Il regista Fabio Massa: "Ho avuto l'esigenza di raccontare delle storie che non sempre mi proponevano da attore. " giugno 11, 2020 \\

Fabio ci racconti di Lei, chi è Fabio Massa come persona?
Fabio Massa: sognatore con i piedi per terra. Una persona che ama emozionarsi e che, cerca con il suo lavoro, di lasciare emozioni. Un artigiano del cinema, un raccontastorie sotto varie vesti: attore, regista. Un papà di un bambino di un anno, un marito da tre. In ogni cosa che faccio spero di dare il meglio, l' augurio è quello di riuscirci.
Il regista ed attore Fabio Massa di nuovo sul set – SUL PALCO
Descriva il suo giorno lavorativo perfetto….
Il set è il mio mondo, la mia vocazione, il mio tutto (artisticamente parlando). La mia giornata preferita si svolge proprio lì. Adoro tutto di questo posto magico: la preparazione, l'attesa, il fatidico momento di silenzio e concentrazione tra il "ciak" e l' "azione". Il mio momento perfetto.
L'immagine può contenere: 1 persona, spazio all'aperto e primo piano
Come nasce la sua passione per la recitazione?
Ma credo che sia nata con me. Non l'ho cercata, ci siamo voluti e spesso amati. Ed è l'amore che ad oggi dura di più. Ci siamo conosciuti per caso e non ci siamo lasciati più. La mia  intenzione è quella di non lasciarla mai. Speriamo lei sia dello stesso avviso….
L'immagine può contenere: 1 persona, occhiali e primo piano

Come è avvenuto il passaggio da attore a regista .
E stato un passaggio naturale, delicato. Un po' come quando in una coppia, decidi di avere un bambino. Ho avuto l'esigenza di raccontare delle storie che non sempre mi proponevano da attore. Ed ecco che mi è nata questa esigenza che si è concretizzata prima con cortometraggi e poi con veri e proprio film destinati al mercato cinematografico. Dipendesse per me farei un film da regista ogni tre anni e per il resto lavorerei da attore al fine di crescere e arrivare sempre più pronto al prossimo impegno...
 L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi
Quali sono i personaggi dai quali si sente maggiormente influenzato o da cui trae ispirazione?
Dalla gente comune. Non amo prendere esempi da altri attori. Preferisco essere semplicemente me stesso e ricercare, con un percorso personale, la vicinanza ad un personaggio. Mi piace essere libero, senza condizionamenti, senza esempi. Il resto lo fanno le riflessioni sul mondo, i contatti con la gente, il tuo esplorare la mente e tirarne fuori la tua verità.

Se potessi svegliarsi domani con una nuova dote, quale sceglierebbe?
La ricchezza d'animo. Quello nessuno ce lo regala, solo l'immenso desiderio di essere persone migliori.
Con il bene di sempre" Fabio Massa ritorna a Cannes. NapoliTime ha ...
Che cosa vuol dire per Lei girare un buon film?
Un film "onesto", "vero". Intendo dire che un "buon film" è qualcosa di cui essere fiero per se stesso e per gli altri che hanno partecipato. Un momento di contentezza che si rinnova ad ogni visione. Ogni nuovo impegno è sempre intriso di speranza di realizzare un buon film e quindi fai di tutto per farlo. Lo prepari meticolosamente, lo studi, cerchi di dare il meglio e di costruire un film con delle fondamenta. Alla fine della produzione rimandi il tuo intento al film successivo! Sigh! Sigh! Aahahah ovviamente scherzo…


Cambierebbe qualcosa nel mondo del cinema in cui si è formato?
 Maggiore possibilità di contatto tra interpreti e produzioni/casting. Un luogo più "aperto". Ancora oggi, anche se le distane grazie all0'utilizzo di internet, si sono davvero ridotte, siamo ancora lontani da un'apertura completa. Esistono dei luoghi/persone che non si potranno mai frequentare/conoscere se non con l'aiuto di terzi. Perché? Apriamo queste frontiere…
Foto di Fabio Massa
Quali sono i film a cui si sente più legato?
Ovviamente quelli che mi appartengono realizzati in prima persona. E' ovvio che sia così: li sogni, li realizzi e non li dimentichi mai. A questi si aggiunge il mio esordio "Rosa Funzeca" di Aurelio Grimaldi (2002) , un piccolo ruolo, e poi il primo vero film importante da attore: "Io non ci casco" di Pasquale Falcone distribuioto da Medusa. Un lungo percorso che alla fine ci ha portati su un set con grandi attori italiani: cucinotta, muti, casagrande tanto per citarne alcuni,.
E' stato quello il mio passo importante nel mondo del cinema.

Che messaggio dà oggi il mondo del cinema?
Non credo sia cambiato di molto. Credo il messaggio sia sempre uguale. Io adoro il cinema dai forti messaggi sociali, ma è una preferenza in un modo straordinario in ogni sua sfaccettatura.. Adoro ogni film.    Credo invece che la società del cinema dia messaggi non sempre veritieri: soprattutto sul lavoro dell'attore: semplice, senza difficoltà Viene dipinta un'aurea che non esiste assolutamente sul capo di un interprete. Ma questo è tutt altro capitolo,

C’è spazio in Italia per giovani attori e registi talentuosi ?
Lo spazio bisogna conquistarselo in tutti i campi. Il cinema è un previlegio di un mondo non troppo aperto. Ma noi sognatori siamo nati per sfondare le porte.

Fabio Massa: "Vi racconto la mia grande occasione con Quentin ...
Il rapporto con la sua città Natale .
Castellammare di Stabia mi ha dato i natali La porto con me in ogni dove. Non solo ci sono nato ma ho vissuto in questa splendida città fino a trentadue anni. Per questioni familiari sono dovuto andare via e trasferirmi ma ne sono innamorato e ci torno appena posso per la famiglia e per quelle strade che mi hanno visto crescere.

Che cosa è troppo serio per scherzarci su?
Forse solo Dio e la morte

Lei è diventato padre da poco. Come ci si sente nel ruolo di padre.
Un'emozione associabile a nient'altro. Ogni giorno il meraviglioso sorriso di mio figlio mi ricorda che ho realizzato il mio "miglior film". Christian mi riempie. Mi invade. Lo amo. Il bello è sapere che niente ci potrà mai dividere. Saremo sempre in un modo tutto nostro!!

Mai per sempre (2019) | FilmTV.it
Ci parli del suo ultimo lavoro ““Mai per Sempre” con Cristina Donadio, la storia racconta uno spaccato duro della nostra società attraverso le scelte del protagonista, ci racconti come nasce questa opera.
 "Mai per sempre" è il mio nuovo film, un lavoro scritto a quattro mani con Demetrio Salvi e in collaborazione con Diego Olivares. Dovevamo uscire il 16 aprile ma poi...il Covid ha detto "no". Adesso siamo in attesa di una nuova  data di uscita. Speriamo bene. E' un lavoro a cui tengo molto con tanti interpreti di prestigio: Cristina Donadio, Gianni Parisi, Gianni Ferreri, Massimiliano Rossi, Massimo Bonetti, Yulya Mayercuk, Emiliano De Martino, Bendetta Valanzano etc.. girato in Campania (San Nicola Baronia, Cava De Tirreni….) e Puglia (Salento). E' una storia sociale: Luca è un ragazzo napoletano di famiglia benestante che vuole essere felice, costruirsi una famiglia e avere un lavoro onesto. Per realizzare i suoi sogni, preferisce andare via dalla sua città, apre un'officina meccanica con il suo miglior amico Antonio e si innamora di Maria, una ragazza ucraina con la quale decide di crearsi una famiglia. Ma quando tutto sembra essere perfetto, Maria, dovrà fare i conti con il passato: Livio torna in paese diventando l'ostacolo della sua felicità. Ma Maria non sarà la sola a vivere una violenza, perché anche Silvana, la madre di Luca, vive un dramma. Uno dei colpi di scena del film riguarda proprio questa storia, poiché grazie a Saverio, l'avvocato che in passato le è stato vicino, Silvana si è potuta allontanare dal suo ex marito che ha abusato di lei. Tutto questo piano piano si trasformerà in un rimorso, perché "Non doveva andare così..... "
AL momento ci sta dando molte soddisfazioni nei festival internazionali , dall'America alla Cina abbiamo portato a casa più di dieci statuine, speriamo il pubblico possa amarlo.
Aeffetto Domino - Film (2016) - MYmovies.it
Lei ha vinto il premio Napoli Cultural Classic al festival Corto Cultural Classic diretto da Massimo Andrei nella sezione cinema indipendente con il film Aeffetto Domino
E' stata una forte emozione. Credo che "Napoli Cultural Classic" abbia una grande anima, una grande qualità. Uno dei festival di cui sicuramente andare fieri del nostro territorio al pari di tanti festival, su carta, più blasonati.

Mai per sempre, ciak per Fabio Massa | La Gazzetta dello Spettacolo

Il lavoro al tempo del “coronavirus” come stanno rispondendo gli artisti a questa emergenza virale ed umanitaria che ha colpito tutta l’Italia e il mondo e come pensate di rientrare in campo viste le problematiche che deve affrontare il mondo della cultura in generale.
Ancora ad oggi credo che ci sia un bel punto interrogativo. Sono state tirate fuori delle misure di sicurezza per i set e per le manifestazioni all'aperto. Credo che anbiamo ancora tanto da dover fare per ripartire. Sono ottimista però! Lo sono di norma nella vita ed anche adesso. Spero tra qualche mese potremmo gettare la mascherina e che possa essere solo un vecchio e sgradevole ricordo. Prima del lavoro spero riparti la vita che è sempre un valore a cui nessuno di noi può rinunciare.

Intervista a Fabio Massa: Aeffetto Domino "nasce dallo sguardo di ...
I suoi prossimi impegni?
"Mai per sempre" scalpita. Capiremo nei prossimi mesi il suo destino. Altro film ancora "in pending" è "Alessandra, un grande amore e niente più" di Pasquale Falcone (è il terzo film che giro con lui) che doveva uscire il 19 marzo. Anche qui siamo in attesa. E poi, dal punto di vista di nuovi progetti, sono in una fase avanzata nella scrittura di un nuovo film con una coproduzione americana. Preferisco ancora non farne parola, avremo modo di riaggiornarci presto!




 






























 
 
 



 


 
 


 

 






 

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy