la notizia attraverso le immagini .. il nudo in prima linea.. ottobre 30, 2018 \\

Commenta la notizia..... articoli di attualità consigliato ad un pubblico maturo ed attento ai cambiamenti per il contenuto forte delle immagini

Punta pesantemente agli Oscar Boy Erased – Vite Cancellate di Joel Edgerton, dal 7 febbraio nelle sale d’Italia e oggi trainato dal primo trailer nella nostra lingua.
Presentato alla Festa del Cinema di Roma (qui la mia recensione), il film è ispirato alla vera storia di Garrard Conley, qui interpretato dal bravissimo Lucas Hedges, affiancato per l’occasione da due premi Oscar come Russell Crowe e Nicole Kidman. Nel cast, in qualità di attori, anche Xavier Dolan e Troye Sivan.
Boy Erased – Vite cancellate racconta la vera storia della crescita, della presa di coscienza e della dichiarazione della propria omosessualità di Jared Eamons (Lucas Hedges), figlio di un pastore battista di una piccola città dell’America rurale, che all’età di 19 anni ha deciso di aprirsi con i suoi genitori (Nicole Kidman e Russell Crowe), riguardo alle proprie preferenze sessuali. Temendo di perdere la famiglia, gli amici e la chiesa cui appartiene, Jared viene spinto a partecipare ad un programma di terapia di conversione. Mentre è lì, Jared entra in conflitto con il suo terapeuta (Joel Edgerton) e inizia per lui il viaggio alla ricerca della propria voce e per accettare il suo vero io.
La sceneggiatura è stata scritta dallo stesso Edgerton ed è ispirata alla vera vita di Conley, da lui stesso raccontata nel libro Boy Erased: A Memoir of Identity, Faith e Family, pubblicato per la prima volta nel 2016 dalla casa editrice Penguin Random House.
Warwick Rowers, decimo anno di calendari hot per i canottieri inglesi 
la scusa è sempre il volontariato ........
L'Allieva
L'allieva ... la buona fiction... vola negli  ascolti ....
Cobalto cantano Fuorigioco a Roxy Bar Tv
Sanremo Giovani, i Cobalto beccati in «Fuorigioco»: squalificati!
SENZA LASCIARE TRACCIA © ANSA
SENZA LASCIARE TRACCIA è il nuovo film di Debra Granik e si ispira al romanzo ‘My Abandonment’ di Peter Rock. È un ritratto misterioso e magnetico di un’esistenza vissuta ai margini. Una ragazza adolescente (l’esordio prorompente di Thomasin McKenzie) e suo padre (Ben Foster) hanno vissuto di nascosto per anni in Forest Park, un grande bosco situato alle porte di Portland, in Oregon. Un incontro casuale li poterà allo scoperto, ed entrambi saranno costretti a lasciare il parco per essere affidati agli agenti dei servizi sociali. Proveranno ad adattarsi alla nuova situazione, fino a che una decisione improvvisa li porterà ad affrontare un pericoloso viaggio in mezzo alla natura più selvaggia, alla ricerca dell’indipendenza assoluta, costringendoli a confrontarsi con il loro conflittuale desiderio di essere parte di una comunità e allo stesso tempo il forte bisogno di starne fuori. Il film, che uscirà l’8 novembre in Italia distribuito da Adler Entertainment, è stato presentato a diversi festival internazionali (tra cui il Sundance e Cannes) riscuotendo un notevole successo di critica.
Antonella Clerici
Il Gran Trallalà: il nuovo show di Canale 5 totalmente improvvisato con Paolo Bonolis, Ezio Greggio, Gerry Scotti e Antonella Clerici. Le Grand Tralala arriva in Italia. Il format francese sbarca nel Belpaese e troverà luce in due prime serate a dicembre su Canale 5. E’ questo il nuovo show di Paolo Bonolis, di cui si è parlato nelle ultime settimane, in onda subito dopo la fine di Scherzi a Parte. Ma il conduttore romano non sarà l’unico padrone di casa.
Maria ha un cane e una vita dannata. Ripescata in mare come un rifiuto, è cresciuta marcata da un abuso sessuale che le ha scalfito il volto e privato il ventre della capacità di generare. Figlia di una madre alienata e braccio destro di una pappona tossicomane, Maria traghetta povere anime sul Volturno, prostitute nigeriane che affittano l'utero per sopravvivere e ingrassare la loro miserabile padrona. Un giorno la fuga di Fatima, che vuole tenere per sé il suo bambino, e la scoperta di una gravidanza inattesa, scuotono Maria dal profondo. Incinta e in fuga, dopo aver ritrovato e liberato Fatima, Maria prende coscienza di un bivio e sceglie il mare, la vita.
Maria ha un cane e una vita dannata. Ripescata in mare come un rifiuto, è cresciuta marcata da un abuso sessuale che le ha scalfito il volto e privato il ventre della capacità di generare. Figlia di una madre alienata e braccio destro di una pappona tossicomane, Maria traghetta povere anime sul Volturno, prostitute nigeriane che affittano l'utero per sopravvivere e ingrassare la loro miserabile padrona. Un giorno la fuga di Fatima, che vuole tenere per sé il suo bambino, e la scoperta di una gravidanza inattesa, scuotono Maria dal profondo. Incinta e in fuga, dopo aver ritrovato e liberato Fatima, Maria prende coscienza di un bivio e sceglie il mare, la vita.
Narcos Messico
Dalla Colombia al Messico, dal cartello della droga di Calì a quello di Guadalajara, dal coraggio dell’agente della Dea Javier Peña a quello del collega Kiki Camarena. E’ un Narcos completamente nuovo quello che promette di tenere col fiato sospeso gli spettatori globali di Netflix. Da oggi è disponibile sulla piattaforma streaming la quarta stagione della serie (10 episodi in tutto) ispirata alle vicende dei grandi narcotrafficanti latino-americani.
Lucia è una geometra specializzata in rilevamenti catastali, nota per la pignoleria con cui insiste nel "fare le cose per bene". La sua vita, però, è tutto fuorché precisa: a 18 anni ha avuto una figlia, Rosa, da un amore passeggero; ha appena chiuso una relazione pluriennale con Arturo; il suo lavoro precario non basta ad arrivare a fine mese. Approfittando della sua vulnerabilità economica, Paolo, il sindaco del paese, le affida il compito di effettuare un rilevamento su un terreno dove un imprenditore vuole costruire un impero immobiliare.
 © ANSA
Spice Girls progettano tour ma senza Posh. Secondo The Sun avrebbero registrato un messaggio di annuncio
Vasco Rossi (ANSA)
Esce il nuovo singolo La verità. Sei live a giugno a Milano. Vasco, canto la confusione dei tempi moderni
Guido Reni, Putto, 1629, affresco staccato, cm 86x92x12, Roma, Gallerie Nazionali Barberini Corsini (ANSA)
MOSTRE Arte .A Roma il racconto della fortuna di uno dei suoi capolavori. Guido Reni tra i Barberini e i Corsini
la televisione si mette a nudo con Pechino .....
con Andrea Montovoli ......
Matteo Martari Classe 1983, nel 2017 l'attore ha interpretato Marco Margine nel film "Il mio Godard" di Michel Hazanavicius, una pellicola biografica incentrata sul rapporto sentimentale e lavorativo tra il regista Jean-Luc Godard e l'attrice Anne Wiazemsky. Ed è proprio in quell'occasione che Martari si è mostrato senza veli davanti alla macchina da presa.
La copertina di Anche le parole sono nomadi © ANSA
A CURA DELLA FONDAZIONE FABRIZIO DE ANDRE' ONLUS, 'ANCHE LE PAROLE SONO NOMADI-I VINTI E I FUTURI VINCITORI CANTATI DA FABRIZIO DE ANDRE'' (CHIARELETTERE, PP 180, EURO 18,00). Le parole di Fabrizio De André, nei brani delle canzoni, negli appunti prima dei concerti o nelle registrazioni sbobinate per trovare i suoi aneddoti e pensieri. Il suo sguardo sul mondo sempre rivolto agli ultimi, agli emarginati, alla libertà, all'anarchia, lontano dalla ricerca del potere. Ce lo restituisce il nuovo percorso di rilettura di oltre 40 testi di canzoni, accompagnate dalle sue riflessioni e interventi, alcuni inediti, proposta nel libro 'Anche le parole sono nomadi - I vinti e futuri vincitori cantati da Fabrizio De André, che arriva in libreria per Chiarelettere, con l'introduzione di Dori Ghezzi e la postfazione di Erri De Luca.
Nuovo tour italiano per Parsons Dance, la compagnia americana amata dal pubblico per la sua danza atletica e vitale che trasmette gioia di vivere. Caposaldo della danza post-moderna made in Usa, Parsons Dance incarna alla perfezione la forza dirompente di una danza carica di energia e positività, acrobatica e comunicativa al tempo stesso. Le creazioni di Parsons, prima fra tutte la celeberrima “Caught” del 1982, portano il segno di una straordinaria teatralità e di un lavoro fisico che si trasforma in virtuosismo e leggerezza. È una danza solare, che diverte in quanto espressione di gioia, capace di trasmettere emozioni semplici e dirette, quindi estremamente accessibile al grande pubblico.Confermata nel cast del tour italiano la ballerina italiana Elena D’Amario. 
iStock. VIAGGIART © Ansa
Vivere a contatto con gli elefanti per poche ore o anche per settimane si può, il tutto all'insegna della loro salvaguardia e sicurezza. Un sogno che in Thailandia può diventare realtà grazie al Surin Project, un progetto all'avanguardia avviato nel piccolo villaggio di Baan Tha Klang nella provincia di Surin, dove l'obiettivo principale è contribuire a migliorare le condizioni di vita di questi animali, dandogli l'opportunità di muoversi liberamente in un ambiente naturale. Essendo cresciuti in cattività gli elefanti non sono autosufficienti e necessitano delle cure dell'uomo per sopravvivere: è per questo che chiunque può iscriversi come volontario e passare da poche ore a qualche settimana a lavorare con i mahout, aiutandoli a piantare erba, canna da zucchero e bambù e costruire rifugi per gli elefanti.
    Un progetto teso a evitare quanto accadeva in passato e cioè la mancanza di opportunità di lavoro e il deterioramento dell'habitat naturale dell'elefante che hanno costretto molti mahout di Ban Tha Klang a portare i loro elefanti in grandi città come Bangkok e mendicare per le strade. La mancanza di cibo di alta qualità e acqua pulita, insieme con l'ambiente stressante di lavoro influisce seriamente sulla salute degli elefanti, sia fisicamente che psicologicamente.  
Risultati immagini per roth scrittore
LO SCRITTORE AMERICANO RACCONTA COME NACQUE IL SUO PRIMO CAPOLAVORO, “IL LAMENTO DI PORTNOY” – “COMINCIAI A SCRIVERE UN ROMANZO AUTOBIOGRAFICO BASATO SULLA MIA INFANZIA NEL NEW JERSEY. MA PIU’ MI ATTENEVO AI FATTI E A CIÒ CHE ERA RIGOROSAMENTE VERIFICABILE, PIÙ LA NARRAZIONE PERDEVA DI RISONANZA. OSCILLAVO FRA FANTASTICHERIA IPERBOLICA E DOCUMENTAZIONE REALISTICA…
7. I viaggi da fare nel 2019: Gujarat, India
Gujarat, India .... le mete da non perdersi....
IL CURATORE DELLE OPERE DI ALDA MERINI, ARNOLDO MOSCA MONDADORI: ECCO PERCHE’ NON HO TRASCRITTO I VERSI PIU’ BELLI DELLA POETESSA  -"AVEVAMO UN METODO DI LAVORO: IO STAVO AL PIANOFORTE, MENTRE LEI INIZIAVA A DETTARE MA QUEL GIORNO…" - NELLA SUA CASA ERA COME SE TUTTO VOLASSE. SI TOCCAVA IL CIELO. DUE GIORNI PRIMA CHE MORISSE MI CHIESE DI RISCALDARLA CON UN PHON. POI…
 © ANSA
Tra amori e miti Ovidio in mostra diventa emozione. Alle Scuderie del Quirinale fino al 20 gennaio 2019
Mafalda © ANSA

Cento strisce di Mafalda, ricavate dagli originali di Quino, in principio inaccessibili, saranno esposte per la prima volta in Italia. La mostra, 'Mafalda la contestataria da 50 anni in Italia', è curata da Ivan Giovannucci e si inaugura il 27 ottobre al Museo Diotti di Casalmaggiore, in provincia di Cremona. Realizzate tra il 1964 e il 1973, le strisce rendono omaggio alla bambina ribelle e al suo sogno di un mondo migliore.
Le strisce, in facsimile di alta qualità ricavati dalla versione originale in spagnolo, saranno accompagnate da un cartello con la traduzione in italiano. A corredo della mostra: la riproduzione della celebre panchina di Buenos Aires con la statua di Mafalda, la famosa Citroen "due cavalli" del papà di Mafalda, uno spazio tv con la proiezione dei cartoni animati, un atelier con laboratori per bambini dai 7 ai 10 anni. In mostra è la personalità di una bambina speciale, con i suoi capelli corvini e la passione per i Beatles, che non ha alcuna intenzione di cedere alla stupidità, che dice la sua, le sue per essere più precisi, che non riesce a chiudere gli occhi davanti ai piccoli e grandi problemi del mondo, ma soprattutto che non riesce a chiudere la bocca.
Don’t Let Me Be Misunderstood firmata Lady Gaga.Semplicemente MERAVIGLIOSA.
RuPaul nei Simpson, lo spot della puntata con HOMER drag queen
Risultati immagini per MARTIN PARR a bologna
IL GRANDE FOTOGRAFO MARTIN PARR APPRODA A BOLOGNA CON LA MOSTRA 'BEACH THERAPY' – NEGLI SCATTI IL CARNAIO DA SPIAGGIA, LE DERIVE KITSCH DELLA MASSA, NESSUN RAPPORTO TRA UOMO E NATURA – “TROVO DIVERTENTE CHE DOPO LA METÀ DI SETTEMBRE IN ITALIA LE SPIAGGE CHIUDANO E CHE ANCHE CON 30 GRADI PER GLI ITALIANI FACCIA TROPPO FREDDO. DELLE CINQUE SPIAGGE QUATTRO SONO SICILIANE PERCHÉ…”
Nelle tue mani © ANSA
Non si era mai visto al cinema un ladro, sorpreso dalla polizia in un appartamento, non fuggire perché troppo impegnato a suonare sul pianoforte un pezzo di Rachmaninov. È quello che accade in 'Nelle tue mani', film tra realtà e favola passato ad Alice nella città, sezione parallela alla Festa di Roma. Diretto da Ludovic Bernard, il film, che sarà in sala dal 20 dicembre distribuito da Cinema di Valerio De Paolis, segue la storia di Mathieu (Jules Benchetrit) e si apre proprio con questo ragazzo che, nella confusione della stazione ferroviaria di Parigi, inizia a suonare un pianoforte a disposizione del pubblico con la stessa passione e bravura di Glenn Gould.
 © EPA
"Sto lavorando alla realizzazione di un nuovo film, che spero possa essere concluso per la fine del 2019. La protagonista sarà, ancora una volta, una giovane donna iraniana, ma questa volta si svolgerà interamente negli Stati Uniti". Lo ha detto Shirin Neshat, Leone d'Oro alla Biennale d'Arte del 1999 e Leone d'Argento alla Mostra del Cinema del 2009 con Donne Senza Uomini, protagonista a Videocittà, la rassegna culturale ideata da Francesco Rutelli, che ospita, l'ultimo film dell'artista iraniana, residente negli Stati Uniti Looking For Oum Kulthum.
    E' un biopic non convenzionale sulla vita di Oum Kulthum, la leggendaria cantante egiziana nata nel 1900 e scomparsa nel 1975, la cui musica e straordinaria personalità ne hanno fatto un'icona.
    "Il tour dißLooking for Oum Kulthum realizzato in collaborazione con Shoja Azari e prodotto da In Between Art Film e Vivo Film, toccherà i musei più importanti d'Italia, facendo tappa oltre che a Roma anche a Torino, Napoli, Prato, Bologna e infine Milano.
Ezra Miller ‘coniglietta’ per Playboy, foto e video
bravo.... Elton .....
Risultati immagini per raffaella carrà ogni volta che è natale
Ogni volta che è Natale di Raffaella Carrà arriva in tutti i negozi e in digitale il 30 novembre.
Quattro le versioni in programma, due gli eventi speciali che si terranno rispettivamente a Roma e Milano. Raffaella Carrà entra nelle case degli italiani a ridosso del periodo natalizio per proporre canzoni a tema Natale e lo fa in quattro versioni differenti tra le quali una versione LP e una versione SuperDeluxe oltre alla deluxe e alla standard.
Uno il CD della versione standard, due quelli della versione deluxe. L’LP contiene gli stessi brani della versione standard mentre la super deluxe comprende un 45 giri e la deluxe version.
Un brano inedito, Chi l’ha detto, e una selezione di canzoni della tradizione natalizia in lingua inglese è ciò che troveremo in Ogni volta che è Natale di Raffaella Carrà, un progetto che verrà presentato con due eventi, in programma rispettivamente a Roma e Milano.
Raffaella Carrà presenterà al pubblico il suo disco in due eventi instore: sabato 1 dicembre a Milano (Mondadori Megastore, ore 17, piazza Duomo) e giovedi 6 dicembre a Roma (Porta di Roma, ore 17, via Alberto Lionello).
Di seguito i contenuti delle versioni in vendita:
STANDARD VERSION (1 CD): Chi l’ha detto (brano inedito); White Christmas; La Marimorena; Happy Xmas (War Is Over); Merry Christmas Everyone (R.Carrà version); Halleluja; Feliz Navidad; Buon Natale; Jingle Bell Rock; Navidades Han Llegad
DELUXE VERSION (2CD): Oltre alle tracce della standard version, il secondo CD conterrà: Rosso Rock; Conga; Far L’amore (Bob Sinclar & Raffaella Carrà); Keep On (Raffaella Carrà feat. John Biancale); Tuca Tuca; Forte (Raffaella Carrà feat. Bob Sinclar); Pedro; Adiós amigo; Replay; Rumore; Ballo ballo; Satana; 53 53 456; Fiesta; Fun Fun Fun; Luca; Ché dolor; Hold Me; Tanti auguri
Shawn Mendes & Zac Brown Band - 'Keep Me in Mind' [CMT Crossroads]
IL RAPPER SI SOSPENDE DA INSTAGRAM DOPO LE POLEMICHE SUL PARTY AL SUPERMERCATO – MA DOPO NEMMENO UN'ORA TORNA: ERA SOLO UNA TROVATA PUBBLICITARIA PER L'USCITA DEL SINGOLO "PRIMA DI OGNI COSA"
La vita di Rudolf Nureyev è un romanzo delle meraviglie. Quello di un giovane tartaro, nato in treno e in piena Siberia e impostosi radicalmente sulla scena internazionale. Considerato, a ragione, il più grande ballerino del XX secolo, Nureyev è stato tutto e ha toccato tutto con un'urgenza viscerale: dal barocco alla commedia musicale, dalla coreografia al cinema, dalla direzione d'orchestra alla danza contemporanea.
Maneskin (ANSA)
Musica .Arriva 'Il ballo della vita'. Il 26 ottobre film e live in streaming.I Maneskin, balliamo la nostra libertà
Dopo aver sfiorato la medaglia d'oro ai recenti mondiali giapponesi di pallavolo, la 19enne Paola Egonu ha fatto coming out.Dalle pagine del Corriere della Sera ha rivelato di avere una fidanzata: «Dopo la finale ero in lacrime, ho chiamato la mia fidanzata: mi ha detto che le sconfitte fanno male ma ci insegnano sempre qualcosa [...] Ho una fidanzata. Lo dico con grande semplicità? Infatti, lo trovo normale».
In merito alle discriminazioni di cui è stata vittima anche in virtù dell'origine dei suoi genitori, ha aggiunto: «Siamo italiane, per me avere origini diverse è normale. Mi sono stupita di chi si è stupito dell’amore del Paese verso di noi. Ho vissuto episodi di razzismo, è normale ma non dovrebbe esserlo».
 © ANSA
Più di cinquecento appuntamenti tra concerti, spettacoli, conferenze, incontri e 11 tra festival e rassegne: il cartellone messo a punto dalla Fondazione Musica per Roma per la prossima stagione è un fuoco di fila di proposte studiate per accontentare i gusti di ogni tipo di pubblico in ogni stagione. A fare la parte del leone, ovviamente, i concerti con le grandi star internazionali e italiane del rock, del pop, del jazz fino all' indie rock, alla musica per il cinema e ai lavori sperimentali. Ben Harper, Take That, Tribalistas, Morcheeba, Enrico Rava, Edoardo Bennato, Stefano Bollani, Max Gazzè, Giovanni Allevi, Mario Biondi, Nicola Piovani, Gigi Proietti, Ludovico Einaudi, Goran Bregovic, Giorgio Moroder, i Toto, Brad Mehldau, sono tra i pezzi forti del ricco calendario di eventi che avrà il suo culmine nell' ormai radicato Summer Festival. Altre novità caratterizzano il programma delle "Stagioni delle arti", che temi poliedrici sulla scena dell' Auditorium Parco della Musica, e anche al di fuori dei suoi confini. Un festival tematico al mese, spettacoli di danza e teatro,lezioni di arte, rock, storia, matematica, filosofia, storia. Si parte a novembre con il festival dell' Economia, a dicembre il Gospel, a gennaio il Flamenco, a febbraio la Danza contemporanea. Da quest' anno si è aggiunta più la gestione della Casa del Jazz. Un insieme di eventi che premia gli organizzatori: da gennaio a settembre 2018 le presenze sono state 312 mila (+3%) con un incasso totale che segna un +13 per cento rispetto allo stesso periodo del 2017.
Risultati immagini per “7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE”,
“7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE”, IL FILM CHE APRE STASERA LA FESTA DEL CINEMA, È UNA BELLA TARANTINATA SPLATTERONA. LA BELLISSIMA DAKOTA JOHNSON HA DATO BUCA ALL’ULTIMO ISTANTE ED E’ RIMASTA A LONDRA PER PRESENTARE 'SUSPIRIA' DI GUADAGNINO, AHI! - IL CAST È MAGNIFICO, SU TUTTI JEFF BRIDGES IN GRAN FORMA. IL FILM E’ PIUTTOSTO BUONO 
IRisultati immagini per Kler film poloniaL FILM “KLER”, CHE DENUNCIA VIOLENZA E ABUSI NELLA CHIESA, HA RACCOLTO DUE MILIONI DI SPETTATORI NELLA PRIMA SETTIMANA IN SALA - MA IN ALCUNE CITTA’ LA PELLICOLA E’ STATA VIETATA, IL GOVERNO E’ INTERVENUTO PER DENUNCIARE “L’ODIOSA PROPAGANDA” E I GIORNALISTI CATTOLICI LAMENTANO LA “DISTRUZIONE DEI VALORI NAZIONALI”
Pare che il nuovo governo australiano, santificato dalla destra nostrana, abbia appena perso la maggioranza a causa di un elezione suppletiva del 20 ottobre nel seggio elettorale di Wentworth, a Sydney, vinte dall’indipendente Kerryn Phelps. Il seggio era rimasto vacante da quando l’ex primo ministro Malcolm Turnbull quando, sfiduciato dal Partito Liberale e sostituito dall’ex ministro del Tesoro Scott Morrison (molto più conservatore), si era dimesso da parlamentare. D'altra parte questo era stato identificato come il governo più a destra degli ultimi decenni del paese contro gli immigrati e gli omosessuali. Emblematico come il primo ministro, causa queste elezioni, ha dovuto fare una brutta retromarcia nei confronti del rapporto Ruddock (commissionato dal precedente primo ministro per saziare gli appetiti dei conservatori reazionari del suo partito) nel quale si chiedeva che le scuole religiose potessero, in nome della fede, discriminare i bambini a seconda dell'orientamento sessuale e identità di genere (si raccomandava analogo trattamento anche per gli insegnanti). Morrison (contrario al matrimonio egualitario come il già citato Ruddock), dopo giorni che era stato incalzato sul tema, ha dovuto cedere sulla parte relativa ai bambini promettendo di non discriminarli più (cosa che è possibile tuttora in Australia a livello regionale) ma rimanendo molto ambiguo sugli insegnanti. Interessante il dibattito scaturito dalla vicenda in Australia in cui i parlamentari della ormai ex maggioranza si sono detti "stupiti" per non aver capito il polso del paese e per essere risultati molto impopolari in un seggio che fino a qualche anno prima era considerato blindato. Alcuni ex ministri del partito Liberale (quello che ha perso la maggioranza) hanno detto che è stupido che loro si focalizzino su posizioni sbandierate da emittenti conservatrici perché loro sono una piccola, ma rumorosa, parte della comunità. Tale logica sarebbe interessante applicare ai leader nostrani che seguono più Belpietro, Brandi, Miriano, Pillon, Adinolfi, e compagnia cantante e non i progressi sociali voluti dalle persone. Comunque i conservatori Australiani sono dei geni mettendo a capo del partito chi è stato recentemente reduce dalla sconfitta sul referendum del matrimonio egualitario.
Risultati immagini per BEN AFFLECK nudo
L’ATTORE E REGISTA BEN AFFLECK ROMPE IL SILENZIO DOPO I 40 GIORNI DI RICOVERO IN UN CENTRO DI TRATTAMENTO DELL'ALCOLISMO: “COMBATTERE UNA DIPENDENZA È UNA LOTTA DIFFICILE CHE PUÒ DURARE PER TUTTA LA VITA. LO FACCIO
 PER ME STESSO E LA MIA FAMIGLIA"
PAOLO ISOTTA IN LODE DELL’ULTIMA DIVA DELLA LIRICA CHE LASCIAVA IL PALCO SE IL DIRETTORE SBAGLIAVA QUALCOSA: "NON SI È DETTO CH'ELLA È UNA BENEMERITA DELLA CIVILTÀ ITALIANA PER AVER MERAVIGLIOSAMENTE INTERPRETATO LE OPERE PIÙ NOTE DEI NOSTRI MAESTRI, VERDI E PUCCINI. POVERA, GRANDE MONTSERRAT COSTRETTA A DIFENDERSI DA CRETINI E RECCHIE LIRICHE CHE LA RICORDANO PER AVER FATTO UN CONCERTO-MARCHETTA CON FREDDIE MERCURY"
 © ANSA
Non ha i lussureggianti baffi di Tom Selleck, ma guida una Ferrari rosso fiammante per le stesse assolate strade delle Hawaii. Torna in tv (su Fox, il martedì alle 21 da domani 16 ottobre) Magnum P.I. e ha il volto di Jay Hernandez (Suicide Squad). Questo attesissimo reboot di una delle più popolari serie degli anni Ottanta rispecchia i tempi di oggi: meno machismo e un'assistente donna al fianco del famoso investigatore privato.
Il fedele Higgins infatti, in questa nuova versione ha il volto di una donna, Perdita Weeks.
La prima immagine di Helen Mirren nei panni dell'imperatrice Caterina per la nuova serie Sky-Hbo © ANSA
Helen Mirren nei panni dell'imperatrice Caterina nei suoi alloggi privati ricostruiti sulla base dei palazzi russi originali e circondata da copie, create per l'occasione, dei quadri presenti all'Ermitage. E' la primissima immagine diffusa della grande attrice premio Oscar, nelle vesti di una delle figure femminili più potenti di tutti i tempi nella produzione originale Sky e HBO, Catherine the Great, serie le cui riprese sono in corso, ambientata nella sfarzosa ma politicamente spietata corte russa del 18/mo secolo.
In una corte scintillante e assetata di potere, accanto alla vincitrice del premio Oscar©, vedremo Jason Clarke (Zero Dark Thirty) nel ruolo di Potemkin, lo statista preferito di Caterina oltreché comandante militare e amante, la vincitrice del Bafta Gina McKee (Bodyguard), che interpreta la Contessa Bruce, amica e confidente di tutta una vita, e Rory Kinnear (The Imitation Game) nei panni del ministro Panin, abile uomo politico, consigliere del figlio ed erede di Caterina, Paolo I (Joseph Quinn). Anche Richard Roxburgh (Moulin Rouge) si unisce al cast nella parte di Grigory Orlov, uno degli ex amanti di Caterina che, con suo fratello Alexei Orlov (interpretato da Kevin R McNally, Unforgotten), ha orchestrato il colpo di stato che ha portato Caterina al potere.

in cerca di se stesso....
Si intitola "Butterfly" ed è una miniserie televisiva che arriverà a dicembre su Fox. Smentendo gran parte dei loghi comuni proposti dal fondamentalismo anti-gay, è attraverso una storia vissuta che la serie propone il racconto di una famiglia alle prese col percorso di cambio di sesso del figlio 11enne.
I tre episodi, da 55 minuti ciascuno, affrontano la complessa storia di una famiglia che si è trovata d over affrontare la richiesta di avviare il processo di cambio di sesso da parte del figlio, che fin da piccolissimo aveva le idee molto chiare sul fatto di sentirsi una bambina intrappolata in un corpo maschile.
 © ANSA
"Scrivo queste parole da una cella in carcere. Ma non sono in carcere. Sono uno scrittore. Non mi trovo né dove sono, né dove non sono. Potete mettermi in carcere, ma non potete tenermi in carcere. Io faccio una magia. Passo attraverso i muri". Sono le parole con cui Ahmet Altan, uno dei giornalisti e scrittori più famosi in Turchia, conclude il suo straordinario diario di prigionia, 'Non rivedrò più il mondo', che in Italia è appena uscito con Solferino. Altan, classe 1950, processato più di 100 volte per il contenuto politico dei suoi articoli (era già stato arrestato nel 1995 per un suo pezzo in difesa delle minoranze curde), nel 2016 è finito nell'ondata di arresti seguita al fallito golpe contro Erdogan. Accusato di aver favorito il tentato colpo di stato è stato condannato a inizio 2018, insieme fra gli altri, al fratello Mehmet (poi liberato dopo 21 mesi di carcere, ndr), in un processo, definito da molti osservatori, farsa, all'ergastolo senza condizionale. Una pena che "potrebbe essere rivista in un'udienza d'appello fissata per il 2 ottobre" spiega all'ANSA la giornalista turca Yasemin Congar, compagna dello scrittore, che come Altan è da sempre in prima linea per la libertà d'opinione e per questo è spesso finita nel mirino delle autorità. 'Non rivedrò più il mondo' "racconta la forza e il potere interiore che ti viene dall'essere una persona libera e indipendente nel proprio modo di pensare. Parla di come il potere dell'immaginazione possa salvarti anche nelle situazioni più disperate. E' un omaggio alla forza che può venire all'uomo dalla sua creatività". Per la liberazione di Altan e di altri giornalisti e scrittori vittime di carcerazioni e condanne giudicate "ingiuste e senza prove", si sono mobilitate decine di personalità e associazioni, e a febbraio, con una lettera ad Erdogan, anche 38 premi Nobel, tra i quali JM Coetzee, Kazuo Ishiguro e Mario Vargas Llosa. Pensa che la pena possa essere rivista il 2 ottobre? "Io cerco di essere sempre ottimista - spiega la giornalista che dal momento dell'arresto di Altan, nel 2016, non ha più potuto incontrarlo, visto che gli sono concesse solo le visite del suo avvocato e dei figli-. Ahmet ha scritto una magnifica difesa, io leggendola mi sono commossa. Ma lo ascolteranno? Valuteranno i fatti? Possiamo solo sperarlo. Come ha detto anche David Kaye (relatore speciale sulla promozione del diritto alla libertà di opinione ed espressione per l'Onu, ndr), procedimenti come quello contro Ahmet sono processi spettacolo". Nel libro, Altan traccia una cronaca intima e coinvolgente di tutto il periodo in carcere, dall'arresto, ai primi durissimi giorni di prigionia ("In poche ore avevo percorso cinque secoli ed ero arrivato nelle segrete dell'Inquisizione medievale"), dagli incontri alla convivenza con i suoi compagni di cella, dalle dimostrazioni inaspettate di crudeltà a quelle di empatia, che incontra nel "mondo parallelo" della prigione. "Avrei circondato gli incendi scatenati da coloro che mi avevano ingabbiato con il fuoco della mia mente - racconta Altan - Scriverò per poter vivere, resistere, lottare, per volermi bene e perdonarmi i miei fallimenti". 
 © ANSA
Miguel Bosè si separa dallo scultore spagnolo Nacho Palau, secondo quanto rivelano i media spagnoli  E anche i quattro figli della coppia sono costretti a dividersi. Due gemelli rimangono con il cantante, che dopo essersi diviso tra Panama (dove è nato 62 anni fa) e Madrid ha scelto ora di trasferirsi in Messico, gli altri due con Palau  Il 27 aprile 2011 Bosé aveva annunciato pubblicamente, tramite i suoi profili social, di esser diventato papà di due gemelli, Diego e Tadeo, tramite una gravidanza di sostegno. Il 29 giugno di due anni dopo, rivelò alla rivista spagnola "Shangay" di essere padre di altri due bambini: "Non ho due figli ma quattro. A sette mesi dalla nascita di Diego e Tadeo sono arrivati altri due gemelli, Ivo e Telmo".
 © ANSA
Charlotte Gastaut, ai bimbi racconto l'infanzia. Artista tra illustrazioni e moda, riceve a Roma il Romics d'Oro
Risultati immagini per vladimir di prima scrittore
autori meritevoli da conoscere.... intervista tratta da www.sikilynews.it E' da qualche mese disponibile in formato ebook il terzo romanzo del 36enne scrittore catanese Vladimir Di Prima, “Le incompiute smorfie”, edito da Priamo in collaborazione con Giuseppe Meligrana Editore. Laureato in legge e specializzato in criminologia, Di Prima aveva già dato alle stampe "Gli Ansiatici" (Prova d’Autore, 2002) e "Facciamo Silenzio" (Azimut, 2007). Suoi racconti sono apparsi in diverse antologie e riviste letterarie. Vanta inoltre collaborazioni con artisti della musica leggera italiana, fra i quali il compianto Lucio Dalla. Lo abbiamo raggiunto a Zafferana Etnea, dove vive, per scambiare quattro chiacchiere. 
“Le incompiute smorfie”: un titolo suggestivo e ambiziosamente letterario. Forse un monito per il lettore distratto?
Nessun monito. Un lettore sa scegliere da sé ciò che gli è più congeniale. Naturalmente l’inversione dell’aggettivo può creare un certo spiazzamento, un’esitazione, come dire: perché non “le smorfie incompiute”? Credo decisiva, in questo caso, una maggiore musicalità del significante. 
Come nasce quest’opera?
Come tutte le cose che hanno l’esigenza di essere raccontate. Non tutte le storie però possono essere raccontate. Alcune hanno una forza superiore, quella stessa forza capace di reggere l’ordito senza provocarne improvvisi sgonfiamenti. 
Quanto l’impostazione criminologica dei tuoi studi ti è giovata nell’individuare il profilo dei tuoi personaggi?
Devo confessare di aver attinto abbastanza dalla mia preparazione in ambito criminologico. Cercavo personaggi convincenti, capaci allo stesso tempo di volgarizzare il dramma della malattia mentale e di renderlo più leggero possibile come leggero, in alcuni casi, è il pensiero del protagonista. La letteratura in materia è vastissima e maneggiarla senza correre il rischio di ripetere alcuni cliché, peraltro abusati, è parecchio complicato. Spero dunque di essermi districato. 
Come sopravvive oggi uno scrittore autentico di fronte alla barbarie del mercato, sempre più in cerca di fenomeni stagionali e autori “usa e getta”?
Non sopravvive. Muore ogni giorno di più. E muore attraverso l’indifferenza, i rifiuti, gli sberleffi di una società che si fa carico di fregiare il mediocre per la sua risaputa innocuità. Uno scrittore vero è molto pericoloso; è capace di cambiare le coscienze, di far saltare i governi, di restituire pensiero e dignità all’uomo del popolo. Questo è inaccettabile per chi detiene il potere; allora scatta una sorta di emarginazione scientifica, scientifica nel senso della premeditazione basata sull’annientamento sociale, psichico e finanche fisico dell’individuo scrittore. 
Molti lettori superficiali e maliziosi leggeranno nel rapporto genitori-figlio una sorta di trasposizione autobiografica; io, al contrario, sono del parere che ciò sia una straordinaria metafora del binomio Stato-cittadino. Il padre quale topos di un sistema politico vecchio, obsoleto, arretrato e castrante; la madre immagine sbiadita di un indirizzo culturale incapace di premiare il talento e di investire su di esso. Ne convieni?
Sì. Probabilmente una delle più efficaci letture, la tua. Mario Pergola, il protagonista del romanzo, altro non è che il prodotto di una società fatalmente adulterata, ricca di contraddizioni volute e problemi volutamente insoluti. Il miraggio dell’affermazione personale che passa esclusivamente attraverso il successo, la televisione che plasma le coscienze secondo direttive sovrannazionali, il tutto fraintendendo e quindi dissipando le eccezionali possibilità della vita sul pianeta. Un vero peccato se consideriamo che il tempo a disposizione di ogni individuo è davvero poco. 
Leit motiv del romanzo è l’avvincente escursione in un erotismo raffinato e mai greve. Donne la cui sensualità intorbida i pensieri del personaggio. Ce ne parli?
Il femminile descritto nel mio romanzo ha la consapevolezza e la padronanza del proprio essere. E, più che madri, queste donne sono grandi e tempestose amanti. Pitturarle poi come si conviene, dargli cioè quel colore necessario alle vicende del personaggio, mi è stato semplice in ragione di una decennale ricerca di costume. Le mie donne sono anzitutto femmine nel senso celebrativo del termine; femmine perché femminili, femmine perché inguaribilmente indispensabili. 
Dal romanzo si evincono valori importanti quali l’amicizia e l’onestà; è ancora possibile raccontare il proprio tempo attraverso questi valori?
È molto difficile. L’amicizia e l’onestà sono spesso aggiustati alla finzione; si è amici per interessi più o meno poco chiari senza condividere nulla di profondamente sincero. L’impostura si dà arie da postura; per questo dico che bisogna diffidare dagli adulatori, da chi mette nella condizione di voler essere ringraziato e omaggiato per qualcosa di cui non solo non si ha reale bisogno, ma persino fastidio. 
I punti forti dei tuoi scritti sono certamente lo stile e la straordinaria capacità linguistica. Ogni periodo ha un elemento spiazzante, un climax, un’allitterazione, o comunque qualcosa che non lo rende mai banale. Come nasce una tua pagina?
Nasce dalla musica, certamente. Se la pagina non mi “suona” non va bene. Passo intere giornate a rileggere ad alta voce quello che scrivo. Non ci devono essere esitazioni. Ogni virgola, ogni punto, ogni parola sono pensate secondo un ritmo, che poi è il mio ritmo interiore, quello che sento. 
Cosa pensi della narrativa contemporanea?
Permutando un’espressione calcistica direi che ci sono tanti buoni mediani, tanti onesti “spaccalegna” incapaci però della giocata decisiva e spettacolare. Leggo libri di miei coetanei dalla noia mortale; prova ne è che dopo dieci pagine (più cinque di bonus stima) li ripongo negli scaffali del mio dimenticatoio. Non so se sia colpa loro o delle direttive imposte dalle grosse lobby editoriali, ma il piattume che esprimono è, per me, evidente e insopportabile. Allora mi tocca scavare nel tempo alla ricerca di quei classici che non deludono mai. Viviamo in un’epoca in cui il tempo è scandito dalla fenomenologia del fenomeno, ovvero da ciò che appare perché così si vuole che appaia. In rare eccezioni questo coincide con una qualche forma di sostanza tangibile e duratura. 
Il noto critico letterario Gian Paolo Serino ha speso parole importanti e impegnative nei tuoi confronti. Senti una responsabilità?
Gian Paolo ha dimostrato una grande stima nei miei confronti sin dal precedente romanzo “Facciamo Silenzio”. Posso essergli solo grato. Poi è una persona impegnata attivamente nel sociale e questo ne migliora sensibilmente l’opinione che mi sono fatto di lui. Responsabilità? Uno scrittore non è responsabile di se stesso nemmeno quando attraversa la strada. Al contrario non potrebbe raccontare la vita. 
Progetti per il futuro? Hai in cantiere nuovi progetti?
Le idee non mancano mai. Quello che invece viene meno è l’entusiasmo nel sistema cultura. Essendo un tipo umorale, ma anche uno che non le manda a dire e che quando si scoccia dice basta sul serio, “le incompiute smorfie” potrebbero rappresentare saggiamente il mio precoce congedo dalla scrittura. Non ho polsi da “spaccalegna” quindi, a un certo punto, l’ipotesi di “levarci mano” si fa concreta. Alla lunga è stupido finire sotto i colpi di chi non “accetta” e usa l’ascia di una ripetuta noncuranza per tranciarti. Tranquilli però: sono capace di rinascere e ripetermi sotto molteplici punti di vista e forme.
skinhead 6skinhead 2skinhead 13
UN LIBRO RIPERCORRE UNA DELLE SOTTOCULTURE PIÙ CONTROVERSE, RADICALI E SPESSO EQUIVOCATE COME DESTRORSE – LE CAMICIE A QUADRETTI, LE TESTE RASATE E GLI ANFIBI FURONO UNA RISPOSTA AUTENTICA E PROLETARIA AI BORGHESI HIPPY E ALL’ERA THATCHERIANA, CON CONSEGUENZE SPESSO DEVASTANTI
FU LA SPAGNA - Verso Barcellona Ufficio Storico Stato Maggiore dell'Esercito j.jpg © ANSA
La guerra di Spagna nello sguardo fascista. Dopo Barcellona e Bilbao esposizione a Roma, dal 5/10 al 18/11
 (ANSA)
L'amica geniale, da saga bestseller al piccolo schermo
Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta tre epoche di storia tedesca attraverso l'intensa vita dell'artista Kurt Barnert, dal suo amore appassionato per Elisabeth, al complicato rapporto con il suocero, l'ambiguo Professor Seeband che, disapprovando la scelta della figlia, cerca di porre fine alla relazione tra Kurt ed Elisabeth. Quello che nessuno sa è che le loro vite sono già legate da un terribile crimine commesso da Seeband decenni prima.
«Sì, sono gay. Non mi importa che la gente lo sappia o che interessi a tutti, ma lo scrivo nella speranza di essere d'aiuto a qualcuno che soffre come ho sofferto io». È con queste parole che Tadd Fujikawa ha deciso di fare coming out attraverso un messaggio pubblicato sul suo profilo Instagram. «Mi ricordo molto bene quanto storie come la mia mi sono state di sostegno nei periodi più bui che ho trascorso. Mi hanno insegnato ad avere speranza. Ho passato troppo tempo fingendo, nascondendomi e odiando ciò che ero. Ero terrorizzato da quello che gli altri potessero pensare o dire sul mio conto. So di persone che non ce l’hanno fatte e si sono tolte la vita. Per quello scrivo in questa giornata speciale. Ho sofferto a livello psicologico, sono stato davvero male. Ma ora tutto è cambiato. Ora sono orgoglioso di me e di tutta la comunità Lgbt». Fujikawa risulta il primo giocatore professionista di golf ad aver fatto coming out. Di origini giapponesi, vive negli Stati Uniti dove nel 2006 è stato il più giovane atleta ad aver preso parte agli US Open.
ritornano
amate gli animali...
stanno per arrivare.....
Maria Regina di Scozia con Saoirse Ronan e Margot Robbie
La straordinaria Saoirse Ronan al fianco della bellissima Margot Robbie, con Jack Lowden, David Tennant e Guy Pearce a completare il cast. Maria Regina di Scozia di Josie Rourke punta agli Oscar, con un’uscita italiana datata 17 gennaio
MAD-HEIDI_Still_5
Haidi impazzita....
MadHeidi
Prendete tutti i luoghi comuni sulla SVIZZERA e infilateli in un film splatter. Avrete il geniale Mad Heidi, follia prodotta dagli stessi ideatori del pazzo Iron Sky, con Johannes Hartmann alla regia e una giovane Heidi che si tramuta in psicopatica ribelle dopo l’assassinio del suo amato Peter da parte di un governo nazista.
Il primo Swissploitation della storia del cinema.Capolavoro annunciato.
da vedere....
Henry Cavill Says 'Hi!'
Schermata 2018-09-27 alle 10.18.04
Katy Perry e Orlando Bloom, primo red carpet di coppia 
da vedere
181003073624710369
181003073625634545
Kendrick Sampson si spoglia in Insecure
DIVE...
Un potentissimo banchiere festeggia il compleanno nel suo palazzo blindato. Ha un unico ospite che lo interroga sulla sua misteriosa e al contempo irresistibile ascesa nel mondo della finanza. L'uomo gli racconta la propria vita replicando quasi sdegnato all'affermazione del suo commensale che dice di aver saputo che lui era un anarchico. "Sono. Non 'ero' un anarchico" è la sua affermazione.
 © ANSA
Loredana Bertè torna, libera e folle.Esce 'Libertè' dopo 13 anni, 10 inediti fra rock, pop e punk
Ally fa la cameriera di giorno e si esibisce come cantante il venerdì sera, durante l'appuntamento en travesti del pub locale. È lì che incontra per la prima volta Jackson Maine, star del rock, di passaggio per un rifornimento di gin. E siccome nella vita di Jack un super alcolico tira l'altro, dalla più giovane età, i due proseguono insieme la serata e Ally si ritrova a prendere a pugni un uomo grande il doppio di lei, reo di essersi comportato da fan molesto. La favola di lei comincia quando lui la invita sul palco, rivelando il suo talento al mondo, poi sarà con le sue mani che scalerà le classifiche, mentre la carriera e la tenuta fisica e psicologica di lui rotolano nella direzione opposta, seguendo una china oramai inarrestabile.
ALLA FONDAZIONE VUITTON DI PARIGI UNA MOSTRA CHE METTE A CONFRONTO IL RAGAZZO DELL'ESPRESSIONISMO VIENNESE E QUELLO DELLA NEW YORK UNDERGROUND DEGLI ANNI '80 – STESSO FURORE, STESSA BELLEZZA, STESSA MORTE GIOVANE – CHE C’ENTRANO I CORPI TORMENTATI DI EGON CON I TORRENTI DI ACRILICO DI JEAN MICHEL? PER LA DIRETTRICE SUZANNE PAGÉ “SI RISPONDONO, PERCHÉ TOCCANO DIRETTAMENTE IL NOSTRO SISTEMA NERVOSO CENTRALE”
Risultati immagini per italo calvino e elsa de giorgi
LA STORIA D’AMORE TRA ITALO CALVINO ED ELSA DE’ GIORGI, UNA DELLE ATTRICI PIÙ AMATE DEL CINEMA DEI “TELEFONI BIANCHI”, FU DIFFICILE E FURIOSA, FATTA DI INCONTRI PROIBITI E LETTERE BOLLENTI - ORA GRAZIE A GUIDO DAVICO BONINO SI ARRICCHISCE CON UN EPISODIO DA CRONACA NERA: “ERO IN CASA EDITRICE. A UN CERTO PUNTO IRRUPPE UNA BIONDONA CON LO CHIGNON. MI ACCORSI CHE IN MANO AVEVA UNA PISTOLA VERA. ''DOV'È ITALO, DOV'È QUEL MASCALZONE?'' GRIDÒ NEL CORRIDOIO…
 © ANSA
E' dedicata a una delle grandi dive del ventesimo secolo, Rita Hayworth, l'immagine del 36esimo Torino Film Festival in programma dal 23 novembre al primo dicembre. L'immagine dell'attrice, di cui il 17 ottobre ricorre il centenario della nascita, è tratta da 'Non sei mai stata così bella', film del 1942 di William A. Seiter interpretato con Fred Astaire.
    "E' a questa Rita che il Torino Film Festival rende omaggio nell'anno del centenario della sua nascita", spiega Emanuela Martini, direttore artistico del Torino Film Festival - Rita più che Gilda; la ballerina vitale e agilissima che danzò con Fred Astaire e con Gene Kelly, più che la sirena sinuosa e pericolosa, simbolo della dark lady nell'immaginario collettivo.
    La ragazza che sapeva essere una commediante più che l'icona sexy la cui foto fu appiccicata sulla bomba sganciata sull'Atollo Bikini".
 
BASTANO DIECI MINUTI DI ALLENAMENTO FISICO PER AVERE UN EFFETTO IMMEDIATO SULLA MEMORIA - L’ESERCIZIO SCATENA LA GENERAZIONE DI NUOVE CELLULE CEREBRALI E METTE IN MOTO UNA SERIE DI CONSEGUENZE BENEFICHE PER LA MENTE – UNA SCOPERTA IMPORTANTE PER GLI ANZIANI PER CONTRASTARE IL DECLINO COGNITIVO. LA VERITA’ SUL TUMORE AI POLMONI: L'85 PER CENTO DEI CASI RIGUARDA UN FUMATORE O UN EX FUMATORE - MA UN PAZIENTE SU CINQUE NON HA MAI TOCCATO UNA SIGARETTA IN VITA SUA 
Dopo il successo delle prime repliche, che hanno riportato tutti sold-out, da stasera si replica ancora ogni martedì e venerdì alle ore 21,15 presso la Chiesa di S.Giovanni del Toro a Ravello fino al 12 Ottobre "Rebellum - Storia di un amore eterno", il nuovo attesissimo musical scritto e diretto da Ario Avecone.
"Dopo i setti anni di successi di Amalfi 839AD è arrivato il momento di confrontarsi con una nuova storia, un nuovo genere, un nuovo spettacolo immersivo. Per questa prima stagione di lancio presenteremo un numero ridotto di repliche, sette in tutto, per poi ripartire il prossimo anno con sei mesi di attività" - racconta l'autore. "Rebellum è molto diverso da Amalfi 839AD, anche se ne conserva l'idea innovativa di allestimento, che ci ha dato tanta visibilità e tanti successi.
QUANDO LA BBC BOCCIO’ IL FUTURO 'ZIGGY STARDUST': "UN CANTANTE PRIVO DI PERSONALITA’ CHE NON SAREBBE MIGLIORATO NEANCHE DOPO DIVERSE PROVE" – MA LA COMMISSIONE TALENTI DELL’EMITTENTE PUBBLICA BRITANNICA AVEVA DEFINITO “PRETENZIOSO E SENZA SENTIMENTI” ANCHE ELTON JOHN. E I BEATLES FURONO RESPINTI DAGLI STUDI DELLA 'DECCA'…
“TROPPO INGRASSATO. DICEVANO CHE ERO ALCOLIZZATO E DA HOLLYWOOD NON MI CHIAMAVANO PIÙ. NON TROVAVO LAVORO. MI IDENTIFICAVANO COL PERSONAGGIO” – POI PARLA DI CHI LO SCAMBIA PER IL REGISTA GUILLERMO DEL TORO (“IO MENTO E MI PRENDO TUTTI I SUOI MERITI")
nabokov srive in autonabokov cover
LE "LEZIONI DI LETTERATURA" DEL 1948 DELLO SCRITTORE SONO SAGGI MAGISTRALI: "DICKENS E’ UN BRAVO MORALISTA, IL JOYCE DI 'ULISSE' È RIMASTO VITTIMA, A POSTERIORI, DEL SUO STILE - IL “SEMIDIO” KAFKA, PROUST "AI LIMITI DELL’UMANO" LO STEVENSON "È FRA TUTTI IL PIÙ POP E LO STRANO CASO DEL DOTTOR JEKYLL E DI MR HYDE E’ UN CAPOLAVORO MINORE".
Risultati immagini per al pacino e la sua nuova fidanzata
L’ATTORE, 78 ANNI, FA COPPIA FISSA DA QUALCHE MESE CON L’ISRAELIANA MEITAL DOHAN CHE HA ESATTAMENTE LA METÀ DEI SUOI ANNI – I DUE SONO STATI AVVISTATI PER LA PRIMA VOLTA IN UN RISTORANTE DI LOS ANGELES E, DOPO AVER MANTENUTO LA RELAZIONE SEGRETA, HANNO DECISO DI USCIRE ALLO SCOPERTO – E I BEN INFORMATI COMMENTANO: ‘SONO MOLTO FELICI…’
Romaeuropa: Oumou Sangaré, l'ambasciatrice della musica africana nel mondo il 22 settembre all'Auditorium Parco della © ANSA
La sua musica è dunque espressione artistica e culturale, ma anche fenomeno sociale, tanto che è stata insignita del titolo di Ambasciatrice di buona volontà dalle Nazioni Unite e ha conseguito il Music Prize dell'International Music Council fondato dall'Unesco per il suo contributo "all'arricchimento e allo sviluppo della musica, della pace, della comprensione tra popoli e della cooperazione internazionale". Quando aveva due anni, suo padre emigrò in Costa d'Avorio con una seconda moglie, abbandonando sua madre che era incinta e che, per campare, ha iniziato a cantare ai matrimoni e ai battesimi. L'amara esperienza di Oumou ha formato la sua coscienza. L'artista non ha dimenticato la sua storia e, anzi, ne ha fatto una bandiera di lotta: "Quando nella tua società vedi qualcosa che si sta rompendo e sgretolando, - ha detto - devi parlarne. Dobbiamo prenderci cura della nostra dignità e avere rispetto per le parole che scegliamo".
Cotacachi, Ecuador è una cittadina circondata da montagne in cui si sono trasferiti centinaia di cittadini americani in pensione che, con quanto possedevano, potevano condurre solo una vita di profilo decisamente basso. Qui si sono costruiti o ristrutturati abitazioni più che confortevoli e vivono bene.
Presentazione della terza stagione di teatro terapia a Milano e Roma Ingresso libero
Il tema della stagione 2018-19 sarà “allenare i comportamenti inconsueti e vivere più felici”, un vademecum per rendere la vita e i rapporti umani più semplici. Non tutti riescono a raggiungere i propri obiettivi, spesso a causa di abitudini nocive reiterate. Elemento fondamentale nella vita di ognuno di noi è la soddisfazione verso se stessi. Il palcoscenico sotto la regia esperta della psicoterapeuta Giovanni Porta si trasformerà in “palestra esistenziale”, grazie al quale sperimentare comportamenti e modi di stare al mondo diversi dal solito. Un “circo protetto” dentro al quale rischiare di diventare come ci piacerebbe, accettando di cadere e sbagliare, perché nessun errore è così drammatico come non provare.
al via riprese de Il ladro di giorni con Scamarcio © ANSA
Salvo (Augusto Zazzaro) ha circa 5 anni quando suo padre Vincenzo (Riccardo Scamarcio) scompare, portato via da due carabinieri. Alcuni anni dopo, una volta uscito di prigione, Vincenzo torna a riprendersi suo figlio che nel frattempo è andato a vivere in Trentino dagli zii. Padre e figlio quasi non si riconoscono, e, come due estranei, si mettono in macchina verso il sud d'Italia, dove Vincenzo ha una missione da compiere. Sarà il tempo del viaggio a metterli di fronte alla verità del loro rapporto e di cosa sono l'uno per l'altro. 
 Al via le riprese del film "Il ladro di giorni", per la regia di Guido Lombardi, già vincitore nel 2011 del Leone del futuro - Premio Venezia opera prima 'Luigi De Laurentiis' con Là-bas - Educazione criminale. Nel cast, accanto a Riccardo Scamarcio nel ruolo del protagonista, Massimo Popolizio e il piccolo Augusto Zazzaro al suo debutto per un lungometraggio.
Scritto da Guido Lombardi, Luca De Benedittis e Marco Gianfreda, il film è l'adattamento di una sceneggiatura che ha ricevuto nel 2007 il "Premio Solinas - Storie per il cinema".
"Il ladro di giorni", film on-the-road lungo tutta la penisola - dal Trentino (Trento e Riva del Garda) attraverso il Cilento (Marina di Camerota) e fino alla Puglia (Bari e Gravina) - è prodotto da Nicola Giuliano, Francesca Cima e Carlotta Calori per Indigo Film e da Gaetano Di Vaio per Bronx Film con il sostegno di Film Commission Regione Campania, Apulia Film Commission e il supporto di Trentino Film Commission.
L'immagine può contenere: 1 persona
l'attore palermitano  Domenico Ciaramitaro dichiara in un intervista che fin da piccolo ha sempre nutrito la passione per il teatro, era l'unico modo che aveva per esprimersi  e sentirsi vivo tanto da dare vita insime ad altri giovani colleghi allo spazio teatrino  alla Zisa di sedici posti ..... piccole magie del teatro....
I Medici, Daniel Sharman  nudo in scena ....
Risultati immagini per dafoe van gogh
 ''IO SONO LA MIA ARTE". NON POSSIAMO CHE ACCOGLIERE CON PIACERE IL VAN GOGH DIRETTO DA JULIAN SCHNABEL E INTERPRETATO DA WILLEM DAFOE IN UN MISTO DI FRANCESE E INGLESE CHE CI RICORDA NON POCO IL SUO PASOLINI IN VERSIONE ABEL FERRARA. NON È IL SOLITO PESANTE BIOPIC, E SCHNABEL HA LA MODESTIA DI NON VOLER FARE NÉ L'AUTORE NÉ L'ARTISTA, MA SOLO
 © ANSA
Pompei, da scavi emerge affresco Priapo. E' l'ingresso di una dimora di pregio riccamente decorata
Risultati immagini per Ivan Zaytsev nudo
LO ZAR DELL’ITALVOLLEY RICEVE LA PROPOSTA DI MATRIMONIO DA UNA TIFOSA PRIMA DI ITALIA-FINLANDIA – ECCO LA RISPOSTA SU INSTAGRAM DEL CAPITANO AZZURRO, SPOSATO CON DUE FIGLI, CON AUTOINVITO FINALE: “METTO QUESTO VIDEO COSÌ QUANDO SARAI PIÙ GRANDE…”
Risultati immagini per alberto moravia
“MONTALE SEMBRA UN FRATE RAFFINATO E LIBRESCO” – I CATTIVISSIMI GIUDIZI DI MORAVIA SUI COLLEGHI LETTERATI, NELLA RIEDIZIONE DELL’AUTOBIOGRAFIA IN FORMA DI INTERVISTA AD ALAIN ELKANN – PAVESE “ISPIDO, TACITURNO, RIDACCHIANTE”; IL PERFEZIONISMO DI BASSANI, UN “FLAUBERT REDIVIVO”; SARTRE, CHE SEMBRA “UNO DI QUEI PESCI NEGLI ACQUARI CHE DIVORANO TUTTO QUELLO CHE GLI CAPITA IN BOCCA”
Famoso al grande pubblico per aver interpretato il dottor Levi Schmitt nella serie televisiva Grey's Anatomy, l'attore Jake Borelli ha fatto coming out dal suo profilo Instagram. In riferimento ad una puntata in cui il suo personaggio baciava un uomo dopo diversi giorni di corteggiamento, ha scritto:
Da ragazzo gay la puntata di questa sera è stata per me particolarmente importante. Questo è esattamente il genere di storia che ho sognato da giovane gay che ha vissuto in Ohio. La vulnerabilità e l'orgoglio di Levi sono fonte di ispirazione per me ogni giorno e spero che possa fare lo stesso anche per voi. A tutti voi che vi sentite dei piccoli Levi, sappiate che anch'io lo faccio e che in questo ci siamo dentro tutti insieme. Grazie a quelli che mi hanno supportato in questi anni, vi amo più di tutte le stel
Tutta l?Umbria una mostra Opere a Galleria Nazionale dell?Umbria a Perugia © ANSA
Ad aprire è il Trittico con la Madonna con bambino del Marzolini, del 1275 ma ancora così orientaleggiante, che era qui anche nel 1907. Poi, uno dopo l'altro, ecco il Cristo straziante di Nicolò Alunno, che tanto commosse la Regina Margherita. La celeberrima Annunciazione Ranieri del Perugino, i Gonfaloni delle processioni per scongiurare carestie e pestilenze, in una galleria infinita di volti angelicati, fondi oro, Madonne e santi, che per la prima volta rimettono insieme maestri come Gentile da Fabriano, Benozzo Gozzoli, Pintoricchio, Duccio, Beato Angelico, Piero della Francesca e Pietro da Cortona. È proprio "Tutta l'Umbria una mostra", come recita il titolo della grande esposizione pensata per festeggiare i 100 anni della Galleria Nazionale dell'Umbria prendendo spunto dalla storica Mostra d'antica arte umbra del 1907, la più imponente esposizione mai organizzata dalla regione, che con oltre mille pezzi al tempo contribuì a definire per la prima vota caratteristiche e tratti della scuola nata su questa terra tra Medioevo e Rinascimento. Oggi sono più di 140 opere, dall'11 marzo al 10 giugno a Perugia, in arrivo "soprattutto da diocesi e chiese" per le quali racconta il direttore della GNU Marco Pierini "abbiamo finanziato quasi 100 mila euro di restauri". "Una mostra - aggiunge la presidente della Regione, Catiuscia Marini - che è un invito a conoscere tutta l'Umbria e la sua storia millenaria".
     Risultati immagini per jim carrey 
JIM CARREY, LONTANO PER ANNI DALLE SCENE, TORNA CON LA SERIE TV “KIDDING”: "L’UNICA COSA CHE MI TIENE QUI E’ QUESTO AVATAR FISICO CHE FA QUESTO MESTIERE PER VIVERE MA IO SONO ALTROVE" - LE VIGNETTE POLITICHE? LE DISEGNO PERCHÉ NEGLI USA OGGI È IN CORSO UNA GUERRA CONTRO L’INTELLIGENZA, E IO COMBATTO COSÌ SIAMO STANCHI DI DARE ASCOLTO A DISGUSTOSI BUGIARDI"
iStock. VIAGGIART © Ansa
Monet, Rubens e Klimt, insieme a Sebastiano del Piombo, Mantegna e Bellini; e poi tanta fotografia, performing art e installazioni contemporanee. In Europa le principali città offrono un calendario di mostre imperdibili per tutto il 2018. Parigi si prepara ad accogliere i suoi visitatori con un'offerta culturale accattivante: a febbraio il Petit Palais ospita 'Les Hollandais à Paris, 1789-1914' dedicata a Van Gogh, Van Dongen e Mondrian mentre il Musée Marmottan propone la retrospettiva 'Corot, peindre la figure humaine' nella quale il paesaggista affronta la rappresentazione della figura umana. Si prosegue a marzo con il Musée Jacquemart-André che allestisce 'Mary Cassatt, une américaine à Paris", sulla celebre pittrice americana allieva di Degas, e ad aprile con il Musée de l'Orangerie che propone 'Nymphéas. L'abstraction américaine et le dernier Monet', in cui l'ultimo Monet viene messo in relazione con la scuola astratta di New York.
Risultati immagini per chiudi gli occhi
bene....
 © ANSA
Un venditore ambulante di sorgo nelle strade di Peshawar
 © ANSA
Persone reali e immaginarie. La loro differenza si dissolve nello sguardo e nei libri di Elizabeth Strout. In 'Tutto è possibile' (Einaudi), la scrittrice Premio Pulitzer ritorna ad alcuni personaggi del suo precedente romanzo, 'Mi chiamo Lucy Barton' e ce li fa sentire, scavando nella loro vita, proprio come dei nostri vecchi amici.  "Per me sono personaggi reali, semplicemente persone. Devo ammettere che, per quello che mi riguarda, non c'è niente di più interessante di questo nello scrivere" dice all'ANSA la Strout che è stata tra i grandi protagonisti del Festivaletteratura di Mantova appena concluso e il 14 settembre è attesa a Pordenonelegge. Ritroviamo così Mississipi Mary che si innamora a oltre 70 anni, Charlie Macauley, veterano del Vietnam, nel B&B di Dottie, il fratello di Lucy, Pete, che esce dalla sua solitudine, e la nopote Lila Lane.
Risultati immagini per valerio logrieco nudo
Magari fosse così.....
Miguel Herrán Nudo: L’attore De La Casa Di Carta Senza Veli Nella Nuova Serie Élite
si diverte a mostrare il suo lato B...
tumblr_pdtnv7zD8w1qa0p3wo1_400tumblr_pdtnv7zD8w1qa0p3wo3_400tumblr_pdtnv7zD8w1qa0p3wo2_400
River Viiperi nudo su Instagram
tavolette di vindolandagli scavi
RITROVATE 25 TAVOLETTE VICINO AL VALLO DI ADRIANO CHE AGGIUNGONO NUOVI DETTAGLI SULLA VITA DELLE LEGIONI NELLE PROVINCE ROMANE A NORD DELL’IMPERO – DAI PRIMI RILIEVI SEMBRA CHE SI RICHIEDESSE AL PREFETTO DI VINDOLANDA DI SPEDIRE AL PIÙ PRESTO DELLA BIRRA PERCHÉ L'UMORE DEI SOLDATI ERA A TERRA
La copertina di 'Satantango' di  Laszlo Krasznahorkai © ANSA
da leggere....
 © ANSA
da leggere...e

Gabriel Da Costa Nudo d'autore: L’attore Mostra Il Pisello Mentre Si Masturba In ‘Even Lovers Get The Blues’
(ANSA)
Audrey Hepburn, era nella Resistenza

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy