Luca Benedetti : "La voglia e la necessità di dovermi esprimere attraverso le emozioni ..." aprile 5, 2019 \\

Descrivi il tuo giorno lavorativo perfetto ….
Il mio giorno lavorativo perfetto sarebbe svegliarmi presto e andare in un set di un film o di una fiction e avere il ruolo principale o uno dei ruoli principali così da poter esprimere al meglio tutto me stesso nel personaggio.

 Cosa ti ha portato verso la recitazione.
La voglia e la necessità di dovermi esprimere attraverso le emozioni e tutto quello che ne consegue in un mondo che non esiste ma che ti fa vedere la realtà delle cose e quello che nella vita di tutti i giorni tendiamo a reprimere.

Se potessi svegliarti domani con una nuova dote, quale sceglieresti?
Quella di riuscire a fare la cosa giusta senza dover per forza fare quella sbagliata prima.

A chi sei più grato per la tua passione artistica?
Al mio ex insegnante Michael Rodgers e al mio attuale Maurizio Salvalalio. Senza dubbio sono riusciti a trasmettermi tutta la loro passione per questo mestiere e a stimolarmi a cercare di dare sempre il massimo senza essere mai superficiale.

Cambieresti qualcosa nel mondo del teatro e della televisione in cui ti sei formato?
Nel teatro no, nella televisione non ho molta esperienza a parte set pubblicitari però vorrei che ci fosse più meritocrazia.

C’è qualcosa che hai sognato di fare e non hai fatto?
Tante cose e se dovessi elencarle tutte verrebbe troppo lunga la risposta. Tra le più importanti direi viaggiare di più e avere almeno una parte importante in un film al cinema.

Abbiamo scoperto che sei stato un calciatore semiprofessionista …. Come mai hai rinunciato?
Ho rinunciato perché non avevo più la passione e di conseguenza non ero più felice. E poi non riuscivo ad esprimere tutto quello che volevo attraverso il calcio.

In generale cosa pensi del mondo della Rete  intesa come social o  web series?  Secondo te La Rete sarà la strada del futuro per l’arte?
Sicuramente negli ultimi anni i social in generale sono il punto forte per farsi pubblicità ma di contro c’è talmente tanta concorrenza che è molto difficile riuscire ad emergere solo attraverso essi a meno ché non si abbia la fortuna di conoscere persone con una certa capacità e conoscenza nel mondo dello spettacolo che ti possano dare la spinta giusta ma comunque senza talento e fortuna e costanza non si va da nessuna parte, meritocraticamente parlando.

Tre domande in una …. Il tuo romanzo preferito ….. il tuo film preferito … il tuo spettacolo di danza preferito
Romanzo preferito “Il Ritratto di Dorian Gray”, film “Le Pagine Della Nostra Vita”, per quanto riguarda gli spettacoli di Danza non sono molto esperto però ne ho visto uno di recente al Piccolo di Milano. “Lo Schiaccianoci” e mi è piaciuto molto.

Che cosa è troppo serio per scherzarci su?
La Morte.


Il tuo rapporto con la tua città natale …
Allora io sono nato a Voghera ma subito dopo ho vissuto ad Alessandria e sempre da piccolo mi sono spostato con i miei genitori a Valmadonna. Ho un rapporto molto bello perché ci torno quasi sempre durante il weekend anche perhcé i miei genitori stanno qui e anche i miei amici più stretti.

C’è posto per giovani attori talentuosi con idee innovative in Italia?
Io spero proprio di sì altrimenti l’impegno che noi giovani ci mettiamo per seguire la nostra passione e il desiderio di potersi esprimere sarebbe vano.

 I tuoi prossimi impegni?
Sicuramente continuare a studiare recitazione e anche doppaiggio, da poco ho iniziato un corso. Il primo e il 2 luglio farò uno spettacolo al teatro Leonardo a Milano con i miei compagni di corso. “Il Ventaglio” di Goldoni quindi vi aspetto numerosi a teatro.

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy