Sabato 20 giugno, la chiesa del centro storico di Napoli, sede della Fondazione Giambattista Vico, ospiterà il suo primo evento post lockdown con “Memorie.20 giugno 19, 2020 \\

San Biagio Maggiore riapre alla città con “Memorie.20”
L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Sabato 20 giugno, la chiesa del centro storico di Napoli, sede della Fondazione Giambattista Vico, ospiterà il suo primo evento post lockdown. Un mix di Filosofia, Arte e pedagogia.
L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Sabato 20 giugno, alle 11, prenderà forma Memorie.20, un evento pensato per la riapertura alla città, dopo il lockdown dovuto al Covid 19, della Chiesa di San Biagio Maggiore, sede della Fondazione Giambattista Vico. 
Un appuntamento imperdibile costruito attorno ad un’autentica installazione d’arte contemporanea, che spinge a riflettere su storie, filosofie e ricordi ma soprattutto sulla cultura.  
Per l’occasione, 20 sedie riservate a 20 “personaggi memorabili”, che hanno fatto  la storia di Napoli, passati per San Biagio dei Librai, molti dei quali, entrati anche lì, nella Chiesa dove il Vico è stato battezzato.
Tra i “destinatari” delle sedute, Benedetto Croce, Gaetano Filangieri, Raimondo di Sangro, Eleonora Pimentel Fonseca e Luigia Sanfelice, ma anche Aldo Masullo, Gerardo Marotta, Luciano De Crescenzo, Eduardo De Filippo, Totò e Massimo Troisi. 
Un progetto che porta la firma del Performer partenopeo Mauro Maurizio Palumbo, direttore artistico della Fondazione Vico  e curatore dell’installazione e dell’evento, che ha deciso abbinare in quest’incontro Arte e Pedagogia, sottolineando l’importanza di una didattica della Memoria e per la Memoria. Infatti tra gli ospiti è previsto l’intervento di Nadia Carlomagno, Professore di Pedagogia sperimentale dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e famosa attrice di teatro, cinema e TV.
L'immagine può contenere: 1 persona, spazio al chiuso
All’evento, moderato dal filosofo ambientalista Vincenzo Pepe, prenderanno parte: Luigi Maria Pepe, presidente della Fondazione Vico; Maria Coletta, direttore della sede di Napoli della Fondazione Vico e monsignor Mariano Imperato, parroco emerito di San Biagio Maggiore. Tra i relatori: Antonio Salierno, presidente della Fondazione Fabozzi e Maria Pia Musella, direttrice didattica della stessa Fondazione e Alexandre Roccoli, coreografo di fama internazionale ospite del Napoli Teatro Festival Italia edizione 2020.
L’incontro prevede anche, in esposizione temporanea, un’opera site-specific della pittrice Antonietta Lauro e un intervento musicale di Francesca Curti Giardina (voce), Dario di Pietro (chitarra) e Andrea Bonetti (fisarmonica). 
Ingresso libero, secondo le normative vigenti relative al Covid 19. Info: 329 7325033


Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy