Angelo Gemellaro: "Sogno continuamente e vivo con la testa tra le nuvole....per realizzare i miei sogni" novembre 28, 2019 \\

Angelo  raccontaci di te , chi è Angelo Gemellaro  come persona?
Mi piace definirmi un ragazzo normale ma con ambizioni speciali e soprattutto con una grande motivazione e forza di volontà. Nonostante abbia “solo” 25 anni credo di aver già vissuto due vite. La prima, durata fino ai 20, di grande riflessione sulla mia persona, sul mio aspetto fisico, sul mio modo di affrontare le varie difficoltà che la vita giornalmente propone. La seconda, invece, più travolgente e per certi versi caotica e confusionaria.Varie vicissitudini mi hanno portato ad essere la persona che oggi sono e sicuramente questi restanti 5 anni sono la diretta conseguenza della sensibilità accumulata nella prima parte di vita.
Risultati immagini per angelo gemellaro
 Descrivi il tuo giorno lavorativo perfetto….
Sono dell’idea che non si debba essere schiavi del proprio lavoro o comunque che la vita non debba ruotare attorno alla propria professione. Ho avuto modo di poter avere delle proposte interessanti in ambito lavorativo ma mi sono trovato sempre nella posizione di doverli rifiutare perché proprio non mi so immaginare 8/10 ore al giorno dietro una sedia d’ufficio. Mi reputo uno spirito libero e quindi il mio giorno lavorativo perfetto coincide con la mia libertà d’animo.
Risultati immagini per angelo gemellaro
 Quali sono i musicisti dai quali ti sente maggiormente influenzato o da cui trai ispirazione?
L’amore per la musica me la porto dal pancione. Si pensa che l’ascolto di musica classica durante il periodo della gravidanza possa stimolare la produttività del nascituro così, i miei genitori, ancor prima di interfacciarmi con la realtà, mi hanno fatto fare scorpacciata di Mozart, Beethoven e qualsivoglia autore classico. La passione, poi, si è inevitabilmente sviluppata negli anni a venire e non posso che ringraziare mamma e papà per avermi fatto conoscere ed apprezzare questa forma di arte. Non esisterebbe la vita senza la musica. Purtroppo mia madre mi ha trasmesso una malattia che è la “Baglionite” quindi sin da piccolo ho questo amore viscerale nei confronti di Claudio Baglioni. Poi essendo nato nella metà degli anni ’90 e quindi avendo vissuto a pieno tutti gli anni 2000, sono cresciuto con i pezzi di Tiziano Ferro. Credo che siano stati proprio questi due pilastri della musica italiana le mie principali fonti di ispirazione.
Risultati immagini per angelo gemellaro

Se potessi svegliarsi domani con una nuova dote, quale sceglieresti?

Sarebbe davvero stupendo svegliarsi ed essere il nuovo De Niro o Marlon Brando ma sto lavorando anche a quello. Frequento da un paio di mesi un’accademia di recitazione a Roma e cerco di aprirmi anche questa strada. La vita è imprevedibile e, soprattutto con la concorrenza che c’è al giorno d’oggi, bisogna saper fare un po’ di tutto per cercare di essere più completi possibile.


Che cosa vuol dire incidere da indipendente una canzona che sta conquistando il web?

Vuol dire rimboccarsi le maniche e cercare di farsi spazio in una vera e propria giungla. Vuol dire investire tanto tempo, e soldi, per promuovere nella maniera migliore il proprio pezzo. Il passaparola serve, ma in un periodo storico come quello in cui viviamo in cui i social fanno la parte da leone bisogna bussare, virtualmente, la porta ad ogni etichetta,condividere ad ogni contatto e sponsorizzare a pagamento il proprio pezzo. Ho tenuto“La Montagna Dei Ricordi” (il mio pezzo) nel cassetto per quasi un anno perché reputavo che il momento non era quello adatto. Era ancora troppo acerba e non avevo la testa per potermi immergere totalmente in questo mondo. Circa due mesi fa, forse perché la notte porta veramente consiglio, ho come avuto la sensazione che quel momento era arrivato e credo di non aver fatto scelta migliore in vita mia.

Cambieresti qualcosa nel mondo della musica in cui ti sei formato?

Cambierei il modo di promuoverla. Oggi si ha la convinzione che per arrivare ai più si debba necessariamente passare dai talent. Io punterei più sulla qualità, poi il resto viene da se.

L'immagine può contenere: 1 persona, barba, spazio all'aperto e primo piano

Sei narciso?
Abbastanza non lo nego. Proprio come un’artista o uno scultore lavora sulla propria opera per renderla perfetta anch’io lavoro sul mio corpo cercando la perfezione.

L'immagine può contenere: 1 persona, barba
 Che messaggio dà oggi la musica ai giovani?
Abbiamo un grande potere che è quello di premere un tasto e cambiare il mondo. Sento tanta gente lamentarsi dei testi di determinati artisti, dell’ostentazione ai soldi facili o dell’invito ad usare droghe. C’è chi pensa che oggi la musica di noi giovani sia solo questa quando in realtà c’è anche tanto cantautorato valido. C’è tutto, basta scegliere e nel caso cambiare.

C’è spazio in Italia per giovani artisti talentuosi?
Credo e spero di si. Come ho detto prima, se un prodotto è realmente valido ci vorrà del tempo ma arriverà.

Il rapporto con la tua città Natale .

Il mio rapporto con Messina è di amore e odio. Estenderei il concetto all’intera regione. Sono fiero di essere siciliano ed amo la Sicilia. Amo le specialità culinarie, amo la cultura che hanno lasciato i vecchi inquilini di migliaia di anni fa, amo il fatto che puoi essere sulla cima del vulcano più alto d’Europa e scorgere il mare (perché noi siciliani il mare ce lo portiamo sempre dentro). Non amo invece il modo in cui tutti noi ci “prendiamo cura” di lei. E’ una terra troppo bella per essere abbandonata a se stessa e soprattutto avrebbe tanto bisogno di menti qualificate per poter ripartire. Purtroppo però è costretta a lasciar andar via i suoi figli più promettenti.

C’è qualcosa che hai sognato di fare e non ha fatto?

Sogno continuamente e vivo con la testa tra le nuvole quindi la lista sarebbe davvero troppo lunga


Che cosa è troppo serio per scherzarci su?

La parte più intima. Quella che, tolti centimetri di corazza, riserviamo solo per poche persone. Credo che la cosa più brutta sia mettersi a nudo ed essere giudicati sui propri lati più sensibili


I tuoi prossimi impegni?
Questo fine settimana sono stato invitato a cantare alla giornata nazionale per la cura del Parkinson nella principale piazza della mia città, poi settimana prossima discuterò la tesi di laurea e poi giù a capofitto per creare altra musica e cercare di emozionare ancora


 


 


 


 






 


 



 



Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy