la notizia attraverso le immagini... il fotografo Erdogan arrestato... aprile 6, 2018 \\

Commenta la notizia..... articoli di attualità consigliato ad un pubblico maturo ed attento ai cambiamenti per il contenuto forte delle immagini...

uno strano Grande Fratello con Barbara D'Urso... tutti perfetti i concorrenti.in una strana fattoria...
It
il pagliaccio assassino è tornato.....
Immagine correlata
“ASIA NON E’ STATA INVITATA AI DAVID DI DONATELLO PERCHE’ E’ UN’ATTRICE SCOMODA: ERANO IMPAURITI DALLA SUA VIVACITÀ” - DARIO ARGENTO: “IN AMERICA NESSUNO SI È PERMESSO DI SCAGLIARSI CONTRO LE ATTRICI CHE HANNO SUBITO MOLESTIE: E’ SUCCESSO SOLO IN ITALIA - CON CHI VORREI LAVORARE? MI PIACEVA NICOLE KIDMAN, ORA SI È ROVINATA IL VISO CON TUTTE QUELLE OPERAZIONI. 
Risultati immagini per Dante Ferretti
“I MIEI TRE OSCAR? LI CONSERVO SU UNA MENSOLA DELL' IKEA” – LO SCENOGRAFO DANTE FERRETTI RACCONTA DI QUANDO INVENTAVA I SOGNI PER FELLINI E POI PARLA DI DE ANDRE’ ("CONOBBI MIA MOGLIE GRAZIE A LUI”), DI TRUMP, SCORSESE E DEL DALAI LAMA: “DISEGNÒ PER ME” 
Francesco Pannofino
Pannofino su Scherzi a parte......
Risultati immagini per montepaschi
MONTEPASCHI NON RIESCE A RECUPERARE 70 MILIONI PRESTATI A PARTITI, UOMINI (E DONNE) POLITICI E LORO PARENTI – LA BANCA LI HA CLASSIFICATI “NO PERFORMING”. CIOE’, DIFFICILMENTE VERRANNO RIMBORSATI – I NOMI? TOP SECRET IN NOME DELLA PRIVACY - MA IL SALVATAGGIO DI MPS L'HA PAGATO LO STATO, CIOE' NOI CONTRIBUENTI
Albano ribadisce che la sua donna ideale è Romina.....
Don Matteo 11
Don Matteo sempre record di ascolti....
foto gaudenzio ferrari © ANSA
E' un racconto di botteghe, di allievi e maestri, quello in mostra ne "Il Rinascimento di Gaudenzio Ferrari", fino al 1 luglio tra Varallo, Vercelli e Novara. Con le oltre cento opere selezionate dai curatori, Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, esposte nelle tre tappe piemontesi si ripercorrono le età dell'ascesa artistica (formazione, maturità e culmine di carriera) di uno dei più grandi pittori del Cinquecento italiano - "che immeritatamente non viene collocato nel rosario dei più importanti", specifica Stoppa. E' un dialogo continuo tra le opere già radicate sui territori, nelle chiese ad esempio, e quelle raccolte dai curatori nelle tre sedi espositive con prestiti che arrivano da vicino (Galleria Sabauda, il Museo Civico d'Arte Antica e l'Accademia Albertina di Torino) e lontano (il Louvre, il Ringling Museum of Art di Sarasota, lo Städel Museum di Francoforte). Un nuovo concetto di mostra "on the road", che si allontana dalla fruizione classica del visitatore: non si entra in un solo luogo per vedere le opere dell' artista, ci si sposta passo passo con lui. E' un invito al viaggio.
Per ri-scoprire Gaudenzio Ferrari - a quasi sessanta anni dalla sua ultima mostra (voluta da Giovanni Testori a Vercelli, nel '56) - si deve partire dall'alto: dal Sacro Monte di Varallo, piccola ricostruzione di Gerusalemme voluta nel Cinquecento dal francescano Bernardino Caimi. Meta di pellegrinaggio di molti fedeli, è un grande palcoscenico a cielo aperto in cui i pellegrini sono immersi in una rappresentazione quasi teatrale delle narrazioni religiose, circondati dalle statue a grandezza naturale scolpite e dipinte proprio da Ferrari, su alcune delle quali sono ancora visibili le incisioni dei voti e le firme "di passaggio" dei credenti. Il sogno di Giuseppe, l'Annunciazione di Maria, la Natività, l'arrivo dei Magi, la Crocifissione - una grande scena corale in cui i fedeli assistono al sacrifico di Gesù - sono solo alcune delle "pice teatrali" della vita di Gesù distribuite nelle 50 cappelle che compongono il Sacro Monte. Ad anticipare la plasticità e la narrazione, tipiche del linguaggio gaudenziano, è il ciclo di affreschi del transetto di Santa Maria delle Grazie a Varallo - ultimato da un Gaudenzio poco più che trentenne - che illustra, in 21 episodi, la vita di Cristo.
    Un racconto per immagini che, in occasione della mostra, è possibile vedere a un palmo di mano, così vicino che quasi si potrebbe sfiorare allungando un braccio dal ponteggio allestito ad hoc all'interno della chiesa. A chiudere la prima tappa del tour, è la Pinacoteca di Varallo, ai piedi del sentiero che conduce al Sacro Monte, in cui si scoprono i maestri che furono di ispirazione per Gaudenzio: Bramantino, Perugino, Da Vinci, Scotti. Gaudenzio, ora convinto del suo linguaggio artistico, scende più a valle, in un ideale viaggio tra consapevolezza e crescita artistica che dall'alto della Valsesia lo porta a Vercelli. Seconda tappa del 'Gaudenzio Ferrari on the road'.
E' qui che realizzerà "il suo capolavoro" con il ciclo di affreschi della Maddalena e della Vergine nella chiesa di San Cristoforo e la pala della Madonna degli Aranci, che ne decora l'altare maggiore. Altre opere risalenti al periodo di committenza "vercellese" sono esposte nella cornice della chiesa sconsacrata San Marco - in cui Gaudenzio decorò una cappella (oggi perduta) - che da anni ospita nello scenografico parallelepipedo 'Arca' esposizioni internazionali temporanee, tra cui alcune collezioni del Guggenheim. Terza e ultima tappa è l'esposizione della produzione "matura" nel Broletto di Novara, non a caso - chiarisce Agosti - vicinissima alla Milano in cui Gaudenzio trascorse gli ultimi dieci anni di vita e concluse il suo viaggio alla prestigiosa committenza dell'ultimo duca degli Sforza, Francesco II. Qui va in scena il trionfo del Ferrari: da allievo di bottega è diventato un modello da seguire e da imitare.
Bene lo dimostra la sua Ultima Cena, a cui sono accostate in sequenza quella di Bernardino Lanino, Valerio Profondavalle e Raffaele Crespi che chiariscono come lo stile e il linguaggio gaudenziano sia ormai diffuso: stesse scenografie narrative, prospettive, dettagli e mimiche dei personaggi. Al culmine e termine della sua carriera, nel periodo milanese in cui dipingerà ,tra gli altri, Il battesimo di Cristo a Santa Maria dei Miracoli, la cupola degli Angeli musicanti di Saronno, lo Sposalizio della Vergine a Como, Gaudenzio Ferrari cerca - tra la più accanita concorrenza di artisti e le avanguardie milanesi - di adeguarsi ai gusti del momento: "si avverte il suo dilemma: modificare scelte e linguaggi o continuare con quanto fatto? - spiega Agosti - Le scene sono più complicate, le figure ingigantite, nervose, cambiano i colori". Gaudenzio si affaccia al Manierismo. E alla sua morte, nell'ultimo giorno dell'anno 1546 sarà il suo allievo Giovanni Battista Della Cerva a portare avanti ciò che rischiava di rimanere incompiuto.
 "Con questa mostra, organizzata in modo tradizionale e cronologico, desideriamo che il visitatore colga la piena linearità e la temperature espressiva dell'artista, la diversità, i suoi cambiamenti", hanno spiegato i curatori.  
Risultati immagini per gianni agnelli nudo
 CORRIAS VERGA UNA DURISSIMA STRONCATURA DEL DOCUMENTARIO HBO SU GIANNI: “SCOMODA MALINCONICHE SIGNORE CON RUGHE E DIAMANTI PER DIRCI DEL FASCINO CHE ESERCITAVA SU FEMMINE COSTOSE COME BANCHE. INTERVISTA SOLO I SUOI SCUDIERI, DIMENTICANDO LE TANGENTI, L’EVASIONE FISCALE PIÙ STRATOSFERICA DELLA STORIA, GLI SCANDALI SOFFOCATI. A COMINCIARE DALLA PIÙ GRANDE OPERAZIONE DI SPIONAGGIO MAI AVVENUTA IN ITALIA…”
Risultati immagini per gianni agnelli nudo
Un Uomo che ha dettato le leggi sbagliate della vanità ..... ha mostrato al mondo la figura del pessimo padre......
Risultati immagini per claudio Amendola nudo
“IL ‘COMUNISTA’ AMENDOLA, QUELLO CHE FA LA PROMOZIONE ALLE SCOMMESSE ONLINE, AVEVA APOSTROFATO PESANTEMENTE SALVINI, DEFINENDOLO ‘RAZZISTA’. IN SOLI TRE ANNI, DA ‘RAZZISTA’ A ‘MIGLIOR POLITICO DEGLI ULTIMI 30 ANNI, IL SALTO MORTALE È TRIPLO”. SE LA PRENDE CON LUCA TELESE SU RADIO24'' - SCANZI: ''I TROMBONI DI SINISTRA CONTINUANO A CREDERE CHE CHI VOTA LEGA SIA SCEMO E CHI VOTA LA PICIERNO MERITI IL PULITZER, MA...''
Risultati immagini per Renzo arbore e mariangela melato
ARBORE RICORDA LA MELATO, LA DONNA CHE HA PIU’ AMATO NELLA VITA: “CI SIAMO SALUTATI CANTICCHIANDO. PRIMA DI ANDAR VIA, AVREI VOLUTO DIRLE QUALCOSA DI AFFETTUOSO. MA LEI MI RISPOSE...” – QUANDO BATTISTI SI TRASFORMO’ IN “CUPIDO” - DOMENICA LO SHOWMAN SARA' TRA I PROTAGONISTI DELLA SERATA ALL’ARGENTINA DEDICATA ALL'ATTRICE COL DOCUFILM “MARIANGELA”
Risultati immagini per milano con un like
MILANO “CI PIACE”. O NO? - UN ENORME LIKE BIANCO È APPARSO NELLA NOTTE TRA VENERDÌ E SABATO IN PIAZZA XXV APRILE, AL CENTRO DELLA CITTÀ - ACCANTO ALLA CANDIDA SCULTURA CAMPEGGIA SOLO L'ENIGMATICA FRASE “L'IMPORTANTE NELLA VITA È AVERE LIKE” - UN PANNELLO INTERATTIVO INVITA A ESPRIMERE IL PROPRIO CONSENSO O DISSENSO, CON UN POLLICE SU O UN POLLICE GIÙ, APPUNTO

Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf
CAGDAS ERDOGAN, FOTOGRAFO DI 26 ANNI, È STATO ARRESTATO A SETTEMBRE PER TERRORISMO – 
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf
STAVA CATTURANDO L'ESPLOSIONE DELLA RIBELLIONE CLANDESTINA A ISTANBUL – 
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf
Erdogan è un turco curdo di 26 anni e fa parte di SO Collective , un’agenzia fotografica indipendente e anonima creata nel 2013 da quei fotoreporter che, per molte ragioni, sono stati inseriti nelle liste nere dalle autorità e emarginati dai media ormai quasi completamente statali. Il gruppo, originariamente chiamato lo “stato di emergenza collettiva”, si impegna a fornire “una fonte alternativa di informazioni”, fotografie prive di graffi agli obiettivi dei disordini civili e lontano dal risorgente autoritarismo della Turchia sotto il presidente Recep Tayyip Erdogan. 
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf nude
Prima di essere arrestato, Çagdas Erdogan stava lavorando ad un suo progetto fotografico “Control”. «Mi sono trasferito nel distretto Gazi di Istanbul nel 2014 per completare il mio progetto Control. Attualmente sto fotografando i conflitti politici armati, i combattimenti tra cani e le feste sessuali che si svolgono in Gazi e in altri quartieri segregati a Istanbul. Il fattore comune tra queste aree è che i residenti sono principalmente Curdi, Aleviti e rifugiati. Recentemente, il governo ha aumentato la pressione e ora sta tentando diverse strategie politiche per eliminare queste comunità».
Immagine correlata
Il suo lavoro è stato pubblicato da testate internazionali tra cui il "New York Times", il Guardian e il Wall Street Journal e immortala gli aspetti più nascosti della capitale turca. La vita notturna, le comunità LGBT e movimenti di resistenza.
 Immagine correlata
All’inizio di quest’anno, Çagdas Erdogan ha pubblicato proprio la sua prima monografia con Akina Books "Control", che riguarda scatti a Istanbul tra il 2015 e il 2017. Al momento della pubblicazione il sito web di Erdogan  non era disponibile.
Nelle sue fotografie si assiste a combattimenti di cani, violenza armata e sesso, e l’osservatore viene trascinato in un apparente malvagio mondo sotterraneo nascosto alla vista. Gazi è uno dei tanti distretti in cui Erdogan si è spinto, dove le comunità sono emarginate o sono costrette nei sobborghi della città. In gran parte si tratta di personaggi che, dimenticati o ignorati di giorno,  prostitute, criminali e anime perdute, dominano invece la notte, e nell’obbiettivo di Erdogan si collocano al centro della scena.
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf nude
“Le attività sessuali sono uno degli eventi più segreti che vengono spinti nella notte. Coloro che non riescono a vivere i loro diversi orientamenti e preferenze sessuali all’interno della società, li soddisfano segretamente di notte. Persone di diverse classi e professioni si riuniscono per organizzare feste sessuali. Coloro che partecipano a questi eventi sono di solito persone che sono costrette a nascondere il loro orientamento sessuale e le loro preferenze dalla società” riferisce il fotografo stesso .
Immagine correlata
Erdogan ha iniziato a partecipare a raduni in Gazi in cui le coppie, e talvolta gruppi di persone, avrebbero fatto sesso apertamente, di fronte ad altri frequentatori di feste. Che fossero uomini con donne, uomini con uomini o donne con donne, non interessava particolarmente Erdogan – li vedeva indistinguibili, uno e lo stesso. Ciò che era importante qui era l’esibizionismo: farlo non solo davanti agli altri, ma nel mirino della sua macchina fotografica. Le sue fotografie erano diventate atti performativi e di aperta ribellione.
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf nude
«Nella Turchia moderna - dice - chiunque abbia una qualsiasi forma di emarginazione sessuale è obbligato a nascondere la propria sessualità. Mi è stato permesso di assistere ad azioni in contrasto con l’immagine conservatrice di Istanbul. Si sono fidati di me abbastanza da aprirsi alla mia macchina fotografica. Essere in grado di fotografare è stata un’esperienza straordinaria».
 Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf nude
Çagdas Erdogan riesce ad offrire uno sguardo sul lato oscuro e contorto di Istanbul.
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf
«I conflitti nell’est del paese spesso aumentano la gravità della pressione. Progetti a lungo termine come la trasformazione urbana vengono introdotti e dissimulano la cultura creata in questi quartieri. I problemi all’interno del sistema educativo portano anche tensione. Semplicemente non ci sono abbastanza scuole e insegnanti in quello che risulta nella maggior parte dei giovani che abbandonano la scuola senza aver completato il liceo” scrive Erdogan. Questo fa sì che i bambini realizzino il loro potenziale in altri campi. Crescono cercando di mettersi alla prova da un’età molto giovane. Sfortunatamente questo porta alcuni a seguire un percorso che li introduce al traffico di droga o ai combattimenti illegali di cani. Dopo un po', diventa un modo di vivere».
Risultati immagini per çağdaş erdoğan fotoğraf
«Fotografare persone in Turchia è sempre stato difficile - ha detto un portavoce del gruppo - Tutti sono sospettosi. Come fotografo, puoi essere un agente segreto, qualcuno dello stato, un terrorista. Questo rende quasi impossibile connettersi con le persone. Il paese è in uno stato di costante paranoia. Ma stiamo trovando modi per esistere, per essere là fuori – e inseguire la verità ».
Risultati immagini per murales dimaio e salvini che si baciano
 PARLA IL WRITER SALVATORE BENINTENDE, AUTORE DEL MURALES COL BACIO TRA IL GRILLINO E IL LEGHISTA: “MI SONO ISPIRATO ANCHE AL BACIO TRA HONECKER E BREZHNEV RIPRODOTTO SULLA EAST SIDE GALLERY - IL COMUNE DI ROMA LO HA CANCELLATO? SPERO CHE OLTRE AL RIPULIRE IL MURO, SVUOTI I CASSONETTI PIENI DI IMMONDIZIA...”
Risultati immagini per salah nudo
SALAH, “THE GREATEST!” – IL RIMPIANTO DEL TIFOSO GIALLOROSSO VERDONE: "CHE TRAGEDIA PER LA ROMA LA SUA PARTENZA. QUANDO SEPPI DELLA SUA CESSIONE SPACCAI IL CELLULARE CONTRO IL MURO. E’ ANDATA COSI’…" - LE PAROLE DI KLOPP, TOTTI E GUARDIOLA SULL’EGIZIANO – E DALLA SPAGNA DICONO: HA L’ACCORDO COL REAL

Risultati immagini per laura pausini nuda
STRONCATA LAURA PAUSINI! – TRA TANTE PENNE CHE PERDONO SALIVA DA TUTTI I PORI, SI FA LUCE LUZZATTO FEGIZ: “SI FA FATICA AD ARRIVARE ALLA FINE DELL'ASCOLTO DEL SUO NUOVO ALBUM DI INEDITI, CHE POTREMMO DEFINIRE UNA RACCOLTA DI “NENIE D'AUTORE” - I CONTENUTI GRONDANO IMPEGNO, MA FINISCONO IN UN BINARIO MORTO’’
immagini Oxenbury © ANSA
 Oxenbury, mie illustrazioni old fashion. Esce 'La fattoria degli animali liberi' che guarda a Orwell
Elisa Del Genio e Ludovica Nasti, nei panni Elena e Lila Bambine, protagoniste della serie tv L'amica geniale © ANSA
 Una più alta con i capelli, la carnagione e gli occhi più chiari, l'altra più bassina e olivastra, occhi neri, calzettoni allungati, alle caviglie scarpe con le stringhe, l'ambiente è un interno cupo. Le bambine stringono in mano entrambe la loro bambola di pezza, ma sono vestite con abiti di merletto bianchi, come si usava all'epoca.
Sono state diffuse le prime immagini ufficiali de L'amica geniale, la serie in otto episodi diretta da Saverio Costanzo (Private, La solitudine dei numeri primi, Hungry Hearts), tratta dal best seller L'amica geniale, il primo libro della quadrilogia di Elena Ferrante, edita in Italia da E/O. Le riprese della serie sono in corso a Caserta. In scena oltre 150 attori e 5000 comparse. Un casting durato otto mesi, durante i quali sono stati provinati quasi 9000 bambini e 500 adulti da tutta la Campania. Attori professionisti e non professionisti, piccoli reclutati nelle scuole di tutti i quartieri.
A interpretare Elena e Lila bambine, sono rispettivamente Elisa Del Genio e Ludovica Nasti. Giovanissime protagoniste per la prima volta sullo schermo, mentre Margherita Mazzucco e Gaia Girace saranno le due protagoniste adolescenti. Imponente il lavoro di ricostruzione del Rione: la troupe tecnica della produzione, composta da 150 persone, ha creato 20 mila metri quadrati di set costruiti in oltre 100 giorni di lavorazione. In questi mesi hanno costruito 14 palazzine, 5 set di interni, una chiesa e un tunnel. I costumi saranno circa 1500, tra realizzazioni originali e di repertorio.
L'Amica Geniale è una serie HBO-RAI Fiction e TIMVISION, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango in co-produzione con Umedia Production. Tutti gli episodi saranno diretti da Saverio Costanzo. Il soggetto e le sceneggiature sono di Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci e Saverio Costanzo. Jennifer Schuur è il produttore esecutivo. FremantleMedia International è il distributore internazionale.
 © ANSA
TARANTO - La Mostra del Cinema di Taranto omaggia la Settimana Santa tarantina. E lo fa con "Transito", una street performance tratta da alcuni film a sfondo religioso, legati a questo periodo che, per la città, assume un valore particolare. Appuntamento per sabato 24 marzo dalle 18:00 alle 21:00 in via D'Aquino (altezza civico 86) nel cuore del centro di Taranto.
    Camminando per il borgo, ci si troverà immersi in una dimensione sonora, visiva e corporea, che rivivrà la Passione di Cristo. Dal film "L'ultima tentazione di Cristo" a "Il Vangelo secondo Matteo", passando per "Il Padrino", "Amici miei" e "Jesus Christ superstar": si alterneranno passi, voci, rumori, urla e pianti che hanno accompagnato il Mistero. Per gli spettatori sarà l'occasione per riconoscere queste pellicole - selezionate dal critico cinematografico Guido Gentile - cambiare ascolto e visione, vivendo anche una "Metamorfosi", per restare in linea con il tema della seconda edizione della MCT. Nella seconda parte, "Una luce che narra": in scena un percorso di squarci d'emozione della Passione, con interpreti Alessio Ostento (performer nel ruolo di Gesù), Adele Lupo (mezzosoprano - Maria), Milad Mazaheri (performer - Giuda) Rinaldo Melucci (attore - Nerone). Testo di Michel Quoist e regia di Giovanna Lupo.
    "Per un grande evento come il nostro che vuole sempre più radicarsi nel territorio - spiega il direttore artistico Mimmo Mongelli - era doveroso realizzare un'iniziativa che toccasse il cuore della città, considerando lo strettissimo rapporto che lega Taranto ai suoi Riti".
giovanni ciacci e raimondo todaro pagelle
la coppia dello scandalo che piace alla gente .... solo chiacchiere e risate per aumentare gli ascolti ....
 © ANSA

 
Vero e falso del cibo, miraggi e bugie. Il nutrizionista Ticca smonta luoghi comuni e idee sbagliate
 © ANSA
100 donatori per tomba e pala altare Michelangelo. A Firenze gruppo da Usa e Italia per fine prima fase intervento
EMMA SI CREDE RIHANNA E NEL NUOVO VIDEO SI VESTE DA PANTERA-FETISH, CANTA "HO VOGLIA DI FARMI MALE CON TE" E DICHIARA A "OGGI": "MI HANNO AFFIBBIATO FLIRT CON CHIUNQUE, DA MIO PROMOTER A MARIA DE FILIPPI. SE FOSSI LESBICA L'AVREI GIA' DETTO..." 




La caricatura di Michelangelo nascosta nel ritratto di Vittoria Colonna (fonte: Clinical Anatomy) © Ansa
Scoperto autoritratto Michelangelo in un disegno. E' una caricatura, indizi su corporatura e stato di salute




 

Utagawa Hiroshige , Luna riflessa sulla superficie delle risaie a Sarashina , 1853 © ANSA
Hiroshige, il maestro della neve amato da Van Gogh. Dal 1 marzo alle Scuderie, 230 opere del genio del paesaggio
Risultati immagini per JOHN HOLMES culo
SONO PASSATI 30 ANNI DALLA MORTE DI JOHN HOLMES, L’ELVIS DEL PORNO, 30 CENTIMETRI D'AMORE. ADOLESCENTE MALTRATTATO, GALEOTTO, TOSSICO, SPACCIATORE, MAGNACCIA, LADRO, RAGAZZO SQUILLO E ACCUSATO DI OMICIDIO. 15MILA DONNE E QUALCHE PORNO GAY. A SCOPRIRLO È UN FOTOGRAFO CHE, SBIRCIANDO DALL’ORINATOIO, RESTA IMPRESSIONATO. L’AIDS, I FILM CON CICCIOLINA E MOANA, LA MORTE A 44 ANNI E L’ULTIMA RICHIESTA AL MEDICO
Miniatura
la buona musica fatta anche dai giovani... The kolors.... con Stash  
 © ANSA
A Palazzo Abatellis, a Palermo, Antonello da Messina incontra Francesco Laurana: fino al 22 aprile L'annunciata e il busto di Eleonora d'Aragona saranno nella stessa sala espositiva, nella galleria che dal 1954, anno della sua apertura, dedica loro due ambienti distinti all'interno del percorso realizzato da Carlo Scarpa. Per la durata dell'esposizione le due opere saranno accostate nella sala della sezione scultura che abitualmente ospita la scultura di Laurana.
    "L'idea è di 'agitare' le stanze di palazzo Abatellis - ha detto l'assessore regionale ai Beni culturali, Vittorio Sgarbi - mettendo a dialogare importanti testimonianze dell'arte rinascimentale viste normalmente come monadi. Sono due amiche, due donne, due sorelle che si parlano. A guardarle c'è la donna afghana fotografata da McCurry. Il fotografo verrà a Palermo per ritrarre la composizione".


Auschwitz a colori 1Auschwitz a colori 2
IL VOLTO TERRORIZZATO DI UNA BAMBINA POLACCA DI 14 ANNI APPENA PICCHIATA DA UNA GUARDIA CARCERARIA NEL CAMPO DI AUSCHWITZ, RIVIVE A 75 ANNI DALLA SUA MORTE GRAZIE AL LAVORO DI UN ARTISTA BRASILIANO -CZESLAWA KWOWA E SUA MADRE KATARZYNA MORIRANNO DOPO APPENA 3 MESI DAL LORO ARRESTO NEL 1943
Il piccolo Philip, rimasto orfano, viene adottato e cresciuto con l'affetto di un padre dal cugino Ambrose, in una grande tenuta di campagna, nella verde e ventosa Cornovaglia. Anni dopo, Ambrose si sposa con una donna di nome Rachel, conosciuta in Italia. A Philip, cresciuto, giungono però alcune lettere in cui Ambrose chiede il suo aiuto, ma quando il ragazzo lo raggiunge è troppo tardi. Ambrose è morto. Philip giura allora vendetta alla vedova, salvo poi trovarsi di fronte una donna completamente diversa.
Immagine correlata
“LA VITA NON VOLEVA SORRIDERMI E L'HO COSTRETTA A FARLO” - DA LUNEDÌ NEI CINEMA IL FILM DEL CANTANTE, “ZEROVSKIJ”: “AVETE VISTO CHE ROBA? 120 PERSONE SUL PALCO E ALTRETTANTE DIETRO. QUI MICA STIAMO AD ASCIUGARE GLI SCOGLI CON IL PHON – L’ITALIA NON È IL PAESE MERAVIGLIOSO CHE CREDEVO DI TROVARE A QUESTA ETÀ, MA IO SONO QUI A LAVORARE PER MIGLIORARLO”
I segreti di Wind River © ANSA
Il nome di Taylor Sheridan forse non dice molto al normale spettatore perché fino ad oggi si è celato dietro quello di registi più famosi di lui come Denis Villeneuve ("Sicario") o il nostro Stefano Sollima per cui ha scritto l'ancora inedito "Soldado" atteso al prossimo festival di Cannes. Il fatto è che Sheridan di mestiere fa lo sceneggiatore e I Segreti di Wind River (atteso il 5 aprile, distribuito da Leone Film con Eagle, dopo gli applausi allo scorso festival di Cannes (miglior regista nella sezione "Un certain regard") è il suo debutto dietro la macchina da presa.
Un consiglio ai cinefili è però doveroso: segnatevi il suo nome perché ha mestiere da vendere e talento promettente anche quando si tratta di dirigere gli attori e scegliere la giusta inquadratura. I Segreti di Wind River a prima vista è un thriller a sfondo psicologico: Cory Lambert (un ottimo Jeremy Renner) attraversando la riserva indiana per una battuta di caccia, si imbatte nel cadavere di una giovane nativa. Ad indagare sul delitto è la giovane agente federale Jane Banner (Elizabeth Olsen) che, per districare una matassa fin troppo complessa per lei e per sopravvivere nel gelido inverno del Wyoming, si deve affidare proprio al suo testimone. Man mano che i due si avvicinano alla verità, da un lato rischiano la vita e dall'altra scoprono un territorio di brutalità e vendetta contro le donne che purtroppo appartiene ormai al futuro senza speranza delle riserve indiane. "Lo stupro come prassi maschile e come passaggio rituale per le giovani native - racconta Sheridan - è purtroppo una verità negata che va di concerto con le condizioni barbare in cui il popolo delle riserve è stato costretto. Il risultato di questa barbarie violenta della società americana è una generazione di disperati che annegano l'assenza di speranze in droga, brutalità, sessismo. Mi sono ispirato a molte storie vere dei miei amici delle tribù indiane che hanno sostenuto il nostro progetto identificandosi nell'atto di accusa che ho voluto rendere pubblico coi mezzi del cinema. 
Il famoso scrittore Victor Adelman muore. Un giornalista va a trovare la vedova, Sarah Adelman. Comincia allora il racconto di una storia d'amore movimentata attraverso 45 anni di vita di coppia. Sarah incontra Victor nel 1971 e infine diventa la sua musa. Lui è uno scrittore in rottura con la famiglia cattolica di destra, narciso e ambizioso, lei, studentessa di lettere classiche, ebrea di origini modeste, colta, ironica e brillante. I due si sposano nonostante le relazioni glaciali di Sarah con i futuri suoceri, ma poco a poco la passione lascia spazio alla routine. Quando Victor, egocentrico e tormentato, comincia ad avere successo, rimprovera Sarah di essersi imborghesita e la tradisce senza scrupoli. Nonostante alti e bassi, separazioni e riavvicinamenti, la storia di Sarah e Victor è quella di "un amore irreversibile", come lui scrive in un suo romanzo. Ma chi era questa donna enigmatica che viveva all'ombra di suo marito?
Tutta l?Umbria una mostra Opere a Galleria Nazionale dell?Umbria a Perugia © ANSA
Ad aprire è il Trittico con la Madonna con bambino del Marzolini, del 1275 ma ancora così orientaleggiante, che era qui anche nel 1907. Poi, uno dopo l'altro, ecco il Cristo straziante di Nicolò Alunno, che tanto commosse la Regina Margherita. La celeberrima Annunciazione Ranieri del Perugino, i Gonfaloni delle processioni per scongiurare carestie e pestilenze, in una galleria infinita di volti angelicati, fondi oro, Madonne e santi, che per la prima volta rimettono insieme maestri come Gentile da Fabriano, Benozzo Gozzoli, Pintoricchio, Duccio, Beato Angelico, Piero della Francesca e Pietro da Cortona. È proprio "Tutta l'Umbria una mostra", come recita il titolo della grande esposizione pensata per festeggiare i 100 anni della Galleria Nazionale dell'Umbria prendendo spunto dalla storica Mostra d'antica arte umbra del 1907, la più imponente esposizione mai organizzata dalla regione, che con oltre mille pezzi al tempo contribuì a definire per la prima vota caratteristiche e tratti della scuola nata su questa terra tra Medioevo e Rinascimento. Oggi sono più di 140 opere, dall'11 marzo al 10 giugno a Perugia, in arrivo "soprattutto da diocesi e chiese" per le quali racconta il direttore della GNU Marco Pierini "abbiamo finanziato quasi 100 mila euro di restauri". "Una mostra - aggiunge la presidente della Regione, Catiuscia Marini - che è un invito a conoscere tutta l'Umbria e la sua storia millenaria".
 © ANSA   
ORIANA FALLACI, SI DA' IL CASO INVECE CHE IO SIA DAVVERO UNO SCRITTORE (De Piante Editore, pp.34, 30 Euro). "Tu sai meglio di me che questo libro è una delle cose più difficili cui uno scrittore potesse accingersi. Lo è non solo per la complessità del personaggio che racconto ma perché questo personaggio non lo guardo con distacco, è la creatura che ho amato di più nella mia vita e che è morta appena quattro mesi fa. Lo è per il conflitto che nasce tra fantasia e realtà, bisogno di inventare e dovere di rispettare la verità, scelta tra ciò che posso e non posso dire".
Appassionata e devastata dal dolore, ma assai lucida, Oriana Fallaci scriveva così tra il 1976 e il 1977 a Sergio Pautasso, all'epoca direttore letterario della 'sua' Rizzoli, nella genesi travagliata di "Un uomo", il libro nel quale la scrittrice rese omaggio al suo compagno Alexandros 'Alekos' Panagulis, poeta e politico morto in un incidente stradale dai contorni poco chiari. Tre lettere ancora inedite che la Fallaci scrisse a Pautasso investendolo del ruolo di suo consigliere sono raccolte nel prezioso libro "Si dà il caso invece che io sia davvero uno scrittore", edito da De Piante (postfazione di Guido Andrea Pautasso e sovraccoperta d'artista di Luca Pignatelli).
    Pautasso, fine intellettuale, era per la scrittrice una sorta di confessore, "una radio di bordo per tenere la rotta", un punto fermo a cui aggrapparsi in uno dei momenti più difficili della sua vita privata e professionale: mentre era intenta a scrivere forse il suo lavoro più intimo e più bello, che nel 1979 fu un successo mondiale, la scrittrice si trovò immersa nella più cupa solitudine, intenta a dialogare con "il fantasma di un morto".
E proprio perché troppe erano le implicazioni personali, combatté anche con il dubbio di non riuscire a scrivere nel modo giusto di Panagulis: voleva rendere giustizia alla sua vita, raccontarne il valore, ma senza scrivere un'agiografia. Dura, e anche fragile, la Fallaci confidò a Pautasso le sue paure, ma anche il suo risentimento: nei confronti della Rizzoli, colpevole di non averla compresa, verso il sistema editoriale, e contro quel destino che si era accanito e che l'aveva sfiancata nelle fisico e nell'anima. Nelle lettere, cariche di emotività ma sempre nello stile che l'ha resa celebre, Fallaci si mostrò nuda nella propria difficoltà, tuttavia di certo mai pronta ad abbassare la testa e a rinunciare al suo carattere volitivo. Affermando con forza in una delle missive: "Si dà il caso invece che io sia davvero uno scrittore. Inevitabilmente uno scrittore, irrimediabilmente uno scrittore. Prestato, solo prestato al giornalismo".
   
Moonie, Scooty e Jancey vivono in Florida, in una zona degradata tanto vicina a Disneyland quanto lontana dal suo gioioso e spensierato benessere. Ma i tre hanno circa sei anni, e riescono ancora a trasformare una realtà fatta di fast food, trash televisivo e quotidiana miseria in un'avventura alla Tom Sawyer e Huckleberry Finn. Le tre simpatiche canaglie abitano in quei terrificanti motel coloratissimi ma squallidi che popolano le periferie della Florida, e i genitori dei bambini (anzi, le mamme, perché i padri sono del tutto assenti) non hanno un lavoro stabile, campano alla giornata, bevono, fumano e smignottano.
Immagine correlata
MELANIA RIZZOLI: "UNO STUDIO EFFETTUATO SULLA LAZIO PRIMAVERA HA EVIDENZIATO COME BEN IL 70% DEI RAGAZZI ABBIA PROBLEMI ANDROLOGICI. LA PATOLOGIA RILEVATA PIU' FREQUENTEMENTE È STATA IL…"
Per Maluma tutte le fans in delirio....
quando gli artisti si divertono...
Miniatura
bravi....
De Andrè, Dori Ghezzi e Vasco Rossi 1983 © Ansa
Il film "Fabrizio De André - Principe Libero" (in onda su Raiuno il 13 e 14 febbraio) inaugurerà domenica 25 febbraio la sezione "Today's Best Italian Tv Movies'' del 13mo Los Angeles-Italia Film Fest. La classica manifestazione, promossa nella settimana precedente gli Oscar dall'Istituto Capri nel mondo, propone le eccellenze della produzione audovisiva italiana (Cinema, Fiction e Documentari) al Chinese Theatre di Hollywood. "Il tributo della capitale mondiale dell'entertainment è uno sincero omaggio alla visione musicale e poetica di uno dei più sensibili artisti italiani - dichiara Antonio Verde, Console Generale d'Italia a Los Angeles - Era destino, del resto, che come la protagonista di una delle canzoni più famose del cantautore genovese, Marinella, 'portata in cielo sopra a una stella', anche De André potesse un giorno brillare tra le star di Hollywood". Coprodotto da Rai Fiction e Bibi Film, distribuito in USA da Rai Com, scritto da Francesca Serafini e Giordano Meacci e diretto da Luca Facchini, FABRIZIO DE ANDRE' - PRINCIPE LIBERO (due puntate da 100 minuti), che ha avuto anche un passaggio in sala lo scorso gennaio, è interpretato da Luca Marinelli (nel ruolo di Faber), Valentina Bellé, Elena Radonicich, Davide Iacopini, Gianluca Gobbi e con la partecipazione straordinaria di Ennio Fantastichini. Tra le altre fiction in cartellone a L.A. Italia 2018, insieme a tanti film contemporanei ed agli annunciati omaggi a Zeffirelli, Bertolucci e Wertmuller, anche: "Rosy Abate" e "Renata Fonte", prodotte da Tao Due per Mediaset; "Sotto copertura - La cattura di Zagaria", prodotta da Lux Vide e "La strada di Casa", prodotta dalla Casanova Multimedia per Raiuno. "LA-Italia 2018", prevede tra l'altro uno speciale omaggio a Luca Guadagnino, candidato a 4 premi Oscar per "Chiamami col tuo nome" e ad Alessandra Querzola, l' italiana candidata per gli arredi di scena di "Blade Runner2049''. L'evento con il sostegno di MIBACT (DG Cinema), MAECI e Consolato Generale d'Italia a Los Angeles, è promosso con il patrocinio di ANICA, ICE e IIC-Los Angele con la partecipazione di Rai Cinema, Rai Com, Mediaset, Rainbow e Isaia.

iStock. VIAGGIART © Ansa
Monet, Rubens e Klimt, insieme a Sebastiano del Piombo, Mantegna e Bellini; e poi tanta fotografia, performing art e installazioni contemporanee. In Europa le principali città offrono un calendario di mostre imperdibili per tutto il 2018. Parigi si prepara ad accogliere i suoi visitatori con un'offerta culturale accattivante: a febbraio il Petit Palais ospita 'Les Hollandais à Paris, 1789-1914' dedicata a Van Gogh, Van Dongen e Mondrian mentre il Musée Marmottan propone la retrospettiva 'Corot, peindre la figure humaine' nella quale il paesaggista affronta la rappresentazione della figura umana. Si prosegue a marzo con il Musée Jacquemart-André che allestisce 'Mary Cassatt, une américaine à Paris", sulla celebre pittrice americana allieva di Degas, e ad aprile con il Musée de l'Orangerie che propone 'Nymphéas. L'abstraction américaine et le dernier Monet', in cui l'ultimo Monet viene messo in relazione con la scuola astratta di New York.
Risultati immagini per klimt
Ad aprile il Prado di Madrid offre ai suoi visitatori le mostre 'Rubens. Pintor de bocetos', nella quale vengono esposti circa 70 schizzi del pittore, accanto a 20 dipinti e alcuni disegni, e 'Pintura sobre piedra', che propone capolavori realizzati su ardesia e marmo da artisti del calibro di Sebastiano del Piombo e Tiziano.
Risultati immagini per retrospettiva 'Corot, peindre la figure humaine'
Grandi appuntamenti anche alla National Gallery di Londra: dopo la mostra dedicata al maestro spagnolo Bartolomé Esteban Murillo (a febbraio) e ai suoi unici due autoritratti noti, il museo ospita ad aprile 'Monet and architecture', la prima retrospettiva dedicata al padre dell'Impressionismo e ai suoi rapporti con l'architettura, a giugno 'Thomas Cole's journey', per celebrare il grande pittore paesaggista inglese, mentre arriva in autunno l'omaggio ai maestri italiani, con due grandi mostre su Mantegna e Bellini (ottobre) e su Lorenzo Lotto (novembre).
Sempre a Londra la Tate Modern stupisce a marzo con due esposizioni, la prima dedicata alla performer e video maker newyorkese Joan Jonas e la seconda a Pablo Picasso, intitolata 'Picasso 1932. Love, fame, tragedy', che si focalizza sul 1932 come un anno estremamente significativo per il grande pittore; a maggio invece il museo londinese presenta la mostra 'Shape of light', che analizza l'influenza della fotografia sullo sviluppo dell'arte astratta.
Sotto il titolo di 'Anversa Barocca 2018. Rubens inspires' la città belga organizza nel 2018 un susseguirsi di mostre dedicate al suo cittadino più illustre Pieter Paul Rubens, legando il nome del pittore a quello di artisti contemporanei, da Jan Fabre a Luc Tuymans: gli eventi coinvolgeranno le istituzioni culturali più importanti, dalla Rubenshuis, casa-museo di Rubens, al MAS - Museum aan de Stroom, ma anche il Museo di Arte Contemporanea (M HKA), il Middelheim Museum e il Plantin Moretus Museum. La Fondazione Beyeler di Basilea presenta a gennaio la retrospettiva sugli 80 anni del pittore e scultore contemporaneo Georg Baselitz, ad aprile 'Bacon Giacometti', che pone a confronto le opere dei due artisti, mentre a giugno e luglio alla stazione di Zurigo la grande installazione dell'artista brasiliano Ernesto Neto, intitolata GaiaMotherTree.
Risultati immagini per retrospettiva 'Corot, peindre la figure humaine'
Il m.a.x.  Museo di Chiasso celebra a febbraio i 280 anni dalla scoperta di Ercolano e i 270 anni da quella di Pompei con la mostra 'Ercolano e Pompei: visioni di una scoperta' e a maggio dedica una retrospettiva ad Achille Castiglioni (1918-2002). Si chiama 'Bellezza e abisso' la serie di mostre che le istituzioni culturali di Vienna allestiscono nel nuovo anno per celebrare, a 100 anni dalla loro morte, i 4 principali artisti del Modernismo: Gustav Klimt, Egon Schiele, Otto Wagner e Koloman Moser. Al museo Leopold gennaio si apre con una mostra su Klimt e Moser messi in relazione con Richard Gerstl e Oskar Kokoschka, mentre a febbraio e a giugno vengono allestite due esposizioni celebrative su Schiele e Klimt; due retrospettive anche il MAK - Museo austriaco di Arti Applicate/Arte Contemporanea: la prima a maggio, 'Post Otto Wagner', che documenta la relazione tra Wagner e gli altri protagonisti del primo Modernismo, così come il suo influsso sui contemporanei; la seconda a dicembre sull'opera completa di Moser. Mentre a marzo il Wien Museum dedica a Wagner la prima mostra completa da oltre 50 anni, a ottobre il Museo austriaco del Teatro dedica una retrospettiva all'opera teatrale finora piuttosto trascurata di Moser. Grande attenzione al contemporaneo alla Berlinische Galerie di Berlino che propone a febbraio 'Eduardo Palozzi. Lots of pictures, lots of fun' sull'opera dello scultore e incisore britannico scomparso nel 2005, e a giugno la prima mostra fotografica dedicata a Loredana Nemes.
Ed Sheeran is engaged to his longtime girlfriend Cherry Seaborn, the singer confirmed on Instagram. The “Shape of You” singer on Saturday posted a photo of himself kissing and embracing Seaborn. “Got myself a fiancé just before new year,” he wrote in the caption.
Immagine correlata
il Romeo e Giulietta di Zeffirelli che fece impazzire le platee di tutto il mondo
 © ANSA
Attivista, detenuto, partigiano, politico integerrimo e infine Presidente della Repubblica, il "più amato dagli italiani": questo e molto altro è stato Sandro Pertini, come racconta il nuovo film 'documento' Pertini - Il combattente. Scritto e diretto da Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo, prodotto da Gloria Giorgianni con Cesare Fragnelli e Tore Sansonetti, il film è una produzione Anele, in collaborazione con Altre Storie e Sky Cinema, in collaborazione con Rai Cinema, al cinema come evento cinematografico, a febbraio.
    Giancarlo De Cataldo - autore del libro Il combattente - Come si diventa Pertini a cui il film si ispira - ripercorre, anche come narratore presente in scena, la vita di Pertini attraverso i racconti di testimoni illustri come Giorgio Napolitano, Emma Bonino, Gad Lerner, Eugenio Scalfari, Domenico De Masi e Gherardo Colombo ma anche di molti personaggi dello spettacolo e dello sport come Antonello Venditti, Raphael Gualazzi, Ricky Tognazzi e Dino Zoff.


brave......
si avvicina...
Cody Calafiore Photo Shoot For Risbel Magazine
Kelly Clarkson Freaks Out Over Meeting Meryl Streep Live on E!
Yes Please... Alexander Ludwig
la copertina che fu......
un divo che piace .....
gianmaria giuliattini amici
Gian Maria Giuliattini di Amici si prepara.......

E' amore.....
good .....
Risultati immagini per tazza di acqua calda
L’ACQUA CALDA FAVORISCE IL CORRETTO MOVIMENTO DEL COLON E RIDUCE IL RISCHIO STITICHEZZA - GETTARE DELL’ACQUA CALDA NELLE CAVITÀ NASALI, AD ESEMPIO, AIUTA AD ELIMINARE IL MUCO PRESENTE, SCIOGLIERLO, E RIMUOVERE LE TOSSINE 
La copertina di 'Cari fanatici' di Amos Oz © ANSA
 A più di dieci anni dall'uscita di 'Contro il Fanatismo', lo scrittore israeliano Amos Oz torna, con tre nuove riflessioni, sul nemico più insidioso dei tempi presenti. Oz scova il fanatismo ovunque, un minuscolo virus che si manifesta prima con sintomi trascurabili, per procurare poi danni sempre più gravi nella società, arrivando allo 'stato terminale':l'Isis, i neonazisti, gli antisemiti, gli islamofobi, gli omofobi, i 'teppisti' tra i coloni israeliani. "Tutti noi - riflette Oz - ci stiamo inevitabilmente allontanando dagli orrori dell'Europa della prima parte del ventesimo secolo: Stalin e Hitler hanno inconsapevolmente inculcato nelle due o tre generazioni a loro successive un timore profondo per ogni estremismo e una sorta di freno agli istinti fanatici". Ma questo "parziale vaccino non fa più effetto". "Odio, fanatismo, ribrezzo per il diverso, sete di sangue rivoluzionaria, febbre di annientare una per tutte i malvagi in un bagno di sangue, tutto ciò sta alzando di nuovo la testa". Nel primo saggio, 'Cari fanatici' che dà il titolo al libro, Oz rileva e traccia il fanatismo in ogni schieramento politico, in ogni religione, in ogni ideologia. Nessuno ne è immune. L'unico antidoto è l'immaginazione (intesa come l'abilità di vedere oltre, verso spazi più aperti), l'empatia, la capacità di comprendere e accettare l'altro, perché il fanatico - scrive Oz - "è una persona che sa contare fino ad uno"
 © ANSA
Modigliani alla Tate, è subito evento. A Londra apre maggiore retrospettiva dedicata all'artista in Gb
 © ANSA
La Pompei del 79 d.C. è sempre più la città dei tesori e delle meraviglie, restituiti ai nostri giorni dagli scavi che la Soprintendenza ha ripreso nei pressi della Schola Armaturarum, quella palestra dei gladiatori che 7 anni fa si sbriciolò destando scandalo in tutto il mondo. Ora, dai lavori di restauro che si stanno effettuando nei tre ambienti alle spalle della struttura, emergono reperti intatti che aggiungono nuovi elementi della storia dell'antica città romana coperta dalla lava del Vesuvio circa duemila anni fa: il ritrovamento consiste in un deposito di anfore, al momento formato da 14 reperti immersi nel lapillo. Le anfore sono state trovate intatte. Dovevano contenere olio, vino e salse di pesce: un'anfora presenta iscrizioni dipinte in cui si leggono numeri, a indicare i quantitativi, e, verosimilmente, il prodotto contenuto. L'uso come deposito dell'ambiente è confermato dai graffiti visibili su una delle pareti dell'ambiente, che ribadiscono l'attività di stoccaggio. Per il ministro Dario Franceschini, Pompei, "è il simbolo di una storia di riscatto".
"In questi anni - ricorda - è stato fatto un lavoro lungo e silenzioso e le possibilità di crescita sono ancora straordinarie. Superata l'emergenza sono adesso ripresi gli scavi nelle zone finora mai indagate. E, come vediamo, i risultati sono eccezionali". Al termine dello scavo, previsto per il mese di dicembre, le anfore saranno ricollocate in situ nell'ambito del più ampio progetto di valorizzazione del "museo diffuso" che il Parco archeologico sta adottando in più aree degli scavi per ri-contestualizzare i reperti nei luoghi di provenienza. Fino ad ora l'unico ambiente, portato alla luce nel 1915 da Vittorio Spinazzola, era stato quello ben conosciuto che affacciava su via dell'Abbondanza. Il suo carattere pubblico militare fu fin dall'inizio chiaro per via delle grandi dimensioni e della sua decorazione (i trofei all'ingresso e le figure alate e armate che decorano le pareti).
Tuttavia la sua esatta destinazione, deposito di armi o scuola di formazione della gioventù pompeiana, continua a non essere certa. Lo scavo di questi altri ambienti, che rientra nel cantiere "Scavi e ricerche", ha come obiettivo proprio quello di chiarire tali aspetti. L'esplorazione della struttura completa della Schola non è il solo intervento del genere previsto a Pompei. In corso è anche il grande cantiere di scavo nella Regio V, il cosiddetto "cuneo" un'area di oltre 1000 metri quadrati nella zona posta tra la casa delle Nozze d'Argento e gli edifici alla sinistra del vicolo di Lucrezio Frontone), dal quale ci si aspetta di portare in luce ulteriori strutture e reperti di ambienti privati e pubblici. In quest'area (sul pianoro delle regiones IV e V), inoltre, sarà previsto l'allestimento di un laboratorio di studio archeologico dei reperti che verranno alla luce e un deposito per la loro conservazione temporanea."Siamo contenti delle scoperte che stanno emergendo, - dichiara Massimo Osanna, Direttore del Parco archeologico - Pompei ha iniziato una nuova stagione, quella di una ricerca archeologica intensa e del prosieguo della conoscenza del sito. Dopo il suo recupero, attraverso la messa in sicurezza di tutte le sue regiones, l'apertura di nuove domus restaurate, la restituzione alla fruizione di interi quartieri finora inaccessibili, grazie al recupero della percorribilità di quasi tutte le vie urbane, ci si può dedicare anche ad attività di scavo, che si affiancano alla manutenzione programmata e che consentiranno di fornire nuove ipotesi alla storia della vita quotidiana degli antichi, in alcuni casi dando risposta a quesiti irrisolti, come potrebbe essere per la Schola armatorarum". Il rinvenimento è avvenuto in uno dei tre ambienti individuati alle spalle della parte di struttura più nota della Schola Armatorarum dove è in corso il restauro degli affreschi originali salvatisi dal bombardamento del 1943. Lo scavo è stato avviato dallo scorso luglio in ambienti mai prima indagati. E, dunque, si conferma che proprio la Schola Armaturarum, che fu motivo di grande scandalo, è ormai assurta a simbolo di rinascita per Pompei.
Unico
applaudiamoli tutti ....
la futura vecchia di quarantenne  gioca brutti scherzi ...
cameron dallas ck
Cameron Dallas dormire al sole fa bene.....
wendy williams funny horny reality
bravo... lo dice anche lei ....
Risultati immagini per asia argento nuda
ASIA CONTRO I GIORNALISTI – “LO SO CHE VI STO SUL CAZZO E NON ME FREGA NIENTE, IO SONO DIVERSA E LO SO DI ESSERE DIVERSA IN QUESTO PAESE... NON VOGLIO ESSERE ACCETTATA DA VOI…PER QUESTO SCELGO DI NON RISPONDERE ALLE VOSTRE DOMANDE PERCHÈ SO CHE SAREBBERO TUTTI DEI PETTEGOLEZZI - CI SONO TANTI GIORNALISTI CHE RASPANO COME CANI AFFAMATI ALLA MIA PORTA”
Genio Rezzonico di Antonio Canova (ANSA)
Vola a NY l'angelo ritrovato di Canova
Gus Kenworthy
e vai con le foto nude in natura con Gus Kenworthy 
le buongustaie guardano ...... 
Risultati immagini per LORDE CANCELLA LA TAPPA A TEL AVIV
LA CANTANTE NEOZELANDESE LORDE CANCELLA LA TAPPA A TEL AVIV DEL SUO TOUR PER SOLIDARIETÀ CON I PALESTINESI E IL RABBINO AMERICANO SHMULEY BOTEACH ACQUISTA UNA PAGINA DEL “WASHINGTON POST” PER FARLE SAPERE CHE È “GIOVANE PER ESSERE GIÀ INTOLLERANTE” 
Thomas Theodor Heine, Die Blumen des Bsen, 1895 © ANSA
Da Monaco a Vienna, da Praga a Roma, l'onda lunga delle Secessioni è al centro di una grande mostra allestita fino al 21 gennaio a Rovigo, negli spazi di Palazzo Roverella. E' la prima volta che in Italia viene dedicato un simile approfondimento a tutti i grandi movimenti modernisti che animarono l'Europa del primo '900, un indagine però che mira a evidenziare come, più che di stili, si trattasse invece di battaglie 'politiche', combattute all'interno del sistema dell'arte dell'epoca. Ne è convinto il curatore Francesco Parisi, che ha messo a punto un'attenta selezione di opere in collaborazione con prestigiose istituzioni museali quali l'Albertina, la Klimt Foundation, il Museo Villa Stuck, la Narodni Galerie e altre ancora, al fine di proporre al pubblico una panoramica esaustiva delle Secessioni, largamente sviluppatesi in ben quattro capitali europee, evidenziandone però differenze, affinità e tangenze di questo che è stato il primo, vero scambio culturale europeo. Basti pensare a Gustav Klimt e a Egon Schiele, che esposero alle mostre della Secessione Romana o a Segantini che partecipò alle annuali esposizioni viennesi.
 © ANSA
Jovanotti annuncia su social nuovo tour. "Tocca a noi". Il via da Milano il 12 febbraio con 10 date, 8 a Roma e Firenze
Miniatura
baci a tutti 
 © ANSA
A Milano il mondo fuggevole dii Toulouse-Lautrec. Dipinti, fotografie, litografie e manifesti fino al 18 febbraio 
arriva il carnevale .....
lei è la regina ...
Un uomo in piazza a Caracas suona il violino durante una manifestazione contro Maduro Un uomo in piazza a Caracas suona il violino durante una manifestazione contro Maduro (Photo credit should read FEDERICO PARRA/AFP/Getty Images)
Esce dal carcere il violinista simbolo delle proteste contro Maduro - 
Jennifer Nettles - 'No Good Deed' From 'Wicked'
 © ANSA
Un venditore ambulante di sorgo nelle strade di Peshawar
 © ANSA
Persone reali e immaginarie. La loro differenza si dissolve nello sguardo e nei libri di Elizabeth Strout. In 'Tutto è possibile' (Einaudi), la scrittrice Premio Pulitzer ritorna ad alcuni personaggi del suo precedente romanzo, 'Mi chiamo Lucy Barton' e ce li fa sentire, scavando nella loro vita, proprio come dei nostri vecchi amici.
    "Per me sono personaggi reali, semplicemente persone. Devo ammettere che, per quello che mi riguarda, non c'è niente di più interessante di questo nello scrivere" dice all'ANSA la Strout che è stata tra i grandi protagonisti del Festivaletteratura di Mantova appena concluso e il 14 settembre è attesa a Pordenonelegge.
    Ritroviamo così Mississipi Mary che si innamora a oltre 70 anni, Charlie Macauley, veterano del Vietnam, nel B&B di Dottie, il fratello di Lucy, Pete, che esce dalla sua solitudine, e la nopote Lila Lane.
Zlatni Rat, il Promontorio d’Oro, in Croazia. È una delle spiagge più famose della Croazia. Si trova sulla spiaggia di Zlatni Rat, sull'isola di Brac. È una delle cinque migliori spiagge secondo il Daily Telegraph, il quale definisce la spiaggia ghiaiosa di Brac uno dei gioielli del Mare Adriatico. La sua forma sorprende ogni volta poiché cambia a seconda delle correnti e dei venti
donne....
la bellezza di essere una donna diva....
dawson's creek reunion entertainment weekly
che bella riunione.....Dawson’s Creeek: la reunion per i 20 anni della serie
AMICIZIA VERA.....
Il vaso apulo di età classica attribuito a Python e confiscato al Met © ANSA
Un altro caso Eufronio coinvolge il Metropolitan di New York ma stavolta museo e autorità si trovano dalla stessa parte della barricata. Un vaso apulo di età classica esposto per quasi tre decenni nelle gallerie greco-romane potrebbe essere stato illegalmente scavato in Italia e anche in questo caso procura di New York e direzione del museo sospettano che sia passato per le mani di Giacomo Medici, il 79enne mercante italiano arrestato nel 1997 e condannato nel 2004 per traffico di opere d'arte.
Un'immagine della Gatta cenerentola, in concorso a Orizzonti alla Mostra di Venezia © ANSA
Una grande nave, una volta simbolo di speranza e ideali, diventata luogo di traffici e malaffare, centro del potere di un 're' camorrista, su una Napoli distopica, passata dagli anni della luce a quelli, dopo un'eruzione del Vesuvio, della cenere. E' l'ambientazione della Gatta Cenerentola animata versione noir e favola moderna creata dai registi Alessandro Rak (vincitore di un European Film Award per L'arte della felicita'), Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone, che debutterà in concorso per Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia.
Un pavone alto 12 metri fatto con 182mila fiori realizzato per la 60esima edizione della festa dei fiori di Medellin (LaPresse)
a Medellin in Colombia spunta un pavone gigante...
Orlando Furioso .. la magia di Vivaldi...
i bravi attori che si concedono alle fans....
 © ANSA
da leggere...
Villa Giulia, suggestione per ristorante sulla terrazza  (studi fattibilità del gruppo prof.Andrea Grimaldi, Dipartimento Architettura e progetto Sapienza) © ANSA
Il direttore che si trasforma in ologramma per raccontare il suo museo, la riproduzione ottocentesca di un tempio etrusco che diventa una macchina del tempo, una tomba di Tarquinia ricostruita nei minimi particolari per una visita ad alto tasso di emozione. Ma anche la collezione riorganizzata per garantire a tutti, dalle famiglie agli studiosi, una "narrazione efficace". E poi più spazio per lo studio e la ricerca, conferenze, incontri, abbonamenti a prezzo speciale. Insieme a nuovi ambienti che dovrebbero accogliere, tra l'altro, il ristorante che manca da sempre. Arrivato a maggio con gli ultimi direttori manager chiamati dalla riforma Franceschini, Valentino Nizzo, 42 anni, una formazione da etruscologo e una buona esperienza nella soprintendenza dell'Emilia Romagna prima e alla Direzione generale Musei poi, lavora al rilancio del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e punta alla rivoluzione.
Pistoletto,la Sfera di Giornali a passeggio sull'Hudson © ANSA
la Scultura da Passeggio di Michelangelo Pistoletto e' tornata in strada: mezzo secolo dopo la storica performance a Torino - e a un anno dal voto che ha portato alla Casa Bianca Donald Trump - la Sfera di Giornali e' rotolata, spinta da mille mani, per la Main Street di Cold Springs, la cittadina della valle dell'Hudson dove si trova Magazzino for Italian Art, l'iniziativa aperta al pubblico dei collezionisti Nancy Olnick e Giorgio Spanu. Sono anche 50 anni di Arte Povera, l'anniversario di un gruppo di artisti di cui Pistoletto ha fatto parte fin da quando, nel novembre 1967 su Flash Art lo storico e critico d'arte Germano Celant tenne a battesimo il movimento. Per l'occasione Pistoletto ha creato una nuova sfera che diventerà parte della collezione permanente di Magazzino. "E' realizzata con giornali di un momento rilevante per la politica degli Usa e per il mondo", ha detto all'ANSA l'artista italiano: "Rappresentano le giornate delle ultime elezioni americane. I giornali di questa sfera testimoniano un momento storico della nostra vita e ne tramandano la memoria".
 © ANSA
da leggere.....
Il capolavoro di Leonard Bernstein debuttò a Broadway esattamente sessanta anni fa, il 26 settembre 1957. Basato su un libretto di Arthur Laurents, a sua volta ispiratosi alla tragedia shakespeariana Romeo e Giulietta, con i testi di Stephen Sondheim e le musiche di Leonard Bernstein, lo show fu un tale successo che fu replicato per 732 volte prima di andare in tournée. In fase di gestazione, si pensò di trasferire Shakespeare in una New York anni '50. L'opera divenne anche un film nel 1961 e vinse 10 Oscar su 11 nomination
Giovedì 19 ottobre il Teatro Carlo Felice aprirà la propria stagione artistica proprio con West Side Story, in una co-produzione del Teatro Carlo Felice e W.E.C. – World Entertainment Company; un sodalizio significativo fra una Fondazione Lirico-Sinfonica e un’azienda privata che opera nel settore del grande intrattenimento; due entità molto diverse, unite nella proposta di un nuovo progetto stimolante. Questo grande allestimento, creato esclusivamente per il Carlo Felice, vedrà la regia di Federico Bellone. E’ la prima volta che una fondazione lirica italiana inaugura la propria stagione con un musical.
Giusy Versace, atleta paralimpica, la dolce guerriera che il pubblico italiano ha potuto conoscere attraverso la trasmissione di Rai 1 “Ballando con le stelle”, dove ha trionfato nel 2014, sarà sul palco del Teatro Golden dal 17 al 19 ottobre. Donna forte e determinata, ma solare al tempo stesso salirà su palcoscenico del Golden accompagnata dal suo partner di “Ballando con le stelle” il talentuoso e amatissimo dal pubblico televisivo, Raimondo Todaro e dal cantante pop Daniele Stefani per raccontare la sua incredibile vita, il suo coraggio, la sua forza, diretta da Edoardo Sylos Labini.
Green Day's American Idiot, Laura Adriani nel cast.  Dopo Broadway e Londra, l’Italia è la terza nazione al mondo a mettere in scena “Green Day’s American Idiot”, il musical scritto da Billie Joe Armstrong, con le musiche dei Green Day. La produzione italiana di “Green Day’s American Idiot” con la regia di Marco Iacomelli, recitata in italiano, con band dal vivo e canzoni nella versione originale, scenografie ispirate a Basquiat, videomapping e luci stroboscopiche, ha debuttato a livello nazionale il 21 gennaio 2017 al Teatro Coccia di Novara, per poi andare in scena a febbraio al Teatro Della Luna (Assago – MI) con un gran successo di critica.
Ermal Meta
Erma Metal giurato ad Amici 2018
Risultati immagini per renzi
DICONO CHE RENZI FERMA  OGNI POSSIBILE INTESA CON M5S. E FA PURE IL BUFFONE: “NON CI SONO I NUMERI. SERVIREBBE IL 93% DEL GRUPPO E IO DALLA MIA PARTE HO PIU’ DEL 7%...” – IL PRESIDENTE MATTARELLA NON HA FRETTA: LE CONSULTAZIONI INIZIANO IL 4 APRILE E VUOLE TENERE LUI IL FILO IN MANO
Agadah (ANSA)
CINEMA. Il film di Rondalli tratto dal romanzo Manoscritto ritrovato a Saragozza. Agadah: Haber, Boni e Murino nel regno di Napoli
 © ANSA
da leggere...
Taylor Swift - '...Ready For It?' 
Laura Pausini
Laura Pausini alla prima puntata di Amici 2018....
Maria De Filippi e Alessandra Amoroso
Alessandra Amoroso per quattro puntate ad Amici 2018
Risultati immagini per marco Bocci nudo
Marco Bocci giurato ad Amici 2018
Michelangelo Buonarroti bronze sculpture ' Dio fluviale' © ANSA
Una delle sculture più fragili di Michelangelo torna a vedere la luce, restaurata dopo oltre cinquant'anni di riposo forzato in un deposito: è il Dio fluviale, terra cruda del maestro toscano, che riemerge in tutto il suo splendore dopo un lungo restauro durato oltre tre anni. Custodito nei sotterranei di casa Buonarroti a Firenze, ma di proprietà dell'Accademia delle Arti e del Disegno del capoluogo toscano, tra poco, passata l'estate, sarà tra i protagonisti di una grande mostra sul Rinascimento di Palazzo Strozzi e quindi tornerà esposto in via permanente all'Accademia delle Arti e del Disegno. Il certosino lavoro di recupero, condotto dalla restauratrice Rosanna Moradei sotto la guida attenta dell'Opificio delle pietre dure, è stato reso possibile grazie al contributo di circa 32mila euro della fondazione No profit Friends of Florence. Il Dio, capolavoro reso fragile dalla scelta del materiale deteriorabile in cui è realizzato è stato sottoposto ad una lenta e profonda opera di consolidamento.
tavolette di vindolandagli scavi
RITROVATE 25 TAVOLETTE VICINO AL VALLO DI ADRIANO CHE AGGIUNGONO NUOVI DETTAGLI SULLA VITA DELLE LEGIONI NELLE PROVINCE ROMANE A NORD DELL’IMPERO – DAI PRIMI RILIEVI SEMBRA CHE SI RICHIEDESSE AL PREFETTO DI VINDOLANDA DI SPEDIRE AL PIÙ PRESTO DELLA BIRRA PERCHÉ L'UMORE DEI SOLDATI ERA A TERRA
La copertina di 'Satantango' di  Laszlo Krasznahorkai © ANSA
da leggere....
 © ANSA
da leggere...e
si parte con l'uomo ragno ...
Matt Bomer and His Sons Celebrate Cananda Day!
Yes Please... iigor Stepanov on Instagram
Immagine correlata
la bellezza dell'artista...
Lodovica COmello
brava LODOVICA COMELLO  VERSO IL FESTIVAL DI SANREMO......
la copertina internazionale....
Sono iniziate le riprese del film “Matrimonio Italiano”, una commedia che punta l’indice su stereotipi e pregiudizi che ancora ostacolano la compiuta attuazione delle unioni civili in Italia. Prodotta da Colorado Film in collaborazione con Medusa Film, che ne sarà anche distributore, il film prende spunto dal report-analisi di Diversity, l'associazione fondata da Francesca Vecchioni che si occupa della rappresentazione responsabile delle persone LGBTI nei media. A capitanare il cast troveremo Diego Abatantuono, affiancato da Monica Guerritore, Salvatore Esposito, Cristiano Caccamo, Dino Abbrescia, Diana Del Bufalo, Beatrice Arnera, Rosaria D’Urso e con Antonio Catania.
Le riprese del film si svolgeranno per sette settimane tra Berlino, Civita di Bagnoregio, Roma, Canale Monterano e Sutri. Sul set stanno lavorando, oltre al cast artistico, circa 60 persone.
ad Amici già sta spopolando....


Risultati immagini per salvator mundi di leonardo
IL BIOGRAFO DI STEVE JOBS, WALTER ISAACSON, SOSTIENE CHE IL ‘SALVADOR MUNDI’ HA DEGLI ERRORI GROSSOLANI: NON PUÒ ESSERE DEL GRANDE ARTISTA - LA SUA BIOGRAFIA ARRIVA COME UN SILURO: TRA POCHI GIORNI IL QUADRO VA ALL’ASTA, E PARTE DA 100 MILIONI. È L’UNICA OPERA DI DA VINCI IN MANO A UN PRIVATO
evitate ragazzi....

Miniatura
Miniatura
la grande diva della musica...
amori in prima linea....
yvonne (13) and alexander (12) sayn wittgenstein sayn 2yvonne (13) and alexander (12) sayn wittgenstein sayn
DA ABRAHAM LINCOLN A LOUIS ARMSTROMG DAVANTI ALLE PIRAMIDI: 20 FOTO STORICHE IN BIANCO E NERO DIVENTANO A COLORI, E IL PASSATO DIVENTA PRESENTE
la bellezza di una foto
la storia di una foto
Ricostruita la storia geologica di Roma (fonte: pixabay) © Ansa
Il mare e i vulcani, insieme al Tevere e ai suoi affluenti, hanno modellato i sette colli di Roma. A ricostruire la storia geologica della città è la ricerca pubblicata sulla rivista Quaternary International e condotta dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e dall'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) grazie alla collaborazione di geocronologi, paleontologi, archeologi, vulcanologi e sismologi. Dalla ricerca, condotta da Gian Marco Luberti, Fabrizio Marra, e Fabio Florindo, emerge che a disegnare il paesaggio romano sono state le oscillazioni del livello del mare legate alle diverse epoche glaciali, insieme ai vulcani dei Monti Sabatini a Nord-Ovest e dei Colli Albani a Sud-Est, alla tettonica e ai fiumi, che alternativamente hanno esercitato un'azione di deposizione di sedimenti e di erosione. "La presenza di un grande corso d'acqua e la prossimità della costa - rileva Marra - hanno fatto sì che i fenomeni deposizionali, nell'ultimo milione di anni, siano stati regolati e scanditi dalle oscillazioni del mare, indotte dall'alternarsi dei periodi glaciali e interglaciali".
A rendere più dettagliata la ricostruzione, i depositi vulcanici ricchi di Argon hanno permesso di fare "datazioni molto precise", osserva Marra. Proprio queste tecniche di datazione, messe a punto alla fine degli anni '90 da Ingv, Università di Berkeley e Berkeley Geochronology Center, hanno permesso di ricostruire la relazione diretta fra la deposizione dei sedimenti del Tevere e le risalite del livello del mare alla fine delle ere glaciali. In questo modo è stata rideterminata, per esempio, l'età dei deposito sedimentario nei quali sono stati scoperti i crani di Homo neanderthalensis di Saccopastore, e di dimostrare che i resti rinvenuti nella località della Valle dell'Aniene costituivano la più antica evidenza della presenza di questo ominide in Italia. 
Miniatura
Giroud a mare ..... bravo ....

da non perdere
quando lo spogliatoio è unito
i tatuaggi che piacciono ....
in passerella Pasquale .....
Tom Holland at the 'Spider-Man: Homecoming' Premiere in Madrid, Spain
 (Corbis)
150 milioni di bambini sfruttati nel mondo. Dati UNICEF
 © ANSA
da leggere......
Immobile la vera scoperta della Lazio...
la copertina
si lotta per la vittoria...
indovinate il calciatore...
Parco sommerso di Baia: una piccola Atlantide napoletana
Parco sommerso di Baia: una piccola Atlantide napoletana
Parco sommerso di Baia: una piccola Atlantide napoletana. Statue romane, antiche ville, intere strade, terme: il parco sommerso di Baia custodisce sott'acqua storia e bellezza dal fascino antico
Parco sommerso di Baia: una piccola Atlantide napoletana
Mosaici, terme, palazzi frequentati da creature marine. Antiche reminiscenze archeologiche di epoca romana protette dalle acque che parlano di un luogo di villeggiatura per ricchi patrizi, amato anche da Cicerone, Domiziano Cesare e Nerone. Conosciuta come la Pompei sommersa per l’incredibile stato di conservazione dei reperti, il sito archeologico di Baia custodisce al di sotto del mare un tesoro di profonda bellezza e inestimabil
torna mare....
ama le belle donne.....
sa di piacere......
campioni in crescita...
























Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy