Flaminia P. Mancinelli ..... da quando vivo all’estero, considero l’editoria elettronica una chance in più.... febbraio 28, 2018 \\

Bellissima intervista umana ed intellettuale ... quando uno scrittore Reali incontra l'altro scrittore Mancinelli  in una sana intervista fatta con lealtà e realtà  di pensiero ..... Napoli Cultural Classic 
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Flaminia ti senti più giornalista o scrittrice, l’approccio alla parola è differente, come lo misuri e in che modo convivono, se lo fanno, queste due anime?
Ho fatto la giornalista più per “dovere” che per naturale inclinazione, ma vorrei precisare che questi “mestieri” della comunicazione hanno in comune la “curiosità”. È questa particolarità che muove all'approfondimento, sia di un fatto reale sia di un personaggio o di una situazione immaginaria. Anche quando “metto il cappello di scrittrice” (cosa che faccio ormai ogni giorno) quello che comunque mi preme trasmettere al lettore è la verosimiglianza, di avvenimenti e di caratteri umani. Mi auguro di riuscirci.
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Chiudi gli occhi, ascolta il battito del cuore, e raccontami un successo che ancora oggi ti riempie di soddisfazione.
Risale a circa vent’anni fa, dopo la pubblicazione del mio primo romanzo con l’editore Gremese, Gli Insofferenti. All’epoca lavoravo in una libreria e mi occupavo della redazione di una rivista. A sorpresa arrivò in ufficio un uomo che voleva conoscermi e complimentarsi con me; faceva parte di un’associazione di ex-studenti di un liceo romano e a mia insaputa avevano dato vita a un Fan club legato al mio libro. Ne fui molto stupita e commossa, per la prima volta compresi la potenza della comunicazione, come un pensiero, un’emozione nata nello spazio chiuso di una stanza potessero travalicare tempo e spazio, raggiungendo persone delle quali ignoravo l’esistenza.
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Allo stesso modo, cosa c’è di amaro, annidato nell’anima, che non sarebbe dovuto andare così?
Ho un carattere piuttosto schivo e riservato, non amo né mettermi in mostra né scendere a compromessi. Non ho voluto “bazzicare” i salotti romani della cultura e ne ho pagato pegno. Non ho accettato di “ghettizzare” il mio scrivere, appoggiandomi a una corrente politica o a un qualche “carrozzone”, e nessuno si è scomodato a scoprirmi… Tutt’ora molti miei libri antecedenti a questi di fiction sono poco noti, soprattutto negli ambienti nei quali amerei essere conosciuta, ma c’est la vie… Oggi, pubblicare con la Newton Compton, prestigiosa casa editrice romana, mi sta ripagando di tanto “amaro”, e chissà che un giorno… Sono anche una “cinica ottimista”, se mi permetti la contraddizione!
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli


Cosa pensi dell’auto pubblicazione e degli ebook? Il profumo della carta sta perdendo il suo fascino?
Ho iniziato a leggere ebook nel 2011, con il classico kindle di Amazon, e da allora non ho più smesso… Pur continuando a leggere anche nel tradizionale modo cartaceo. Soprattutto da quando vivo all’estero, considero l’editoria elettronica una chance in più. La carta ha il suo fascino certo (anche se il suo profumo con il tempo tende a scemare…) ma la praticità di avere in pochi istanti in mano il libro che si desidera leggere? Poterselo portare insieme ad altri duecento in pochi centimetri di ingombro ovunque si vada?
L’uno non esclude l’altro, chi li mette in contrapposizione ha voglia di alimentare polemiche e basta.
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Il tuo libro “Inquietante delitto in Vaticano”ha avuto una storia particolare, passando per il web è giunto a un ottimo risultato: essere pubblicato da ‘Newton & Compton’. Ce la racconti?
Prima di questo “giallo delle catacombe” avevo scritto un’altra fiction, piuttosto impegnativa (La profezia della Stella) che prima era stata pubblicata in cartaceo e che poi, affascinata dall’ebook, ho riedito in formato elettronico nel 2012. Con questo formato il bacino dei miei lettori si è ampliato molto e quindi quando ho scritto la mia seconda fiction ho deciso di editarla direttamente in entrambi i formati e su Amazon. Il successo è stato improvviso ed esteso, oltre ogni mia più rosea aspettativa. In pochi giorni il “giallo” (che allora s’intitolava Omicidi all’ombra del Vaticano) è saltato in vetta alla classifica del Marketplace di Seattle, ricevendo ottime recensioni da parte dei lettori.  È stato a questo punto che sono stata contattata da un editor della Newton Compton. Una casa editrice sensibile ai gusti del pubblico, e che non disdegna di prestare attenzione anche ai Self Publisher. Erano gli ultimi mesi del 2015 e a gennaio 2016 il mio libro è uscito nella collana “GialloItalia” con il titolo di Inquietante delitto in Vaticano. 
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Come mai la scelta di trattare un tema scottante, delicato e intoccabile come la Chiesa? Denuncia? Volontà di narrare qualcosa che hai esperito?
La Chiesa cattolica, perché è di quella che si parla nel libro, è composta di uomini che come tali sono fallibili. E fin qui niente di inquietante… I problemi iniziano a divenire di ordine morale e a provocare dolore e risentimento nelle coscienze, quando le alte sfere di quella “chiesa” intervengono per difendere e sottrarre alle leggi di uno Stato chi tra i suoi rappresentanti ha commesso un crimine. È questa consorteria che si comporta in modo assolutamente amorale che per me è inconcepibile, e che è all’origine della trama del mio libro. 

Pensi che sia divenuto un best seller anche perché ha fatto leva sulla curiosità morbosa, e lasciami dire giustificata, di stanare l’ipocrisia del mondo ecclesiastico?
In Italia ma anche nel resto del mondo la parola Vaticano esercita certamente un fascino morboso visto che riguarda una delle più antiche istituzioni di Potere dell’umanità. Un’istituzione che peraltro dovrebbe riguardare lo spirito ma che da sempre ha commistioni con il mondo della politica e del potere economico. Un fascino perverso soprattutto per noi italiani che da sempre ne siamo influenzati e non riusciamo a fare della nostra nazione uno Stato laico. Il mondo ecclesiastico?  Nel mio libro lo definisco una Setta e se si legge la definizione per essa credo che tutto appaia estremamente chiaro… 

Sei in uscita con un nuovo lavoro, “Senza movente”, sempre per la Newton & Compton, come è nata l’idea alla base di questo progetto editoriale? Cosa si devono aspettare i tuoi lettori?
Ho voluto verificare… Io per prima volevo capire se il successo del libro precedente era da ascrivere soltanto al “Vaticano” o se la trama e i personaggi, se il mio modo di narrare piacevano comunque ai miei lettori. Mi ero trasferita da poco nella Francia del Nord ed ero io stessa conquistata e affascinata dalle regioni (la Bretagna e la Normandia) nelle quali ho ambientato una parte del libro. Così ho rischiato! Ho scritto un noir del tutto diverso dal precedente, anzi, ho scritto due storie. Anch’io mi ero affezionata a Sara Vittorini, al maresciallo Lamanica e a Grazia Onori, così con loro ho dato vita a un’latra vicenda che accade a Roma. Dai primi risconti – anche questo ha iniziato a scalare le classifiche di Amazon, ricevendo molti consensi e recensioni positive – direi che l’esperimento è riuscito e ne sono molto felice.
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Come vedi il futuro nel medio periodo, cosa realizzerai ancora, hai già dei progetti?
Ovviamente, come ti dicevo all’inizio, io sono una “curiosa”… Così ho deciso di mettere in stand by per qualche tempo il capitano Nicola Serra e compagni, per dedicarmi ad altri personaggi. Si tratta pur sempre di un Noir, ambientato a Roma, ma con un congegno differente da Inquietante e Senza movente.
È una storia che mi piace molto, per la quale - come sempre – sto attingendo dalla mia esperienza personale con la dovuta dose di fantasia a corredo. Spero che questo nuovo personaggio, un’ispettrice di P.S. piaccia anche ai miei lettori almeno quanto ha affascinato me. È un po’ sui generis, ma non per i soliti stereotipi… e con le sue scelte metterà a dura prova la sua coscienza e la vostra, spero.
Subito dopo, ovviamente, una nuova doppia avventura per Serra e compagni, anche questa, credo, tra Italia e Francia. 
Risultati immagini per Flaminia P. Mancinelli
Saluta i lettori di Napoli Cultural Classic con una frase che ti rappresenta particolarmente.
Senza… Santi in paradiso
Senza… Rete di protezione
Mettendoci sempre la faccia.
 
Intervista a cura dello scrittore Emiliano Reali

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy