Isolati Fenomeni...la buona musica.... - pubblicato il 27/03/2017


altri video


Esclusiva Napoli Cultural Classic 

“MALADIE” il nuovo singolo degli ISOLATI FENOMENI


 

 

E’ on line il nuovo singolo degli Isolati Fenomeni “Maladie”, il brano in lingua francese contenuto nell’album “Asteroidi”, un progetto discografico che arriva dopo un rodaggio di oltre dodici anni in cui la band ha suonato in giro per l’Italia.  “Isolati fenomeni” è la fusione  tra le diverse esperienze artistiche dei componenti che hanno saputo condensare in un unico progetto sonorità che spaziano dal folk all'hard rock, passando per il jazz, con un pizzico di elettronica. Il brano “Maladie” , scritto da Loredana De Falco, è quello che apre l’album ed è un salto nelle atmosfere retro’, in sintonia con tutto il mood di “Asteroidi”. L’arrangiamento, curato dalla band e da Alfonso La Verghetta, appare fluido senza troppi effetti, presenti ma usati con parsimonia, conferisce un clima rilassato ad un brano equilibrato che si destreggia nell’uso della voce e  nelle parentesi di sassofono.

Il video (https://youtu.be/eQU37P3D0Gg) firmato da Santa de Santis e Alessandro D’Ambrosi, neovincitori di Cortinametraggio 2017 con il loro straordinario corto Buffet, è ambientato in costiera amalfitana e ripropone le atmosfere retrò del brano con citazioni al cinema d’autore.

Il videoclip si apre con un chiaro riferimento a “ Il favoloso mondo di Amélie” e prosegue con un susseguirsi di scene che richiamano alle mente Il Postino,  il  capolavoro in cui Massimo Troisi registrava i suoni della sua isola per regalarli al poeta Pablo Neruda. Allo stesso modo, la piccola protagonista del videoclip raccoglie souvenir della sua terra da regalare in nome di un’amicizia magica che il tempo non scalfisce. Il resto della magia è data dagli scorci della Costiera Amalfitana, scelta dagli “Isolati Fenomeni”  per dare un’impronta identitaria ( alcuni dei componenti della band sono campani)  ad un brano dal sapore internazionale.

  Testo MALADIE 

Tu as volé loin et je regarde d’ici
Ta mystérieuse planète elliptique
L’ordinateur est en train d’examiner
Tes justifications logiques

Je me souviens de nos premiers jours ici
Sur cette blanche station en orbite
Pas de frontière entre nous
Comme si cela devait durer pour la vie

C’est toi
Si différent
Mais égal à moi
Qui je voudrais

Donne-moi un peu de toi
J’ai exploré trop longtemps 
Cet espace indifférent 
Étranger et sombre autour de moi

Tu me disais de tes bois argentés
Je t’aurais suivi pour les habiter
Et tes trois lunes avec leurs éclats
Auraient éclairé nos nuits noires

The day you will surrender
To my enchantments I’ll be free
Healed from this sentimental 
Disease my world’s fallin’ into
Biografia Isolati Fenomeni
 

Isolati Fenomeni è una band  nata nel 2005 dalla fusione di idee e suoni frutto delle differenti ( a tratti anche divergenti) esperienze artistiche dei suoi componenti, che spaziano dal folk all'hard rock, passando per il jazz.
I brani dei Fenomeni abbracciano sonorità  che vanno dal funky al blues al vintage pop che si possono percepire già nella prima fase della loro produzione artistica,  dal mood asciutto e sincopato di “Geese in flocks”, al feeling anni 70 di “M.a.m.a. Milano a mano armata”, brano ispirato al genere cinematografico “poliziottesco” del periodo, fino ad “Indizi”, che dalle atmosfere neo-blues degli esordi, nell’ultima produzione dei Fenomeni ha assunto una veste rock. Nel 2006 arriva il primo album autoprodotto “In viaggio”, una sorta di punto di partenza dal quale è iniziato un percorso che li ha portati ad esibizioni live e a presentare i propri brani in concorsi e festival. Dal 2006, infatti, gli Isolati Fenomeni hanno suonato in giro per il Belpaese, con una predilezione per la capitale. Tra concerti, festival e ospitate in diretta radio ed in tv la band al momento conta quasi un centinaio di esibizioni live. Tra i numerosi festival e concorsi ricordiamo che la band è stata finalista al VideofestivalLive 2007 e ad Angeli del Rock 2011 con “Indizi”, e semifinalista Centro Italia di Rock Targato Italia 2011. La stessa “Indizi”, insieme con “Geese in flocks”, è stata presentata dai Fenomeni in assetto "virtual band" alla Festa Europea della Musica 2007 e ad Italia Wave Love Festival 2007 su Second Life. Nel 2013 la band è stata finalista di Rock'n'law e selezionata per la finale del Premio Sabina Music Summer con "Prendere o lasciare" ed "Eroi invisibili" e, ancora con "Indizi", è stata selezionata per la finale di Emozioni Sonore.

Tra i primi artisti in italia a tutelare le proprie creazioni ed a gestire i relativi diritti con licenze Creative Commons, nel 2014 gli Isolati Fenomeni sono stati invitati ad unirsi alla cosiddetta “rivoluzione delle 30 band”, per essere i primi in Italia a raccogliere le proprie royalties attraverso un organismo di gestione privato, diverso dal monopolista SIAE.

Attualmente, la band gestisce ancora i propri diritti attraverso organismi privati, partecipando attivamente al movimento nazionale per la riforma del regime della proprietà intellettuale e l’abolizione del monopolio della gestione del diritto d’autore ancora in vigore in Italia.

Dal 2014 gli Isolati Fenomeni diradano live e partecipazioni a festival, riunendosi in sala per dar vita al progetto discografico “Asteroidi”, che viene considerato il primo vero album ufficiale della band, arrivato dopo un lungo rodaggio, gli innumerevoli live ed il raggiungimento di una consapevolezza differente rispetto a “In viaggio”. Senza rinnegare il passato, gli Isolati Fenomeni scoprono una maturità , un’armonia di pensiero, una  sintonia di intenti che li invoglia a ricominciare il viaggio musicale, con un piglio più deciso e verso traguardi più ambiziosi. Nel 2016, le nuove sonorità  scaturite durante l’esperienza in studio convincono la band che il è il momento giusto per finalizzare il lavoro e pubblicare Asteroidi. L’album è oggi disponibile, oltre che in download e streaming sulle principali piattaforme digitali, in una speciale edizione su supporto usb, in forma di cartoonesco razzo interplanetario, logo di sempre dei Fenomeni, una scelta, anche questa, in linea con il loro essere una band indipendente dalle logiche di mercato.

Gli Isolati Fenomeni sono: Loredana De Falco : voce; Alessandro Conforti : synth, piano, tastiere; Eugenio Cerocchi: chitarre; Aldo Cavallo : basso ; Leonardo Pasquino: batteria 


Ufficio stampa : Manuela Ragucci
manu3laragucci@gmail.com
338/3116674