Lorenzo Adorni: " A circa 16 anni, mentre preparavo il mio primo spettacolo teatrale, ho scoperto ......" tra i protagonisti "Volevo fare la rockstar". marzo 23, 2018 \\

Descrivi il tuo giorno lavorativo perfetto ….
Non saprei dare una scaletta precisa, in realtà. Forse solo una sensazione: quella di svegliarsi sapendo che da quel momento in poi andrai a fare una cosa che ami.
Risultati immagini per Lorenzo Adorni attore
Come hai scoperto la tua  vocazione per la  recitazione.
Da piccolo piccolo mi piaceva intrattenere le persone, pensare che potessi farle ridere e stare bene con le mie imitazioni. A circa 16 anni, mentre preparavo il mio primo spettacolo teatrale, ho scoperto che quella “cosa” era ben più profonda, era come un bisogno reale di comunicare e poter far sentire veramente qualcosa a chi mi stava guardando.
Risultati immagini per Lorenzo Adorni attore
Se potessi svegliarti domani con una nuova dote, quale sceglieresti?
Non so precisamente a che dote possa corrispondere, ma vorrei potermi svegliare con la capacità di dare meno spazio al pensiero superfluo e più respiro alle azioni spontanee.
Risultati immagini per lorenzo adorni attore
A chi sei più grato per la tua passione artistica?
Per prima cosa, sento davvero di dover essere grato alla sorte, per due motivi; il primo che la sorte ad oggi mi ha sempre messo in condizione di poter fare quello che desidero senza aggiungere troppe difficoltà a quelle già previste nell'iter dei lavori legati all'arte e il  secondo motivo è che da sempre, accanto a me, ho persone che non mi hanno mai  ostacolato ma che usano ogni energia a loro disposizione per supportarmi. Dai miei genitori e da mia sorella, passando per gli amici più cari fino ad arrivare alla mia compagna,Sara, che crede nelle mie capacità e in questa mia passione molto più di quanto io non riesca a fare.  E in piccola parte ringrazio anche quella parte di me che, qualche anno fa, mi ha voluto trascinare fuori da un “limbo” odioso e mi ha dato la forza di incominciare ciò che sentivo di voler fare davvero. Infine, la mia gratitudine va a tutte quelle persone che hanno creduto (credono o crederanno) in me. Professionisti non vincolati o veicolati dall'affetto, che hanno dato un valore non solo alle mie capacità ma anche all'essere umano che sono dandomi quindi la possibilità di mettermi in gioco.

Cambieresti qualcosa nel mondo  del teatro e del cinema  in cui ti sei formato?
Vorrei meno individualismo e arrivismo. Mi rendo conto che la direzione in cui stiamo andando oggi, tra le condizioni di lavoro troppo precarie e l’insicurezza (sul domani e su noi stessi) che cresce spietatamente soprattutto in noi giovani, soffoca la sincerità e ogni voglia di condividere tempo, parole, opinioni, fiducia e crescita in maniera spontanea e corretta. 

 C’è qualcosa che hai sognato di fare e non hai fatto?
Al momento non saprei rispondere..nel senso, ho sognato spesso e tantissime cose, legate e non al mio lavoro, che poi per vari motivi non si sono realizzate ma non voglio smettere di credere che un giorno potrò recuperarle o che ne verranno di ancora più incredibili! 

Tre domande in una …. Il tuo romanzo preferito ….. il tuo film preferito … il tuo spettacolo teatrale preferito
“Il vangelo secondo Biff” di Christopher Moore ; “Mommy” di Xavier Dolan (è il mio amore più recente..ma non sono sicuro al 100% di poterlo definire il preferito in assoluto) ; “I corti” di Aldo, Giovanni e Giacomo 

Sei stato impegnato nelle riprese della prima stagione della nuova serie “il Cacciatore” diretta da Stefano Lodovichi e Davide Marengo, nei panni del boss latitante di cosa nostra Matteo Messina Denaro…. Come hai fatto tuo questo personaggio..
Mi ha aiutato molto la mia origine. Matteo Messina Denaro era capomandamento di Castelvetrano, nato e cresciuto in quel paese. Mia madre è nata a Castelvetrano e si può dire che metà di me sia cresciuta in quei luoghi, con il dialetto siciliano di quelle zone come seconda lingua. Purtroppo sono tante le storie che legano quei posti a questa figura e sono anche parte di me, come ad esempio quella dell’omicidio del sindaco Vito Lipari, in cui mi è difficile credere che Messina Denaro non fosse implicato..ho provato a immergermi in quelle storie, in quegli ambienti che conosco molto bene, in quei luoghi in cui tutto è fermo in una stasi surreale, nei fatti di cronaca e ho cercato di dare, al meglio che potevo, un volto e “un modo” di essere a quello che è uno dei fantasmi più terribili della storia di Cosanostra.

Che cosa è troppo serio per scherzarci su?
La mia emilianità mi permette di poter ironizzare su tutto. Non sono uno che bada troppo ai “taboo” ma sono molto sensibile al tono e ai modi in cui vengono dette le parole. Se non mi torna una delle due cose, anche un “pesce d’aprile”, con me, può diventare una tragedia.
Risultati immagini per Lorenzo Adorni attore
 I tuoi prossimi impegni?
Niente di preciso in vista, tutto in cantiere ancora quindi...incrociamo le dita!
Grazie per questa opportunità e per l’interesse mostrato nei miei confronti con queste domande interessanti. Un saluto a tutti!!
Lorenzo Adorni

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy