La notizia attraverso le immagini...Biagiotti firma abiti corpo ballo Teatro dell'Opera Roma maggio 5, 2021 \\

Commenta la notizia..... articoli di attualità consigliato ad un pubblico maturo ed attento ai cambiamenti per il contenuto forte delle immagini
Viaggio nei luoghi glamour di Coco Chanel © ANSA
A 50 anni dalla scomparsa di Coco Chanel, la donna che rivoluzionò la moda, il design e la cultura popolare del XX secolo, ecco un viaggio nei luoghi che influenzarono il suo stile e la sua lunga e intensa vita.
Gabrielle Bonheur Chanel, meglio conosciuta come Coco, nacque il 19 agosto 1883 a Saumur, nella regione della Loira francese. Affidata sin da bambina alle suore del Sacro Cuore di Aubazine, rimase colpita dagli austeri abiti neri e bianchi delle religiose, che influenzarono il suo modo di vestirsi e la sua futura e distintiva concezione della moda. A 18 anni andò a lavorare come commessa nella bottega Maison Grampayre a Moulins, dove frequentò un locale come cantante con il soprannome di "Coco"; qui cominciò a fare incontri che le cambiarono la vita: si innamorò di Étienne de Balsan, figlio di imprenditori tessili, che la invitò a trasferirsi nel suo castello a Royallieu, finanziandole le prime creazioni di cappelli che, richiestissimi, la spinsero fino a Parigi. Si trasferì nella capitale francese nel 1908 e, 6 anni più tardi, a Deauville, la modaiola città della Belle Époque dove aprì i suoi primi negozi.
Nel 1916 andò a vivere a Biarritz dove inaugurò un salone di alta moda e dove acquistò la prestigiosa Villa Larralde. In modo anticonformista creò modelli sportivi dalle linee semplici e morbide, influenzando la moda francese; i suoi capi in tessuto jersey per gonna, pullover e cardigan diventarono un modello distintivo e cominciarono a fare il giro del mondo. E' in questo periodo che nacque la petite robe noire, il suo celebre tubino nero, capace di rendere ogni donna uguale alle altre ma con stile ed eleganza. A Biarritz mademoiselle Chanel si affermò come stilista e trovò anche l'amore, innamorandosi di Boy Capel, un raffinato giocatore di polo britannico.
Sono anni di successo e di grande creatività: a Parigi, al 31 di rue de Cambon, aprì la sua prima boutique con l'insegna Chanel Modes dove creò anche una linea di bigiotteria e di borse, tra cui un modello che tuttora è il più copiato al mondo. Qui nacque anche il celebre profumo Chanel N.5, una fragranza che ancora oggi è considerata una delle migliori mai create. Ma la serie di eventi fortunati venne interrotta dalla perdita dell'amato Boy Capel, scomparso in un incidente: mademoiselle Chanel decise di allontanarsi dal suo mondo, facendo un viaggio a Venezia, città che amò profondamente e da cui trasse conforto e ispirazione. Approdò in laguna ad agosto, rifugiandosi dapprima all'hotel Danieli (ma alloggiò spesso anche al Des Bains del Lido), dall'impareggiabile vista sul Canal Grande e da dove raggiungeva a piedi piazza San Marco e i giardini della Biennale. Scoprì un grande interesse per le arti e l'architettura e molto presto conquistò i circoli artistici e aristocratici della città.
 Venezia costituiva per Chanel il passaggio dal periodo di lutto alla luce: amava la spiaggia del Lido, passeggiare per le calli strette della Venezia più nascosta, ammirare quadri di famosi artisti del Rinascimento, incontrarsi nei caffè del centro con gli amici - il Florian ma anche l'Harry's Bar - e partecipare a grandi balli in maschera nei più lussuosi palazzi veneziani. Della città amò persino le statue dei due leoni che sorvegliavano l'antico cantiere navale della Serenissima all'Arsenale; il leone divenne presto il suo animale portafortuna e dal 1951 l'emblema della maison. Dei tanti monumenti veneziani Coco rimase particolarmente stregata dalla basilica di san Marco, la cui opulenza di cupole, ori e mosaici bizantini influenzò il suo senso estetico e la creazione dei suoi gioielli.
Nel 1924 conobbe Bendor Grosvenor, duca di Westminster con cui fece una traversata del Mediterraneo a bordo di uno yacht: durante la crociera visitò borghi e città tra la Provenza e la Costa Azzurra, come Marsiglia e Antibes, la cui luce influenzò il suo stile à la marinière. Durante la loro relazione che durò 5 anni vissero tra Londra, nel prestigioso quartiere di Mayfair, e la Costa Azzurra nella villa "La Pausa" a Roquebrune-Cap-Martin. Ad agosto 1929 Chanel tornò a Venezia per organizzare il funerale dell'intimo amico Serge Diaghilev, impresario del balletto russo: la funzione religiosa si svolse nella chiesa di san Giorgio dei Greci, un meraviglioso ed elegante monumento greco-ortodosso che influenzò ancora una volta lo stile di mademoiselle, sedotta dalla sua semplicità e intimità.
Nel 1931 Chanel venne attirata dal cinema e decise di recarsi a Hollywood, ingaggiata dal produttore cinematografico Samuel Goldwyn per realizzare i costumi da impiegare nei suoi film. Ci rimase poco, però, e negli Stati Uniti vi ritornò solo dopo la seconda guerra mondiale, nel 1953, volando fino a New York.
La stilista scomparve a 87 anni il 10 gennaio 1971 a Parigi, nella sua suite all'Hôtel Ritz di Place Vendôme, dove aveva vissuto, da sola, per decenni. La sua leggendaria abitazione di rue Cambon 31 a Parigi è diventata monumento storico nel 2013 e nel 2020 è stata in parte venduta a un'asta benefica online con 191 pezzi unici. Per il 2021, 50 anni dopo la sua scomparsa, sono previsti eventi, mostre e sfilate commemorative, in attesa di poter entrare nel 19M, la Manufacture de la Mode di Chanel a Parigi. Alle Porte d'Aubervilliers, nel nordest della capitale, infatti, sorgerà un grande edificio progettato dall'architetto Rudy Ricciotti, già autore del MuCEM di Marsiglia e del Dipartimento di Arti islamiche del Louvre. Il palazzo su 5 piani, destinato a raggruppare le case artigianali in un unico luogo, è una esostruttura costituita da filamenti di cemento bianco alti 24 metri che richiamano le fibre del tessuto, cioè l'essenza della moda. All'interno è prevista anche una grande superficie espositiva e ci sarà un luogo aperto dove artigiani, studenti e amanti dell'arte e della moda potranno incontrarsi.
Nada e Carolina Crescentini
Il pubblico televisivo l’ha conosciuta nelle vesti di Corinna Negri, attrice dalla grande autostima e dalle basse capacità artistiche. Ma dai tempi di Boris ne è passata di acqua sotto i ponti ed oggi Carolina Crescentini, che nel frattempo è stata integerrimo pm ne I Bastardi di Pizzofalcone e direttrice di un carcere minorile in Mare Fuori, è pronta per un biopic, genere da sempre fiore all’occhiello della produzione Rai Fiction: interpreterà Nada in un film tv previsto per la prossima primavera.
Bild des Tages: Zlatan Ibrahimović für ESPN Body Issue | GGG.at
Sanremo mi tocca anche nel giorno in cui gioca il Milan.....
Michael Apted © ANSA
Addio Michael Apted, l'artigiano del cinema inglese. Dalla serie Up a 007 con 'Il mondo non basta'
 © ANSA
 L'Inferno di Dante dipinto su 33 violini. Il progetto dell'artista italiano Leonardo Frigo a Londra
Miyazaki compie 80 anni e lavora su nuovo film (ANSA)
Cinema . Disegno augurale del cineasta che si dedica a "How do you live?"Miyazaki compie 80 anni e lavora sul nuovo film
Più che raccontare quattro ragazzi con patologie psichiatriche, questa è la storia di 4 ragazzi che si salvano insieme". Così l'intensa Greta Esposito, protagonista insieme a Romano Reggiani, Federica Pagliaroli, Cosimo Longo racconta Mental diretta da Michele Vannucci, la prima serie italiana sul disturbo psichiatrico tra gli adolescenti, prodotta da Rai Fiction e Stand By Me per RaiPlay, dove debutterà in modalità box set dal 18 dicembre.
 In Mental ci siamo potuti permettere un racconto più ampio e intrecciato. In comune c'è il tentativo di mantenere la verosimiglianza nell'esplorazione delle patologie, e il tono. Questo non è un teen drama ma una teen dramedy - spiega Laura Grimaldi, sceneggiatrice insieme a Pietro Seghetti, che hanno avuto come consulente scientifica la Dott.ssa Paola De Rose dell'Unità di Neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù-. Nonostante le storie dei protagonisti possano essere anche drammatiche, c'è sempre anche un contrappunto ironico che fa parte dell'adolescenza".
 © ANSA
NON ODIARE di Mauro Mancini con Alessandro Gassmann, Sara Serraiocco, Luka, Lorenzo Buonora, Cosimo Fusco, Antonio Scarpa, Lorenzo Acquaviva. E' un buon chirurgo e un figlio rispettoso di un padre opprimente il protagonista di questa storia (ispirata a un fatto vero) Cesare Segre. In corsia un giorno visita la vittima di un incidente stradale: l'uomo ha una svastica tatuata sul petto e questo scatena in Segre l'istinto della vendetta, lui figlio di un ebreo deportato nei campi di sterminio. La scelta dell'omissione di soccorso gli scatena però una marea di sensi di colpa che lenisce prendendo la figlia dell'uomo, Marica, come domestica in casa, dovendo affrontare il contesto familiare di lei, prigioniero di vecchie e nuove passioni razziste e neofasciste. Alla fine un gesto istintivo costringerà il medico a interrogarsi sulla pietà e il perdono, sulla giustizia e la difesa della sua razza. Amato dal pubblico il film arriva adesso in bluray su ibs.it.
Zinaida Serebriakova, Banja, 1913 (Copyright Russian Museum St Petersburg) © ANSA
L'arte russa al femminile. A Palazzo Reale di Milano dal 27 ottobre "Divine e Amazzoni"
Chiacchiere al caminetto, incontri della Compagnia dei cammini © ANSA
 "Sono momenti difficili, è nostro dovere portare cultura per un mondo migliore, in attesa di ricominciare a camminare". Con queste parole Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini, presenta "Chiacchiere al Caminetto", un ciclo di incontri online per parlare di itinerari a piedi ma non solo con autori, scrittori, artisti, filosofi come Dacia Maraini, Folco Terzani, Nando Citarella, Maurizio Carucci, Massimo Zamboni, Donatella Di Pietrantonio e tanti altri. L'appuntamento è dal 5 gennaio al 4 febbraio alle ore 18 sulla pagina facebook e youtube della Compagnia (per informazioni: www.cammini.eu).
"In un periodo in cui non si può viaggiare, la Compagnia dei Cammini vuole tenere viva la fantasia del viaggio e il calore di stare insieme con delle chiacchiere come se si fosse vicino al caminetto tra uno di noi e un ospite d'eccezione" spiega ancora Gianotti.
Martedì 5 gennaio, per L'Aspromonte tra il Sentiero dell'Inglese e la storia dei Greci di Calabria, la guida Andrea Laurenzano incontrerà Freedom Pentimalli, uno dei giovani attivisti per la minoranza grecofona in Calabria, mentre lunedì 1 febbraio dall'Abruzzo la guida Cesidio Pandolfi incontrerà Dacia Maraini, toscana di nascita ma abruzzese di adozione che ha, da tempo, scelto Pescasseroli e la natura del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise come sostegno alla propria ispirazione di scrittrice, dalla prosa alla poesia, dalla saggistica al teatro.
Parlare con Dio, Gallerie dei Gerosolimitani
capolavori.....
 © ANSA
Lluis Prats, La bambina dell'isola. Tragedia e speranza in racconto ispirato alla storia di Bartolo
Stefano De Martino: " Torno in TV su raidue per portare un sorriso in un periodo leggermente triste"
 © ANSA
Dipinto in mostra a Illegio, forse autentico Van Gogh. Risultati delle analisi saranno inviati al Museo di Amsterdam
L'inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini © ANSA
da leggere...
 © ANSA
Case sull'albero, tornare bambini e scoprirsi green. Nel dopo covid soggiorni più sostenibili, tra Italia e Sudafrica
VI RICORDATE LA STORIA DEL BRILLANTE GIORNALISTA DELLO “SPIEGEL” CLAAS RELOTIUS, PLURIPREMIATO PER I SUOI SCOOP CHE POI SI SONO RIVELATI INVENTATI? UN LIBRO E PRESTO UN FILM RACCONTANO LA VERA STORIA DI COME UN GIOVANE FREELANCE SIA RIUSCITO A SMASCHERARLO
L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici ha il piacere di annunciare l’apertura imminente del concorso di selezione dei borsisti 2021-2022, che saranno ospitati a Villa Medici a Roma a partire da settembre 2021 per una residenza di creazione, di sperimentazione o di ricerca della durata di 12 mesi.
Il concorso si rivolge ad artisti, creatori e creatrici, ricercatori e ricercatrici già affermati, francofoni, senza criteri di nazionalità. È possibile candidarsi in tutte le discipline della creazione artistica e dei mestieri dell’arte, così come in storia e teoria delle arti, in restauro di opere d'arte o monumenti.
I borsisti beneficiano di una borsa di residenza assegnata mensilmente e dispongono di un appartamento individuale ammobiliato, oltre che di uno spazio di lavoro (atelier o ufficio in funzione delle discipline e delle disponibilità). Villa Medici è inoltre dotata di una biblioteca che conta circa 37.300 volumi con un fondo antico, in particolare musicale, di una sala proiezioni (100 posti a sedere) e di un laboratorio fotografico.
Vedo nudo. Arte tra seduzione e censura
seduzione e censura...un mondo nuovo di donne nuove...
dipinti del Novecento Nudo Antiquariato su Anticoantico
la volgia di un dipinto..
Mostre
Poèmes en Provence. Le berger | Poèmes en Provence
Zaniolo, nuovo look e fisico perfetto. La foto su Instagram | Sky Sport
tutte innamorate di zaniolo...
Il blog dell'Affresco | MISTERO DI DONNA: LE PIU' BELLE IN UN AFFRESCO
l'affresco di donna...
 © ANSA
L'architettura è per sua natura "una disciplina ottimista", abituata a cercare soluzioni da offrire alla società, dice Hashim Sarkis, anche per questo il lavoro che si sta portando avanti per la Biennale Architettura riprogrammata per il 2021 a Venezia punterà a consegnarci alla fine un messaggio di speranza. Intervistato da Luca Molinari per il debutto di Sneak Peek, l'iniziativa lanciata per l'avvicinamento alla 17ma Mostra Internazionale d'Architettura la prima rimandata di un anno causa Covid, l'architetto libanese americano chiamato a curarla si interroga sulla paradossale attualità di quel titolo che aveva scelto prima della pandemia ("How will we live together?" Come vivremo insieme?) un titolo che a rileggerlo oggi sembra quasi una premonizione.
 © ANSA
Biagiotti firma abiti corpo ballo Teatro dell'Opera Roma. Per Baroque Suite in diretta streaming 9/1 su YouTube da Nuvola
Immagine
campioni...
Watch Online - Barbara Bouchet, Rosalba Neri, Patrizia Viotti - Alla  ricerca del piacere (1972) HD 1080p
le bellissime donne degli anni 70..Barbara Bouchet, Rosalba Neri, Patrizia Viotti - Alla ricerca del piacere (1972)
La cover di The Ickabog © ANSA
Rowling, la fiaba 'The Ickabog' in libreria dal 10 novembre. Dopo essere andata online. Sugli scaffali in Italia con Salani

L'ospite atteso | Pinacoteca di Brera

bellezza pura...

L'altro Pirandello - D - la Repubblica

Fauto Pirandello
homoerotica
indovina l'artista....
 © ANSA
Una nuova audioguida, tutta digitale e scaricabile da una app 3d, condurrà i visitatori per mano al sito archeologico di Ercolano in un viaggio immersivo tra le domus dell'antica città e le rovine dell'eruzione del 79 d.C. E' la nuova offerta del Parco archeologico di Ercolano che da dieci giorni ha riaperto le porte al pubblico dopo lo stop di due mesi e mezzo imposto dall'emergenza Covid 19.
    Con un semplice tocco sul proprio display - informano dal Parco - i visitatori potranno avere accesso a immagini e contenuti, scegliendo in totale autonomia cosa approfondire e immergersi in un tour indimenticabile, realizzando cartoline digitali personalizzate da condividere e trasformando così un viaggio culturale in un'esperienza anche digitale.
Immagine
campione...
Pierfrancesco Favino, da Suburra a Sanremo: la scena di sesso a tre - Si24
Il fascino di Favino in Suburra....
Dylan Dog, tra disegnatori napoletano Daniele Bigliardo | Napoli ...
visioni..
Immagine
campione...
Gaspard Ulliel torna a spogliarsi integralmente nel film "Les Confins du  Monde"
Gaspard Ulliel torna a spogliarsi integralmente nel film "Les Confins du Monde"
Gaspard Ulliel and Guillaume Gouix in "Les confins du monde"







Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy