“LA VITA INVISIBILE DI EURIDICE GUSMÃO” DEL BRASILIANO KARIN AÏNOUZ settembre 11, 2019 \\

TORNA IL DRAMMATICO FIAMMEGGIANTE DEI TEMPI PASSATI, “LA VITA INVISIBILE DI EURIDICE GUSMÃO” DEL BRASILIANO KARIN AÏNOUZ - NON MANCANO SCENE FORTI DI SESSO CON PISELLONI IN PRIMO PIANO - UN PO’ POLPETTONE, MA PIUTTOSTO BELLO. IN SALA 
Risultati immagini per La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karin Aïnouz
La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karin Aïnouz
Risultati immagini per La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karin Aïnouz

Due sorelle che si amano e che la follia paterna e la logica machista ingiustamente divide. Torna il mélo fiammeggiante dei bei tempi rivista in salsa femminista per questo celebratissimo in tutto il mondo La vita invisibile di Eurídice Gusmão del brasiliano Karin Aïnouz, già vincitore lo scorso maggio a Cannes di “Un Certain Regard” e candidato del Brasile ai prossimi Oscar.
Risultati immagini per La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karin Aïnouz nudi
La prima già pensa ai marinai e al sesso, la seconda, brava pianista, è più repressa e cova come grande sogno quello di andare al conservatorio di Vienna. Mentre Guida si scatena coi maschi, Eurídice si sente obbligata a seguire gli ordini paterni, un matrimonio accomodato con un uomo che non ama. Guida scappa col suo marinaio greco, si fa mettere incinta e lui, bastardo, la molla. Così torna a casa, ma il padre la caccia e la mamma, incapace di reagire, non riesce a fargli cambiare idea. Da qui inizia la divisione delle due sorelle che andrà avanti negli anni ’60  e ’70.

Risultati immagini per La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karin Aïnouz

Il padre ha fatto credere a Guida che Eurídice sia andata a Vienna, così la sorella scrive alla mamma sicura che le sue lettere le arriveranno. Ma non arriva proprio nulla a Eurídice, che cerca come può di ritrovare Guida. Tutto il film è giocato su questo doppio binario delle due storie delle ragazze che avranno figli, storie diverse, e, pur vivendo nella stessa città, seguiteranno a non trovarsi. Solo alla fine della storia, ambientata oggi, i due destini si uniranno nello sguardo della grande Ferdinanda Montenegro, l’Anna Magnani del cinema brasiliano, nel ruolo della ormai vecchissima Eurídice. Un po’ polpettone, ma piuttosto bello. In sala dal 12 settembre.

l

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy