Il direttore d'orchestra Paolo Acunzo: "La magia nasce se diventi tutt’uno con i musicisti, i cantanti, i solisti… solo così puoi aver realizzato il “sogno”. maggio 7, 2021 \\

Paolo ci racconti di Lei, chi è Paolo Acunzo come persona?
Mi reputo una persona privata, discreta, dedito alla famiglia, sposato da 25 anni con Annamaria e due figli: Antonio 23 e Francesco 17, cristiano cattolico di fede credo nell’impegno sociale, nel rapporto diretto con i musicisti e nei giovani.

 Descriva il suo giorno lavorativo perfetto….
Sveglia alle 7, controllo l’agenda, riunioni organizzative (dirigo due Orchestre, Due Corali Polifoniche, direttore artistico e musicale di Sanitansamble, Piccola Orchestra di Forcella, Orchestra Sociale Sanità), studio nuovo repertorio, prove, registrazioni, Concerti.

Come nasce la sua passione per la musica classica?
È nata tra le mura di casa, in un ambiente caratterizzato da un vivo interesse per la musica, ascoltavo arie d’opera e a quattro anni chiesi a mia Madre di voler studiare il pianoforte. Cosi iniziai a conoscere da subito Clementi, Czerny, Diabelli, Mozart e mi innamorai delle                  loro composizioni.  

Quali sono i compositori dai quali si sente maggiormente influenzato o da cui trae ispirazione?       
 Amo la Musica del Settecento Napoletano: Alessandro Scarlatti, Porpora, Leo...   Napoli, nel 700 era la capitale mondiale della Musica. Da loro traggo ispirazione e ascoltando la loro Musica mi rappacifico con il mondo.
 

Lei ha studiato con i direttori israeliani Moshe Atzmon ed Ervin Acel , che le consentirono di dirigere regolarmente l’ Oradea Philharmonic Orchestra e la Szeged Symphony Orchestra. Cosa ricorda di quel periodo? 
Erano gli anni giovanili, avevo poco più di venti anni e già giravo l’Europa con borse di studio e tanta voglia di fare musica. Sono stati anni di studio intensi e molto prolifici, dove ho fatto repertorio e conosciuto musicisti molto importanti.

Che cosa vuol dire per Lei dare vita ad una composizione musicale e cosa significa per lei dirigere un’orchestra? In parole semplice quale magia si nasconde dietro al mondo della composizione e della direzione...  
Io ritengo che la Musica sia la più esigente fra le Arti: il Compositore segue la sua vena creatrice e tramuta in note il suo essere musicale, quindi comporre un brano di musica è riflettere sul pentagramma la propria Anima, i propri sentimenti, angosce, gioie, dolori, tutto il proprio universo emozionale. Tutto questo, poi, deve tramutarsi in suoni, ed ecco che entra in gioco l’Orchestra e il Direttore. Chi dirige deve sapere che è al servizio della partitura, del compositore! L’orchestra diventa un sol strumento, e non sempre l’esecutore (direttore) ne è all’altezza. La magia nasce se diventi tutt’uno con i musicisti, i cantanti, i solisti… solo così puoi aver realizzato il “sogno”.


Cambierebbe qualcosa nel mondo della lirica in cui si è formato?                                Certamente!    Aumenterei gli stipendi ai Professori d’Orchestra e alle maestranze. Aprirei i teatri alle scuole e ai giovani con rappresentazioni pomeridiane e serali. Qualcuno potrebbe obiettarmi che si fa già; io rispondo: troppo poco. Basti pensare che in Ungheria ho diretto Rigoletto alle 15 del pomeriggio per i ragazzi dell’Università con biglietti popolari. Ma il discorso è lungo e complesso (non complicato). Più Orchestre in Italia!! Vorrei un’Orchestra stabile per ogni città. Sono certo che vivremmo in un mondo migliore.


Lei è molto attivo per il sociale, nel 2014 ha diretto il “Coro NoteLegali” in seno all’associazione “Libera” presidio contro le Camorre.                                                                  Si, collaboro con l’Associazione Libera e con l’ONG Musique Esperance. Ho istituito due Cori Polifonici che dirigo in Italia e all’Estero. La Corale NOTELEGALI ha sede presso il presidio di Libera di Portici e La Corale MUSIQUE ESPERANCE ha sede a Nola. La Legalità è lo strumento per raggiungere la giustizia. Come dice Don Ciotti: Legalità rischia di essere una parola astratta. Abbiamo bisogno che legalità diventi una parola di Vita! Ed io, nel mio piccolo, cerco di invogliare le persone ad avvicinarsi alla pratica del Canto e così abbiamo due Cori di circa 65 volontari che cercano insieme al sottoscritto di tramutare le note in segnali di Vita… a breve sempre nella sede di Libera con il Presidente Avv. Leandro Limoccia ed ai Maestri Maurizio Baratta e Gabriele Bernardo avvieremo un progetto Orchestra con circa quaranta bambini sulle orme di Sanitansamble e Piccola Orchestra di Forcella.

Nel 2008 è stato chiamato da Maurizio Baratta a partecipare al progetto Sanitansamble nel quartiere Sanità di Napoli. Progetto dell'Associazione Altranapoli. Al progetto lavorano 15 Maestri Professionisti. Che messaggio dà oggi il mondo della musica classica?           
  Se intendiamo per musica classica la musica colta sacra e profana, penso che il contributo sia quello di sempre e cioè quello di dare vita alla comunicazione umana. Esso si basa su regole di disciplina, studio e concentrazione. 
Paolo Acunzo | criticaclassica
C’è spazio in Italia per giovani musicisti talentuosi e se dovesse dare un consiglio appassionato a un aspirante musicista, cosa gli direbbe?                                  C’è spazio per tutti i giovani mossi dal desiderio di fare e di realizzarsi. Un consiglio appassionato sarebbe quello di dire: studia e va’ dove ti porta il tuo cuore!

Il rapporto con la sua città Natale.                                             
 Napoli è una Città che non tutti capiscono. Una città che è stata Capitale di un Regno con una Sua propria Lingua e Cultura. Napoli è l’unica Città Italiana che, da sola, si è liberata dai fascisti e dall’occupazione Tedesca. Napoli è stata la “Culla della Musica” dove trovi Il Conservatorio San Pietro a Majella che è uno dei luoghi sacri della storia musicale italiana e, il Teatro San Carlo “il più antico Teatro d’Opera in Europa”. Io ho deciso di rimanere a Napoli e aiutare decine e decine di ragazze e ragazzi per avviarli allo studio della Musica e non solo.
Ho contribuito ad avviare quattro orchestre e visto nostri giovani laurearsi e ad incamminarsi nel mondo del lavoro. Tutto ciò rende il rapporto con la mia Città, un rapporto indissolubile. Sono Napoletano, fiero di esserlo, amo Napoli e spero, nel mio piccolo, di aiutare la nostra città.

Il lavoro al tempo del “coronavirus” come stanno rispondendo gli artisti a questa emergenza virale ed umanitaria che ha colpito il mondo ed in particolare il settore artistico culturale… 
 È innegabile dire che TUTTO il comparto Musica, è stato abbandonato a sé stesso, e soffre da più di un anno in silenzio senza vedere via d’uscita. Una situazione aberrante che causerà risvolti tragici, se nessuno potrà affrontare il problema Nazionale.
Paolo Acunzo - I Concerti nel Parco
Che cosa è troppo serio per scherzarci su?
 La violenza sulle Donne e sui Bambini.

I suoi prossimi impegni?
Un impegno internazionale con quattro orchestre di Argentina, Papua Nuova Guinea, Congo e Siria. Lavoro alla musica per la Preghiera finale dell’Enciclica di Papa Francesco “Fratelli tutti”. Eseguiremo il brano con le cinque Orchestre in collegamento con il Santo Padre. L’importanza di educare i giovani alla Musica è la finalità di questo progetto, vorrei chiudere questa intervista proprio con le parole del Papa  : “unire gli sforzi per far nascere un’alleanza educativa per formare persone mature, capaci di superare frammentazioni e contrapposizioni e ricostruire il tessuto di relazioni per un’umanità più fraterna”

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy