo di Simone, un giovane Nerd in emodialisi, un viaggio che si rivelerà una vera e propria avventura. Regia di Valerio di Paola, progetto curato da Nunzio Paolo Russo, prodotto dalla Maestro Production
Risultati immagini per vincenzo vivenzio

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).