La mostra “Quarantena” fa tappa a Marigliano nella magica cornice della Chiesa Dell'Annunziata luglio 14, 2020 \\

La mostra “Quarantena” fa tappa nella bellissima cittadina di Marigliano fermandosi nella magica cornice della Chiesa Dell'Annunziata per tutta la settimana dal 19 al 23 luglio.
L'immagine può contenere: 4 persone
 La mostra  in collaborazione con il premio festival Napoli Cultural Classic  ci porta in una nuova  prospettiva umana come racconta
Emanuele de Angelis (@Emanuele_deAnge) | Twitter 
 ilproduttore del Nisida Live festival  Emanuele De Angelis che ha dato vita all'iniziativa precisando di dare continuità ad una storia lodevole  che animano la sue attività  culturali con  uno spazio artistico rivolto alla fotografia d'autore per raccontare momenti di vita che hanno segnato gli ultimi mesi non solo dell'Italia ma del mondo intero. L’occasione si è trasformata così in un modo per riflettere attraverso l’obiettivo di dieci fotografi sulla nostra quarantena, con venti scatti storici, due per ogni artista che hanno aderito all’iniziativa. Marilena Cavaliere, Ludmila Derevshchikova, Francesca Albanese,  Kristel Pisani Massamormile, Angelica De Simone, Max D’Orso, Peppe Di Donato, Fabio Foggia,  Alessando Gatto, Anna Mazzocchi, Pietro Perrino, Mariella Zifarelli, questi i nomi dei  talenti che hanno provato a raccontarci questo tempo sospeso che tutti noi siamo stati costretti a vivere nel corso dell’ isolamento generato dal Coronavirus. Tante le sensazioni e le riflessioni  che affiorano dagli scatti in primis il senso di incomunicabilità, alla voglia di rinascita, attraverso oggetti di uso quotidiano come i computer, i libri, le scrivanie, le finestre , fino anche al cibo in particolare la farina utilizzata per gli impasti fatti in casa, nello sforzo di controllare il tempo. In questa narrazione per immagini subentrano anche i dispositivi di protezione contro quello che molti hanno definito  il nemico invisibile, in attesa di un’alba nuova, dove potremo tornare a vivere con tutti i sensi.
Marigliano, voci e suoni per raccontare la passione di San ...
Mariella Zifarelli, napoletana amante dell'arte e del disegno: "la mia passione per la fotografia inizia per caso 4 anni fa, anche per sostituire l'amore per il disegno, oramai interrotto da anni. Sentivo il bisogno di esprimere le mie emozioni ed i miei stati d'animo e dare forma alla bellezza che vedevo con i miei occhi. Con il tempo, grazie anche ai social di fotografia, questa passione è cresciuta sempre di più e di conseguenza anche la voglia di imparare e di migliorare: tutto ciò mi ha portato ad una crescita interiore, con gratificazioni e piccole soddisfazioni, vincendo ben 3 premi di fotografia nel corso di questi anni, ed esponendo in svariate mostre collettive."
L'immagine può contenere: una o più persone e persone sedute
Marilena Cavaliere :"Mi presento, sono Marilena Cavaliere e abito a Napoli, città protagonista di molti miei scatti. Spesso mi viene chiesto da dove nasce la mia passione per la fotografia. Io credo che le foto non siano semplici immagini. Sono molto di più. Riescono a raccontarti emozioni e stati d’animo, trasportandoti nelle storie immortalate. Sono vive."
Alessandro Gatto,nato a Napoli,fotografo in vari magazine nel mondo della moda,spettacolo ed in alcune produzioni Rai.Ha lavorato a Londra in varie premiere cinematografiche e diversi Festival di Sanremo, concerti e spettacoli.Inoltre organizza eventi nel campo della moda come shooting fotografici,sfilate di moda e workshop.
L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio al chiuso
Angelica : "Ciao sono Angelica, vivo e lavoro a Caserta. Sono cresciuta tra tempi, diaframmi e camera oscura essendo nipote e figlia d'arte. Le prime esperienze nella fotografia? Quasi per gioco. In seguito, dapprima sotto la rigida ma affettuosa guida di mio padre e successivamente con la scuola e vari corsi, mi specializzo nel ritratto in studio e nelle riprese sociali. Umanamente e professionalmente, pertanto, sono cresciuta facendo questa vita."
L'immagine può contenere: frutta e cibo
Peppe Di Donato Cinquattaquattro anni, ingegnere e soprattutto napoletano: " Mi accostai alla fotografia in maniera inconsapevole meno di otto anni fa, quando per scelta più che per necessità scelsi un incarico all’estero. Per non sentirmi solo mi regalai una Nikon 7000. Non mi definisco un “fotografo”, d’altra parte chi lo è veramente? La mia è più che altro una narrazione scomposta fatta attraverso immagini, così come senza un filo logico sono i luoghi che ho attraversato in questi ultimi anni: Sharja, Karimun, Singapore, Milano, Ambriz, Al-Khafji, Kuwait City, Rotterdam, Bruges, Anversa...una successione insomma di istanti colti attraverso gli scatti, privilegiando la street photography, ritraendo uomini e donne inconsapevoli nell’atto in cui sono ritratte e pertanto più veri.
Sarà per questo che non amo per niente l’uso di zoom, preferisco focali fisse come un 23 mm per esempio o al massimo un 56 mm.Preparatevi il 24 luglio si avvicina al Palazzo Ducale e alla Chiesa dell' Annunziata di Marigliano grandi meraviglie vi aspettano ..... Grandi fotografi racconteranno la quarantena iniziamo le loro presentazioni."
L'immagine può contenere: tazza di caffè e spazio al chiuso
Pietro Perrino : "Sono nato a Napoli il 10 settembre del 1977.La mia passione per la fotografia nasce di pari passo con il naturale desiderio di viaggiare e discoprire posti e cose nuove. Inizialmente questa passione si manifestava in maniera passiva,seguendo la fotografia come semplice osservatore e appassionato. Da qualche anno mi sonoavvicinato da autodidatta alla fotografia "pratica", ed ho iniziato a documentare con i miei scattitutti i miei viaggi e i momenti che mi piace ricordare come un lieto evento, o anche una semplicepasseggiata tra amici. E' per questo motivo che prediligo come forma di espressione quella delreportage\street anche perché ritengo che la foto sia la descrizione di un attimo che ci colpisce particolarmente. Ovviamente, da appassionato, non disdegno tutte le altre tecniche, come lo still-life, Natura e panorami. Ma queste sono espressioni che mi vengono meno naturali e spontanee.
I fotografi che preferisco sono: Sebastiao Salgado, Robert Capa,Robert Doisneau."
L'immagine può contenere: candele
Kristel Pisani Massamormile, classe ’93, è una giovane studentessa napoletana, appassionata di arte.Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all’Orientale e specializzanda in Studi Internazionali, da sempre appassionata del mondo della fotografia, ha frequentato un corso di alta formazione all’istituto Ilas in Fotografia pubblicitaria per perfezionare le sue conoscenze fotografiche e di post-produzione.
L'immagine può contenere: 1 persona, spazio al chiuso
Francesca Albanese, 27 anni, partenopea, dottoressa in psicologia, dà voce alla sua passione per la fotografia 6 anni fa, con la creazione del progetto ‘EScaphotography’, presa dal desiderio di ricerca delle emozioni e dalla voglia di sperimentare la loro trasmissione tramite l’arte. La passione ed il lavoro che svolge nell’ambito psicologico umanitario l’ha portata a sperimentare sempre di più la comunicazione attraverso lo scatto, con l’obiettivo di rendere tangibili e più chiare tematiche come la differenza culturale e le disabilità mentali.
In parallelo, la fotografa sperimenta la sinuosità del corpo e le sue particolari movenze e ad oggi la si può trovare, oltre che sui numerosi social, su Vogue, nella sezione dedicata alla fotografia.
L'immagine può contenere: una o più persone
Fabio Foggia è un artista napoletano che coltiva la passione per la fotografia dall'età di 13 anni. Ingegnere partenopeo che ama la fotografia ha un solo grande idolo inarrivabile che è Luciano De Crescenzo. Preferisce la ritrattistica come stile fotografico in quanto mette in comunicazione tre persone: quella che scatta, il soggetto ritratto e l’occhio dell’osservatore. Nel lockdown è venuta a mancare proprio la comunicazione tra le persone ed ha quindi scelto di raccontare con due scatti la mancanza di comunicazione tra le persone
L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Liudmila Derevshchikova:"Mi chiamo Liudmila Derevshchikova, sono nata in Russia nel 1981, vivo a Napoli day 14 anni. Da pochi anni mi sono avvicinata al mondo della fotografia, spaziando dal colore al bianco e nero, dai paesaggi ai ritratti, avvertendo sempre e comunque l’emozione di raccogliere in un istante un momento da riguardare ogni volta e scorgerne sempre dettagli diversi. Un universo di emozioni che uno scatto può trasmettere a chi contempla un’immagine. La fotografia è l’arte del discernere per gli occhi di chiunque. Impossibile non amarla."
L'immagine può contenere: 1 persona
Max D'Orso, napoletano verace, classe '71:" La comunicazione come arma, come strumento per arrivare a più persone possibili, sia in forma verbale che visiva. Fare il giornalista passando anche per le (mie) immagini è diventato obbligatorio, quanto fondamentale, affinché parole e fatti si aiutino a vicenda a favore della causa."
L'immagine può contenere: una o più persone e persone sedute


Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy