Ciro Russo, AUTORE PREMIATO al XVI° Premio Letterario Internazionale NCC settembre 1, 2021 \\

Iniziativa "Una vetrina in più" riservata agli Autori e alle Opere premiate



Ciro Russo -  autore dell'Opera "La cena delle babbione"
vincitore del  2° Premio ex aequo per la Sezione Testo Teatrale

Sinossi dell'Opera
L’amicizia è sacra, lo sanno bene le protagoniste di questa storia che, nonostante alcune non si vedano da quasi quindici anni, non esitano a riunirsi per festeggiare l’addio al nubilato di una di loro, Francesca.
La donna, finalmente, è riuscita, alla soglia dei quarant’anni, a trovare colui che si dice pronto a coronare il suo sogno da bambina: un matrimonio da favola.
Sofia e Claudia vanno a casa di Agata per preparare la serata e i gadget fondamentali per la riuscita della festa. Nel frattempo, però, la festeggiata è ferma in tangenziale a causa di un incidente. L’attesa si fa lunga e, dopo le moine iniziali, rende le donne nervose. Un errore nella preparazione di una coroncina di fiori scatena l’ironia di Claudia nei confronti di Sofia che, già in collera con l’amica, reagisce pungolandola e costringendola a raccontare un turpe segreto. La discussione genera un confronto che mette in luce le debolezze, i fallimenti, le speranze delle tre amiche. Vengono fuori una miriade di sfaccettature tutte contornate da un unico comune denominatore: “Ma l’amore, quello vero, esiste?”
Il senso della serata è messo in discussione: è giusto festeggiare un’amica che sta per condannare a morte la sua libertà, le sue passioni, i suoi sentimenti?

MOTIVAZIONE
Già dal titolo trapela l’ironia con la quale l’autore si appresta a rappresentare l’universo femminile. O per meglio dire, i sogni, le illusioni, gli amori e i tradimenti delle quattro amiche che egli etichetta con l’aggettivo babbione.
Se l’intento era quello di mettere in evidenza la superficialità dei personaggi, l’autore vi è riuscito in pieno. Ma possibile che fosse solo quello l’obiettivo?
In realtà l’autore usa di proposito una scrittura provocatoria, per porre dinanzi allo specchio virtù e difetti di una emancipazione femminile che, per certi versi, resta un ideale non totalmente compiuto. Ma occorre stare attenti a non cadere nella trappola dei luoghi comuni.
Per riuscire a vedere oltre le apparenze, è necessario stare dalla parte di quelle donne che, nel rincorrere una felicità costruita a suon di slogan, hanno sprecato invano energie e tempo.
E forse in questo senso, nel fatto di essere inquadrate come persone inadeguate o addirittura immature rispetto agli anni acquisiti, che va letta l’attribuzione del nomignolo babbione.
L’autore le punzecchia, e con disinvoltura va loro incontro: dapprima le mette a nudo, mostrandone le ferite, dopodiché procede col colmare di verità gli occhi delle sue protagoniste. Sarà quello il momento che le vedrà ristabilire i contatti con le radici del loro essere, liberarsi del superfluo e rifiorire in una stagione nuova, sui rami della loro antica amicizia.
Forte di una scrittura fluida, il testo ha il merito di saper toccare con leggerezza i grandi temi della vita.
 Assunta Spedicato. 


BIOGRAFIA dell'Autore

 Ciro Russo nasce a Torre del Greco, in provincia di Napoli, il 28 maggio del 1979. Dopo il diploma di maturità scientifica, si laurea in scienze internazionali e diplomatiche all’Università degli studi di Napoli l’Orientale. Inizia la carriera bancaria a Napoli nel 2007 per poi trasferirsi dapprima a Parma e infine a Milano, dove tuttora vive e lavora. Nel 2019 fonda Milleunaparola agenzia di copywriting e servizi editoriali e, nello stesso anno, si iscrive alla SIAE, sezione DOR – lirica. Nel luglio 2020 pubblica in self editing la sceneggiatura drammatica “Cosa hai fatto nel week end?”.
Ha all’attivo quattro sceneggiature teatrali e una commedia musicale, di cui è anche autore di musiche e testi per le canzoni, premiate in diversi concorsi letterari.

 
Riconoscimenti concorsi autori teatrali
 
Anno 2020
  • Menzione di merito al IV° Premio Letterario Internazionale Maria Cumani Quasimodo – sezione testo teatrale – Villanova di Guidonia 4 luglio 2020 – Opera: “La memoria è la nostra speranza”
  • 3° Classificato 61° Festival Internazionale della letteratura “Sandomenichino – Marina di Massa - 2020” – sezione testo teatrale – Marina di Massa 11 luglio 2020 – Opera: “Cosa hai fatto nel week end?”
  • 2° Classificato IV° Premio internazionale “Castrovillari Città Cultura” – sezione testo teatrale – Castrovillari 23 luglio 2020 – Opera: “La memoria è la nostra speranza”
  • 1° Classificato VI° Concorso letterario “Alla scoperta della Resistenza – la storia siamo noi, ricordare e riflettere” – Varzi 26 settembre 2020 – Opera: “La memoria è la nostra speranza”
  • 3° Classificato V° Festival Firenze in letteratura Rive Gauche – sezione testo teatrale – Firenze 8 novembre 2020 – Opera: “La memoria è la nostra speranza”
Anno 2021
  • Menzione d’onore V° Premio internazionale “Castrovillari Città Cultura” – sezione testo teatrale – Castrovillari 14 giugno 2021 – Commedia musicale: “La cena delle babbione”
  • 2° Classificato XVI° Premio Letterario Internazionale “Napoli Cultural Classic” – sezione testo teatrale – Napoli 09 luglio 2021 - Commedia musicale: “La cena delle babbione”
  • 2° Classificato 62° Festival Internazionale della letteratura “Sandomenichino – Marina di Massa - 2021” – sezione testo teatrale – Marina di Massa 3 luglio 2021 – Opera: “La memoria è la nostra speranza”.


Dati contatto autore
 
Autore: Ciro Russo
 

 
TORNA ALLA  CLASSIFICA DEFINITIVA  del XVI° Premio Letterario Internazionale Napoli Cultural Classic

Facebook
Disclaimer.

Le foto presenti su www.culturalclassic.it sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail info@culturalclassic.it, che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Photo Stream.
Chi Siamo

Siamo una Associazione nata nel 2000, apartitica e interconfessionale, denominata “Napoli Cultural Classic” (Associazione Culturale volta alla diffusione dell’arte e della cultura, diretta alla promozione di artisti e di studiosi in fase di  affermazione nel campo del cinema, teatro, televisione, musica, danza, arte figurativa, moda, scrittura, scienze giuridiche e tecnologiche e di tutte le altre forme di scibile che i soci ordinari riterranno opportuno inserire.).

Privacy Policy