Social Media Icons

Top Nav

Ultime Pubblicazioni

Tutte le notti di un giorno di Alberto Conejero

gen 12, 2024 0 comments

 



Teatro Nuovo di Napoli

Info 0814976267

Sabato 20, ore 19.00, e domenica 21 gennaio, ore 18.30

 

Ente Teatro Cronaca

presenta

 

Tutte le notti di un giorno

di Alberto Conejero

traduzione Maria Concetta Marzullo, Marco Ottaiano

adattamento Marina Sorrenti

 

con Claudio Di Palma e Marina Sorrenti

 

spazio scenico a cura del

Biennio di scenografia per il teatro dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

consulenza ai costumi Annamaria Morelli

regia Manuel Di Martino

 

È ormai fatto noto: siamo ciò che ricordiamo. Il nostro presente e il nostro futuro sono indiscutibilmente segnati da ciò che è stato, ed ecco che i ricordi, come la più bella delle antinomie, divengono al contempo il più luminoso dei rifugi e la più oscura delle prigioni. Ne hanno lucida consapevolezza i protagonisti del nostro racconto, Silvia e Samuel, rispettivamente la padrona di casa e il suo giardiniere. Entrambi “sanno quanto può pesare dentro un ricordo”, entrambi lo custodiscono come il più intimo segreto.

Eppure, in una notte metafisica qualcosa si rompe e come nella più bella delle catarsi la luce invade la scena.

Tutte le notti di un giorno è la storia di un amore impossibile, o per essere più precisi, una storia sull’impossibilità di amare. Alberto Conejero ha il magico potere di percepire nel presente lo charme nostalgico della passatità, che è per noi il profumo delle cose compiute.

 Le sue parole si muovono ballerine su quel labile confine che separa la poesia dalla prosa. Così, come in una danza della memoria, Silvia e Samuel si prendono cura di una serra popolata da rarissime piante.

I loro silenzi, i misteri sepolti, le ferite nascoste, prendono vita in un racconto che si dipana davanti agli occhi dello spettatore, attraverso una narrazione non lineare. Il tempo è presente e passato.

La vita si mescola con il ricordo. La realtà si mescola con l’apparizione. La serra diviene il luogo dove Silvia e Samuel si riconoscono, e insieme allo spettatore che guarda, provano pian piano a far luce tra le ombre e a riappropriarsi della propria storia. Per essere finalmente liberi.

Commenti

Related Posts

{{posts[0].title}}

{{posts[0].date}} {{posts[0].commentsNum}} {{messages_comments}}

{{posts[1].title}}

{{posts[1].date}} {{posts[1].commentsNum}} {{messages_comments}}

{{posts[2].title}}

{{posts[2].date}} {{posts[2].commentsNum}} {{messages_comments}}

{{posts[3].title}}

{{posts[3].date}} {{posts[3].commentsNum}} {{messages_comments}}

Recent Comments

Modulo di contatto