La notizia attraverso le immagini....Skianto di Filippo Timi diventa show su Rai3 febbraio 12, 2020 \\

Commenta la notizia..... articoli di attualità consigliato ad un pubblico maturo ed attento ai cambiamenti per il contenuto forte delle immagine
Filippo Timi (ANSA)
Per l'attore in uscita anche un disco omaggio a Buscaglione. Skianto di Filippo Timi diventa show su Rai3
Risultato immagini per diodato e levante
LA CANZONE  “FAI RUMORE” VINCITRICE DEL FESTIVAL  – IN MOLTI PENSANO  CHE LA CANZONE DI DIODATO SIA INDIRIZZATA A LEVANTE, E LUI A “DOMENICA IN” È PARSO CONFERMARLO. MA LA DESTINATARIA POTREBBE ESSERE UN’ALTRA EX, FRANCESCA, CHE ATTUALMENTE È FIDANZATA CON IL COAUTORE EDWYN ROBERTS -
Daria Bignardi
ritorna L'Assedio...
© ANSA
Elegantissima nell'abito lungo color argento Rula Jebreal entra in scena sul palco dell'Ariston: "Sanremo è un posto carico di energie bellissime, ma le scale più importanti sono quelle dell'aereo che mi ha portato in Italia quando avevo vent'anni", dice visibilmente emozionata. "Stasera facciamo parlare la musica e tutti noi cerchiamo di fare un passo in avanti", dice ad Amadeus che le chiede un consiglio. "Cerchiamo di non fare gaffe magari", aggiunge con un sorriso. E il conduttore: "Non posso prometterlo, ma mi impegno". Poi l'urlo di Rula Jebreal contro la violenza sulle donne: "Non dobbiamo più avere paura, noi donne vogliamo essere libere nello spazio e nel tempo, essere silenzio e rumore e musica". Il suo urlo ha il tono pacato e durissimo insieme della denuncia, del racconto del dramma della madre suicida dietro lo stupro, delle canzoni scritte da uomini, Battiato, Vasco Rossi e Francesco De Gregori che dimostrano che "è possibile trovare le parole giuste per raccontare l'affetto, il rispetto e la cura".
Pechino Express 8 - Il Cast
Ormai è frutta marcia....si è perso ils enso originale del programma....
Lascaux Cave © ANSA
Morto l'ultimo degli scopritori delle grotte di Lascaux. Con tre amici trovò per caso le pitture rupestri, protagoniste di una mostra al Mann.BORDEAUX - E' morto all'età di 93 anni a Parigi Simon Coencas, l'ultimo dei quattro uomini che da adolescenti scoprirono nel 1940 le grotte di Lascaux, inserite nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'Unesco per le loro pitture rupestri risalenti al Paleolitico.
 (ANSA)
L'allarme di Brera, in Italia biblioteche a rischio
Caterina © Ansa
"Poi arrivò il mattino. E col mattino un angelo. E quell'angelo eri tu". Inizia così 'Caterina' il brano che Francesco De Gregori ha dedicato a Caterina Bueno, una delle maggiori interpreti e ricercatrici di canto popolare in Italia, scomparsa a 64 anni, nel 2007, per la quale il cantautore appena ventenne, nel 1971 aveva fatto da chitarrista, accompagnandola in una tournée. E' solo uno degli incontri artistici che viene ricordato in 'Caterina', il documentario/ritratto della musicista toscana, firmato da Francesco Corsi che dopo aver vinto due premi al Festival dei Popoli, arriva in sala per un tour in varie città con Kine' che partirà da Roma All'Apollo 11 giovedì 13 febbraio.
    Il film non fiction riflette la complessità e la ricchezza della personalità umana e artistica di Caterina Bueno, proponendo un percorso non cronologico, ma più basato sulla musica e le suggestioni. E' arricchito da straordinario materiale d'archivio, insieme a riflessioni, foto, brani, registrazioni totalmente inediti, provenienti dagli archivi dell'artista. Mirate le testimonianze di amici, e collaboratori, da Giovanna Marini, ai musicisti che hanno lavorato con lei. E' un'immersione nella vita di una protagonista della canzone popolare sin dagli anni '60 che nel 1967 era già stata al centro di un altro documentario on the road, realizzato per la Rai.
Prevert, 'Poesie d'amore' © ANSA
da leggere..
6 aprile, 1917. Blake e Schofield, giovani caporali britannici, ricevono un ordine di missione suicida: dovranno attraversare le linee nemiche e consegnare un messaggio cruciale che potrebbe salvare la vita di 1600 uomini sul punto di attaccare l'esercito tedesco. Per Blake l'ordine da trasmettere assume un carattere personale perché suo fratello fa parte di quei 1600 soldati che devono lanciare l'offensiva. Il loro sentiero della gloria si avventura su un terreno accidentato, no man's land, trincee vuote, fattorie disabitate, città sventrate, per impedire una battaglia e percorrere più in fretta il tempo che li separa dal 1918.
Darren Criss at the Vanity Fair Oscar Party
Immagine correlata
Le tragedie dell'umanità messe a nudo - l'Espresso. Uno schiaffo e uno spettacolo solido e necessario». Così "Le Monde" definisce "Tragédie", in cui Olivier Dubois mette in scena 18 danzatori nudi
Il direttore del Macro Luca Lo Pinto © ANSA
Un Museo immaginato come un magazine tridimensionale, in cui ogni spazio è ripensato come una rubrica. Una meta-collezione che vedrà nascere una "collezione del presente e del futuro". E quel titolo che rimanda esplicitamente al movimento lanciato a Roma nel '73 da Benveduti, Catalano e Falasca, per un'arte capace di rivoluzionare la società.
    È il Museo per l'Immaginazione Preventiva, il programma triennale del nuovo direttore artistico del Macro, Luca Lo Pinto, classe 1981, che dall'1 gennaio ha preso il testimone dal Macro Asilo di Giorgio De Finis. Un unico progetto espositivo, sempre gratuito, che evolverà in modo organico fino alla fine del 2022, nel tentativo, racconta Lo Pinto, "anche di ripensare il paradigma del museo, le mostre e le opere, mettendo gli artisti sempre al centro". Dopo un periodo di lavori di restyling, il Macro aprirà nuovamente le porte il 24 aprile, con un "primo editoriale" e una prima esposizione nel museo riportato "alla condizione neutra di uno stadio iniziale". Grand opening il 3 ottobre con tutti gli spazi-rubrica attivi contemporaneamente. Al budget di "700 mila euro l'anno per le attività culturali", dice il presidente del Cda dell'Azienda Speciale Palaexpo, Cesare Pietroiusti, anche se "non è escluso possano arrivare risorse aggiuntive con sponsor, mecenati o bandi", il progetto è fortemente votato all'intedisciplinarietà e vedrà mostre monografiche, incontri, con grande attenzione all'arte in fieri delle nuove generazioni. Una sorta di nuova "collezione del futuro" del Macro che crescerà rimanendo esposta in maniera permanente, mentre quella "storica" del museo (1.200 pezzi del XX secolo da Carla Accardi a Sanfilippo, Schifano, Pascali, Ontani, al momento nei depositi) sarà visibile nelle grandi fotografie di Giovanna Silva.
Dopo dieci stagioni, è nell'episodio finale di Shameless che finalmente vedremo il matrimonio tra Ian e Mickey.Il fratello di mezzo della famiglia Gallagher, gay dichiarato, è da sempre innamorato di Mickley. Questi, però, non ha mai accettato la sua omosessualità ed è solo tra la quarta e quinta stagione che si è concesso un bacio con Ian all'interno di locale per soli uomini. Dopo varie peripezie che li hanno portati a separarsi, i due si sono nuovamente incontrati e, questa volta, si prometteranno amore eterno.
Finn Wittrock at the Vanity Fair Oscar Party
 © ANSA
Santiago Calatrava e l'arte, 5 grandi opere nel mondo. Tra i progetti firmati dall'archistar che si ispira alla natura
 © ANSA
Bolano inedito, il golpe, i surrealisti. Escono tre affascinati racconti lunghi, abbozzi di romanzi
Risultati immagini per alessia marcuzzi nuda
'CONFESSO CHE HO PECCATO'' - UNA MARCUZZI SENZA PELI SULLA LINGUA INTERVISTATA DA DANDOLO SU UN ''OGGI'' SPECIALE: ''PIÙ VOLTE SONO CADUTA IN TENTAZIONE.  IO SONO UNA PASSIONALE, UNA ISTINTIVA, DI PANCIA. MA QUANDO HO TRADITO HO POI…'' - ''LA FEDELTÀ FISICA PER LA COPPIA DIVENTA UN VALORE, COME NEL MIO CASO, SE SI DECIDE DI COMUNE ACCORDO CHE LO SIA'' -
Fare informazione sull'HIV divertendosi. È quest la sfida lanciata dal Movimento Omosessuale Sardo, dal Comitato Lotta all'Aids Sassari e i Conigli Bianchi attraverso “Alice in Borderline: serata sierosconvolta e fieropositiva”.
La manifestazione, che avrà luogo sabato 21 dicembre, dalle 19:00, al CCS Borderline di via Rockfeller 16/c a Sassari, prevede la mostra “Six little rabbits” e la festa con performance, drag show, giochi “sierocoinvolti” e dj set.
“Six little rabbits” è una mostra che porterà in scena le illustrazioni di sei artisti e che dal 2017 gira l'Italia e l'Europa per rompere il silenzio attorno all'HIV. «Quando si parla di lotta allo stigma e di sessualità consapevole -spiegano le e gli artisti- 6 sono gli aspetti che secondo noi sono puntualmente sottovalutati: sono i 6 motivi per cui abbiamo scelto di chiamarci proprio Conigli Bianchi».
I Conigli Bianchi sono un gruppo di attivisti, performers, fumettisti, illustratori, cantanti e attori con base a Roma, che hanno deciso di unire le forze per aprire un discorso pubblico sul tema più misconosciuto del pianeta. Attraverso 6 parole chiave: Seguimi, Riconosciti, Smutandami, Ribellati, Estraimi, Stacce (stai in romano), i Conigli affrontano le paure, la disinformazione e lo stigma che ancora oggi avvolgono l'HIV e l'Aids
«Sogniamo di fare una rivoluzione parlando di sangue ma senza spargerlo -scrivono- Vogliamo rompere il silenzio che circonda l’Hiv, divulgare informazioni aggiornate e combattere lo stigma che circonda le persone che vivono con HIV. La medicina ha fatto passi da gigante. I tempi sono maturi perché li faccia anche il senso comune, rimasto fermo allo storico spot dell’alone viola di trenta anni fa».
Alle 22:00 Siouxie, una femminista irriverente ed ironica, per la quale la rivoluzione parte sempre dal basso, parlerà delle “Conseguenze del piacere”, un racconto contemporaneo sulla libertà sessuale e le sue conseguenze. A seguire le drag queen Rebecca, Darla Fracci, Giulia e Siuoxie daranno vita ai giochi a premi “sierocoinvolti”, un modo divertente e ironico per informare sull'HIV. Gli abiti di Rebecca e Darla Fracci sono stati creati dalla sartoria Eppure, di Monica Fiori, per la giornata mondiale per la lotta all'Aids. La colonna sonora della serata è proposta dalle due dj Ninshubur e Tarka

CINEMA: LA FOLLIA DI LIGABUE HA LA FACCIA DI GERMANO © ANSA
Berlino, Italia da record e Elio Germano raddoppia 9 film selezionati. In concorso i D'Innocenzo, Diritti e Ferrara. Garrone special Gala
Il ladro di giorni (ANSA)
Cinema .In sala dal 6 febbraio Il ladro di giorni di Guido Lombardi. Scamarcio, padre criminale dal cuore melò
Un'affascinante odissea biografica fra sogni, desideri e ossessioni per scoprire il mondo di Guido Crepax attraverso la sua creatura Valentina (in cui l'autore si è identificato). Un ritratto dell'artista tra narrazione e visionarietà. Sono gli anni in cui a Milano, Parigi e Londra esplode un'effervescenza culturale, una rivoluzione estetica e narrativa che contamina il mondo artistico e Crepax ne è uno dei protagonisti. Il film è un viaggio alla ricerca di Valentina, elegante e sofisticato sogno erotico per gli uomini e simbolo di indipendenza, fascino e seduzione per le donne, dove il passato si confonde col presente.
 © ANSA
I Coldplay hanno annunciato l'uscita mondiale del loro ottavo album, Everyday Life, prevista per venerdì 22 Novembre su CD, vinile e in digitale. Il doppio album, della durata di 53 minuti, è diviso in due parti: Sunrise e Sunset.  Due brani dell'album, Orphans e Arabesque, sono disponibili in download / stream, e di entrambi potete vedere un lyric video aggiungere link. Un vinile singolo da 7 pollici con entrambe le canzoni è disponibile. Everyday Life è stato prodotto da The Dream Team e vede la partecipazione di ospiti speciali come Stromae, Femi Kuti, Tiwa Savage e Jacob Collier. L’immagine di copertina si rifà ad una foto del 1919 del gruppo musicale del bisnonno del chitarrista Jonny Buckland. La scorsa settimana dei misteriosi poster con quell’immagine sono apparsi in tutto il mondo, da São Paulo a Tokyo passando per Milano. La tracklist dell’album, rivelata sotto forma di annuncio pubblicitario sui quotidiani di tutto il mondo, è la seguente: Sunrise Sunrise Church Trouble In Town BrokEn Daddy WOTW / POTP Arabesque When I Need A Friend Sunset Guns Orphans Èkó Cry Cry Cry Old Friends بنی آدم Champion Of The World Everyday Life. I primi dettagli di Everyday Life sono stati svelati all’inizio della settimana quando la band ha spedito via posta tradizionale un carta autografata a 500 fan in tutto il mondo.
Immagine correlata
Bestie di scena... spettacolo meritevole...
Immagine correlata
oltre il giusto immaginario .... con Emma Dante
 © ANSA
Un grande arazzo 'site specific' nel quale su più livelli c'è un racconto della città di Napoli: è una delle caratteristiche principali di Partiture, mostra di Gloria Pastore alla Dafna Gallery, che sarà inaugurata giovedì 24 ottobre (fino al 25 novembre). L'intero progetto espositivo é già intuibile dal suo titolo; "una Partitura infatti è letteralmente da intendersi come la rappresentazione grafica di una composizione, ogni opera di Pastore "svela una metodologia fondata sulle possibili combinazioni degli elementi". Il risultato "sono intense narrazioni, con infiniti soggetti, attente ad affrontare altrettante infinite tematiche. I tessuti su cui lavora, si sostituiscono alla carta degli spartiti, così come oggetti, disegni, stralci di scritti antichi, prendono il posto delle note". In occasione della mostra l'artista realizza l'arazzo: "Attingendo a tutta la sua indole di ricercatrice seriale la Pastore mette insieme in un apparente caos, simbologie locali rimodulate dalla sua personale formazione".
Immagine correlata
Pierre Bonnard.....
Il Campione Basile per Intimissimo Uomo....
 © ANSA
Cinquanta in blu, omaggio a Sellerio. Da Simi a Costa, otto racconti gialli tra letteratura e mistero
 © ANSA
Ciak per film Mario Martone 'Qui Rido Io' con Servillo sul re dei comici napoletani, Eduardo Scarpetta

Florian David Fitz, nasce a Monaco di Baviera il 20 novembre 1974. Dopo aver lasciato la scuola, ha iniziato a seguire corsi di recitazione per poi debuttare nel suo primo ruolo di attore nel 1996..Dal 2007 al 2010 ha interpretato il ruolo principale nella serie televisiva Doctor's Diary, mentre nel 2012 ha esordito come regista nella commedia Jesus liebt mich Fitz è molto attivo nel sociale, impegnato in campagne di sensibilizzazione contro la sindrome di Tourette.Un altro aspetto che pare interessare il grande pubblico è la facilità con cui l'attore tedesco di presta a scene di nudo frontale. E la cosa non pare dispiacergli se si considera che nel film "100 Dinge" lo si trovi costantemente senza veli nonostante sia lui il regista...
Vernazza, spettacolare borgo in provincia di La Spezia, tra la roccia e il mare del parco delle Cinque Terre  © Ansa
Vernazza spettacolare borgo in provincia di La Spezia.......
Risultati immagini per joe d'alessandro nudo
Joe Dallesandro (all'anagrafe Joseph Angelo Dallesandro III) nasce a Pensacola il 31 dicembre 1948. La sua infanzia è molto difficile e a soli 5 anni viene internato in orfanotrofio di Harlem dopo che sua madre finì in carcere per truffa. Racconterà lui stesso che lì «svolse il suo primo lavoro d'attore» perché doveva avvicinarsi al vetro che divideva la stanza dei giochi dal resto dell'edificio e dire alle donne venute per adottare un bambino: «Vuoi essere la mia mamma?».
Durante l'adolescenza fu internato in riformatorio minorile, ebbe dipendenze da droghe e venne ferito con un colpo d'arma da fuoco dalla polizia mentre tentava di rubare un'auto. L'indicente lo portò a decidere di trovare altri modi per procurarsi denaro ed iniziò a posare nudo e a prostituirsi con altri uomini (Joe è dichiaratamente bisessuale). Su suggerimento del suo pusher, nel 1967 si recò nell'appartamento in cui Andy Warhol e Paul Morrissey stavano girando il film "The Loves of Ondine" ed ottenne una parte. saranno i due a dargli popolarità soprattutto grazie alle numerose scene di nudo che lo vedevano mettere in mostra il suo fisico scolpito.
Raggiunta la celebrità si disintossicò dalle droghe e riuscì a diventare un attore che, benché sino a quel momento apprezzato soprattutto per la bellezza del suo corpo nudo, riuscì ad affermarsi anche per le sue doti recitative.
Risultati immagini per napoli cultural classic 2019
L'attore teatrale Maximilian Nissi premiato al Napoli Cultural Classic 2019 nella sezione il grande teatro d'autore.
Immagine correlata
The Holy Family - (school of) Francia (Francesco en reproduction imprimée ou copie peinte à l'huile sur toile)
È per festeggiare il seggio ottenuto che il candidato Roderic O’Gorman (Irish Green Party) ha baciato il compagno Ray Healy in diretta nazionale. In un mondo in cui il leghista un Simone Pillon vomita odio contro un Fiorello che ha osato baciare Tiziano Ferro, quel semplice gesto è bastato a far notizia. A mostrare una società che cambia sono i commenti positivi che si sono registrati suoi social network, dove l'odio viene marginalizzato da chi riconosce dignità all'amore.
Risultati immagini per la statua di indro montanelli imbrattata a bologna
“SONO QUESTI GLI UOMINI CHE DOVREMMO AMMIRARE?” - LA STATUA DI INDRO MONTANELLI A MILANO VIENE IMBRATTATA DI VERNICE ROSA DURANTE IL CORTEO FEMMINISTA DEL COLLETTIVO “NON UNA DI MENO” - IL GIORNALISTA VIENE “PUNITO” PER LA SUA ESPERIENZA COLONIARE, QUANDO COMPRO’ UNA MOGLIE 12ENNE IN ERITREA - 

 © ANSA
GIUSEPPE GIOACCHINO BELLI, ''I SONETTI'' (EINAUDI, 4 vol per complessive pp. 5.038, euro 240,00). Lo scrittore Antonio Baldini parlò per primo di ''Commedione'', alludendo in particolare al poema dantesco ma anche alla Commedia umana di Balzac, a proposito dell'insieme dei sonetti romaneschi di Giuseppe Gioacchino Belli (1791-1863), mentre un linguista e studioso come Muzio Mazzocchi Alemanni non esitò a definire il poeta romano ''un creatore linguistico come Joyce, un artista della parola per la parola come Mallarme'', questo per ricordarne il valore senza nulla levare alla fruibilità immediata che hanno sempre avuto i suoi versi, molto popolari.
Risultati immagini per pietro boselli nudo 2019
Pietro Boselli è riuscito ancora una volta a infiammare i social. L’ex professore di matematica è diventato protagonista di un servizio fotografico sexy, posando nudo con i muscoli in mostra e con il nuovo look.
Risultati immagini per italo calvino e elsa de giorgi
LA STORIA D’AMORE TRA ITALO CALVINO ED ELSA DE’ GIORGI, UNA DELLE ATTRICI PIÙ AMATE DEL CINEMA DEI “TELEFONI BIANCHI”, FU DIFFICILE E FURIOSA, FATTA DI INCONTRI PROIBITI E LETTERE BOLLENTI - ORA GRAZIE A GUIDO DAVICO BONINO SI ARRICCHISCE CON UN EPISODIO DA CRONACA NERA: “ERO IN CASA EDITRICE. A UN CERTO PUNTO IRRUPPE UNA BIONDONA CON LO CHIGNON. MI ACCORSI CHE IN MANO AVEVA UNA PISTOLA VERA. ''DOV'È ITALO, DOV'È QUEL MASCALZONE?'' GRIDÒ NEL CORRIDOIO…

Gabriel Da Costa Nudo d'autore: L’attore Mostra Il Pisello Mentre Si Masturba In ‘Even Lovers Get The Blues’
Immagine correlata
quando la danza va oltre......Danza no gravity
Immagine correlata
arte pura.....
Immagine correlata
danza con innovazione...
Secondo il tipico copione di un'Italia populista fondata sul vittimismo, Riccardo Marcuzzo risponde stizzito a quanto hanno osato criticare i suoi insulti omofobi rivolti contro un giornalista che, proprio in virtù della sua professione, ha pieno diritto di stroncare una canzone.
Dal suo profilo Instagram, il cantante che si è classificato ultimo a sanremo e che ha dato del «brutto» e della «chec*a frustrata» a Davide Misiano, scrive:
Viviamo nel paese delle contraddizioni. Dopo il video di Gossip ho passato una settimana a sentirmi dire "che schifo il video che hai fatto, baci i maschi". Ho messo dei poster che invitavano a scriverci sopra e mi hanno disegnato sopra piselli e chiamato fr*cio. Ho passato dei periodi recenti in cui l’insulto più utilizzato era "bimbominkia" e "finocchio". Ho creato un billboard gigante con quel titolo proprio per far riflettere sull’odio che si scatena nel web. Ho passato dei periodi a scuola in cui alcuni ragazzini mi chiamavano ricchione e mi picchiavano. Ho fatto design allo IED di Milano, tantissimi compagni erano omosessuali. Ho aperto tre start up e in una di queste uno dei miei soci è gay. Ho lavorato e lavoro tuttora con colleghi omosessuali. Nessuno mi ha mai pensato omofobo.  Il successo di un artista viene determinato anche dalla resistenza e dalla pazienza, però ricevere critiche e insulti oggettivamente ingiusti non è corretto.
    Ho sbagliato, ‘checca isterica’ se viene detto a me va bene e nessuno può lamentarsi, se lo dico io succede il putiferio. Ieri sono caduto nella provocazione: capita di sentirselo dire da amici, di usarlo con altri significati, ma sui social ha un altro suono, un altro peso e capisco che può offendere. Se qualcuno si è sentito offeso mi dispiace, io non sono omofobo, ma credo che intorno a questo argomento ci sia tanta ipocrisia. Peccato che il problema è che certi insulti non vadano detti e non va bene neppure quando li dicono altrui. Il sostenere di poter liberamente insultare qualcuno perché altre persone avrebbero usato degli insulti non è una giustificazione.



Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy