l'attore Carlo Caracciolo : " La verità è che non interpreti mai qualcosa totalmente uguale o totalmente distante dalla tua sensibilità.." Tra i premiati del cultura classic teatro 2021. luglio 5, 2021 \\

Carlo ci racconti di Lei, chi è Carlo Caracciolo come persona?
-Sono un bambino dagli occhi curiosi rivestito nei panni di un uomo ormai.
Una persona che grazie ai suoi sogni e alla sua voglia di curiosare trova il motivo valido per affrontare questa giungla autorizzata chiamata mondo,ogni giorno.

MyPassion

Come nasce la sua passione per la recitazione?
Pinocchio e la sua fantasia da bambino mi rapirono,la magia di trasportarmi con la mente ovunque e portare con me le persone attraverso i miei racconti,spesso inventati, mi catapultò in un vortice dal quale nel bene o nel male non riuscivo a rinunciare. Crescendo ho poi capito che esisteva un personaggio " l'artista " che era LIBERO di poter interpretare la vita e le persone e da lì non ho mai smesso di mettermi alla prova.
MyPassion
Quali sono gli artisti dai quali si sente maggiormente influenzato o da cui trae ispirazione?
Risponderei con i classici  MITI con i quali devi rapportarti obbligatoriamente se vuoi approfondire quest'arte ,dopo così tanti anni di tourneè e set potrei raccontarti da quale artista mi sono lasciato affascinare per ogni ruolo interpretato.
I GRANDI restano tali e poi la strada di ogni artista deve essere dipinta da tanti colori.

Come attore quali sono i personaggi che ha portato in scena ed ha sentito più vicino alla sua sensibilità?
-Ho amato molti personaggi interpretati, sono stato tante persone, ho attraversato sfumature dell'Io alcune delle quali potevano sembrare specchi riflessi di Carlo altre lo diventavano comunque. La verità è che non interpreti mai qualcosa totalmente uguale o totalmente distante dalla tua sensibilità.

Lei oltre ad attore è stato vice direttore del Nuovo Teatro Sanità a Napoli, come ha conciliato questi due ruoli?
Al tempo ero un giovane davvero convinto che un artista ha la responsabilità morale di divulgare onestamente dei messaggi...mi davo da fare tutti i giorni spinto dalla voglia di aggregare, è stato bello e faticoso poi ogni confezione perfetta nasconde la vera data di scadenza.
A tu per tu con Carlo Caracciolo | La Gazzetta dello Spettacolo
Lei in teatro è stato Ferdinando, nell’omonimo spettacolo con la regia dell'autore Annibale Ruccello,con la grande Isa Danieli. Come ha fatto suo questo personaggio tanto angelico quanto diabolico?
Questa domanda l'ho adorata appena l'ho letta perché ha aperto un cassetto della mia mente che custodisco con grande cura.
Ferdinando è stato il primo vero ruolo da protagonista che mi è stato affidato, ero piccolo, bramoso di imparare e avevo molta paura ma allo stesso tempo mi sentivo pronto.
Tornavo a casa ogni giorno dalle prove convinto di voler abbandonare tutto e il giorno dopo ero sempre piu determinato ad andare avanti.
Forse al tempo non ero neanche consapevole della grandezza di Ruccello e della signora Danieli, un'attrice immensa e una donna forte, un vero pilastro.

Ci racconti del suo personaggio in 1700-2000 Il piatto in tavola che segna un ritorno in scena " dopo la pandemia, dove ha diviso,attraverso dei racconti, il palcoscenico con Massimo Andrei, Daniela Ioia e Gennaro Silvestro."
 " E ricorda Arturò predice,  semplicemente predice per voi" questa è la frase che regge il personaggio che ho interpretato, uno chef contemporaneo innamorato della cucina molecolare che cerca di allontanare il pubblico dalla convinzione che tutto ciò che è tradizione è garanzia.Un uomo stravagante, colto ed ironico inventato dalla penna e il genio di Massimo Adrei.
È stato molto bello ricominciare con un testo così prezioso e con dei compagni di scena così.
Carlo Caracciolo: chi è l'attore di Gomorra 4 e carriera. La biografia
 Preferisce il cinema o il teatro?
Mamma mia è come chiedere se preferissi la pizza fritta o la margherita..Impasti uguali cotture e condimenti totalmenti diversi ma il risultato è speciale in ogni caso. Non posso scegliere tra il teatro e il cimema, non ho mai fatto a meno di nessuno dei due come interprete e come spettatore.


Che messaggio e che possibilità dà oggi il mondo dell'Arte ai giovani artisti in un settore particolare e in perenne cambiamento come il teatro, il cinema e la televisione ormaiassorbite dalla rete? C’è spazio in Italia per giovani artisti talentuosi ?
Per essere al passo con i tempi posso dirti che se rispondessi davvero a questa domanda sarei un "BOOMER DOC" e risulterei volutamente anacronistico.
Ma la verità è che i tempi sono comabiati e che "qualcuno" ha deciso che 15 secondi di notorietà valgono più di una vita spesa a coltivare l'arte,quasiasi essa sia.
Il mio essere un uomo curioso ovviamente mi ha portato a voler capire fenomeni come Tik Tok ,gli influencer..ma riesco a comprendere in mondo "costruttivo al mio lavoro" il web delle web serie, dei gruppi di giovani artisti che hanno delle idee e sfruttano il mezzo di comunicazione rapido, dopo ammetto di essere in difficoltà . La questione "popolarità" e "qualità" è vecchia come il mondo, la rete è un posto incontrollabile, troppi talenti veri giovani ma anche non giovani ,perché è una questione attuale che riguarda tutti,non sapranno più distinguere arte da viralità.

MyPassion
 Il rapporto con la sua ci ttà Natale .
Sono scappato da Napoli tante volte, in un momento di formazione personale e professionale ho cercato di liberarmene, troppo bella, troppo ingombrante, troppo radicata in sè, avevo necessità di capire se oltre alla mia forte napoletanità il mio spirito era in grado di comprendere altro.
E dopo sono tornato pronto ad accoglierla,sei e resterai sempre il luogo in cui sei nato ma con la consapevolezza che ho visto di meglio, ho visto di peggio ..che esiste altro.

 Il lavoro al tempo del "coronavirus" come stanno rispondendo gli artisti a questa emergenza virale ed umanitaria che ha colpito l'Italia e il mondo e come pensate di rientrare in campo viste le problematiche che sta afforontando il mondo della cultura in generale
Come noi pensiamo questi quasi due anni di pandemia ci hanno ampiamente dimostrato che non conta nulla, ci hanno messo da parte,circoscritto ad una categoria di serie B infondo la cultura  ,il turismo a cosa servono in uno Stato che ha sempre attinto dalle nostre capacità?
Da professionista sarò sempre pronto , da uomo sono ferito e deluso.

 I suoi prossimi impegni.
 I prossimi impegni dell'artista ultimamente sono un miraggio,in pentola ci sono molti progetti, molti personaggi pronti a farsi conoscere ..poi chissà il futuro cosa vorrà magari nulla, magari il David di Donatello.

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy