L'attore Matteo Cecchi: "Sono fiducioso del fatto che ripartiremo forti, più determinati e molte cose non le daremo più per scontate e tutto questo favorirà anche l' approccio al lavoro." maggio 27, 2020 \\

Matteo ci racconti di Lei, chi è Matteo Cecchi come persona?

Innanzi tutto ciao a tutti e grazie per l' intervista. Io principalmente sono un acquario, non conosco bene le caratteristiche dei segni zodiacali ma a forza di sentirmi dire "ah ecco perché sei così, sei acquario" allora ho capito i punti in comune con il segno.. In sintesi un po' la testa tra le nuvole, amo infinitamente la libertà e mi piace fare tante cose diverse che a volte faccio fatica a scegliere. Sono curioso rispetto al mondo e vorrei conoscere più cose possibili per riuscire a farmi un idea precisa sul nostro ruolo in questa realtà;tengo molto alla famiglia e ai pochi e sinceri legami di vera amicizia.

Matteo Cecchi - Villa Medici
Descriva il suo giorno lavorativo perfetto….
Per me il lavoro é alla base della mia vita e della mia quotidiana motivazione quindi una giornata lavorativa per me potrebbe durare anche 14 ore.
Quindi giornata ideale: Set dalla mattina, prove a teatro dal pomeriggio alla sera e poi tutti a cena!
Chi è Matteo Cecchi, l'attore che interpreta Pietro Airota ne L ...
Come nasce il suo amore per la recitazione ?
Più che amore per me è stata curiosità. Sin dal Liceo frequentavo corsi di Teatro a Fabriano grazie ai quali mi sono esibito per tre anni ad Agrigento presso il Congresso Nazionale su Pirandello e da lì finito il Liceo ho sentito che volevo e dovevo assolutamente provare questa strada; potevo anche farne a meno in quegli anni ma avevo una forte curiosità, poi venuto a Roma mi sono legato sempre di più a questo mestiere e ora posso dire di esserne dipendente!

Nello specifico a chi è più grato per la sua passione artistica?
Difficile stabilirlo, perché nello scrivere un nome di certo ne dimentico un altro. Un grande ruolo lo ha avuto il mio primo maestro a Roma ovvero Gianni Diotajuti che ricordo con molto affetto, purtroppo il primo gennaio di quest anno ci ha lasciati;poi i maestri e gli incontri sono stati tanti e tutti diversi, un ruolo importante in un momento particolare, di domande, di scelte, lo ha avuto Fausto Russo Alesi.
Cucchini Matteo Cecchi » Cucchini
Quali sono i personaggi artistici dai quali si sente maggiormente influenzato o da cui trae ispirazione?
In tutta sincerità non ho mai avuto dei personaggi di ispirazione in ambito artistico, ovvio, vedo spettacoli o film che mi piacciono, mi emozionano e mi trasmettono ancora più amore per questo lavoro ma non diventano per me punti di riferimento motivazionali o da emulare,semmai persone con le quali vorrei lavorare per confrontarmi e crescere.
Mi affascinano invece le storie di grandi del passato o contemporanei che con umiltà, fatica e la capacità di non prendersi troppo sul serio hanno saputo raggiungere grandi obiettivi.


Per il teatro ha lavorato con lo straordinario Giulio Scarpati e di allestire con lui e Valeria Solarino due spettacoli "Una giornata Particolare" e "Il Misantropo". Ci racconti di questa esperienza.
Dovremmo fare un altro articolo soltanto per descrivere un meraviglioso personaggio quale Giulio Scarpati e un altro per Valeria Solarino.
In estrema sintesi ho trovato nella sua compagnia uno spirito di unione, confronto e famiglia che giuro a quei livelli non ho mai incontrato prima. A loro vorrei aggiungere la straordinaria Nora Venturini, regista dei due spettacoli, Blas Roca Rey e tutti gli altri attori della compagnia.Personaggi di alto livello che sanno ascoltarti, che ancora si mettono in discussione e ti insegnano a vivere serenamente e professionalmente questo lavoro!
Che cosa vuol dire per Lei portare in scena un buon personaggio.
Credo che un personaggio sia buono quando nei tuoi panni, con il tuo corpo, con la tua voce, la tua fantasia, insomma con il tuo strumento attoriale riesci a renderlo credibile.Tutto ciò è molto soggettivo ma quando qualcosa è davvero credibile e forte risulta d impatto e bisogna davvero impegnarsi per non accorgersene.
Cucchini Matteo Cecchi » Cucchini

Cambierebbe qualcosa nel mondo del teatro e della televisione in cui si è formato?

Secondo me il teatro e la televisione come il cinema italiano stanno vivendo un momento di crescita.Ci sono diverse realtà di confronto, di sperimentazione che stanno crescendo e vivono insieme a quelle già esistenti stabili e storiche. sono fiducioso. Credo che in Italia a livello teatrale soprattutto ci sia bisogno di più investimento da parte dello stato, dunque più produzioni, più lavoro. Il tutto deve essere gestito correttamente in modo che le piccole compagnie come le più grandi e consolidate possano crescere e vivere nel panorama teatrale italiano.

Quali sono gli spettacoli a cui si sente più legato?

Quelli che non mi hanno fatto distrarre nemmeno un secondo, quegli spettacoli che ti fanno dimenticare anche di dover andare in bagno tra il primo e il secondo tempo, che non trovi il tempo per toglierti il cappotto per quanto sei concentrato.
Questo mi capita sempre con gli spettacoli di Valerio Binasco.

Cucchini Matteo Cecchi » Cucchini

Che messaggio dà oggi il mondo dell’arte?
Quello che ha sempre dato nei secoli, la speranza, anche nei momenti governati dai buio l arte in tutte le sue forme è sempre stata presente, come espressione, rifugio e critica.

C’è spazio in Italia per giovani artisti talentuosi e se dovesse dare un consiglio appassionato a un aspirante attore, cosa gli direbbe?

Quello che consiglio é studiare in una scuola, immergersi per almeno qualche anno nell' arte drammatica a tutto tondo così anche da accorgersi se davvero stare 8/10 ore al giorno provare, studiare, ascoltare, ripetere sia la propria strada. Poi molta pazienza, molto lavoro su se stesso, conoscenza di sé e del proprio strumento attoriale e tanto coraggio e fiducia anche nei momenti in cui temporaneamente si é costretti a sostenersi facendo un altro lavoro.


Lei tiene corsi di Teatro e Psicomotricità presso le scuole dell'infanzia a Roma di cosa si tratta nello specifico..

Si tratta di avvicinare i bambini dai 2 ai 5 anni più che al teatro, alla conoscenza di sé stessi, del proprio corpo, voce e dello spazio intorno a loro. Sono tecniche teatrali che insegnano ad un bambino a relazionarsi agli altri, ad usare il proprio corpo correttamente e ancor più al rispetto dell' espressione altrui!
È un gioco fatto di giuste regole all'interno delle quali il bambino può iniziare spaziare in totale libertà.

Se potessi svegliarsi domani con una nuova dote, quale sceglierebbe?

Saper suonare la chitarra così da poter suonare l' assolo di Comfortably Numb

Il rapporto con la sua città Natale .

Vivendo a Roma ho spesso tralasciato un po' la mia Fabriano, ma era inevitabile, quando torno mi godo la famiglia e la mia nipotina di quasi due anni, aspettando la seconda che nascerà ad agosto.
Amo le Marche, è una regione di gente pura, buona, fatta di lavoratori instancabili e grande inventiva! Per non parlare dei paesaggi, ma così sembro campanilista... Vorrei non essere marchigiano per poter elogiare le Marche sembra sembrare di parte!
Attori, Agenzia, Casting, Audizioni - RBCasting

Che cosa è troppo serio per scherzarci su?
Nulla, l umorismo giusto e controllato ci rende migliori.

Il lavoro al tempo del “coronavirus” come stanno rispondendo gli artisti a questa emergenza virale ed umanitaria che ha colpito l’Italia e il mondo intero. Gli artisti e l'arte in generale sono Tutelati?
Saremo evidentemente gli ultimi a riaprire anche se sembra che i tempi si siano ridotti. Bisogna aspettare confidando nel fatto che i contagi scendano definitivamente, così soltanto potremo ritrovare la fiducia nel tornare a fare una vita in piena libertà, come era prima, ma meglio di prima, con un bagaglio in più, ognuno il suo, a seconda di come ha sfruttato e vissuto questo periodo. Gli aiuti ci sono stati e sono soddisfatto dell' accortezza che lo stato ha avuto nei confronti di tutti.

Invece ci racconti della sua passione per i motori.
Amo i motori da sempre. Ho un go kart, una minimoto per la pista e una moto da strada ma amo anche la bicicletta. Tre mesi d estate di qualche anno fa ho anche lavorato presso un' officina Alfa Romeo, un periodo che ricordo sempre con estremo piacere. Mio padre anche é appassionato, da piccolo andavamo spesso ai raduni o sfogliavamo la rivista quattroruote fino a tarda notte sognando, perché in fondo la Ferrari è ancora rimasta un sogno, ma un sogno che sta sempre lì. Amo anche le moto e come punto di riferimento ho sempre avuto Valentino Rossi, non perché è marchigiano, nemmeno per le sue doti, ma perché psicologicamente èimbattibile, un grandissimo rimasto umile, genuino e sempre sorridente! Prima di ogni spettacolo o provino è un rito per me motivarmi vedendo suoi video e ascoltando le telecronache, alcune le conosco a memoria. Mi auguro tanto di conoscerlo un giorno e chissà, magari di farci un giro insieme in pista.
Matteo Cecchi - Home | Facebook
 I suoi prossimi impegni?
Per adesso speriamo di ripartire dai progetti persi; sarei dovuto essere in scena a Milano presso il Teatro Franco Parenti ma purtroppo é saltato lo spettacolo con Filippo Timi causa Covid, quindi speriamo intanto di recuperare queste date con un eccezionale artista quale Filippo.
Sono fiducioso del fatto che ripartiremo forti, più determinati e molte cose non le daremo più per scontate e tutto questo favorirà anche l' approccio al lavoro.






Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy